BSB: clamoroso ritorno di Chris Walker con Pr1mo Kawasaki

Ritorna dopo il clamoroso divorzio dello scorso dicembre

8 febbraio 2012 - 8:42

In due mesi per Chris Walker, vera e propria “leggenda vivente” del British Superbike, è cambiato tutto. La riconferma in squadra al Pr1mo Kawasaki Racing, seguita da un clamoroso divorzio con inevitabili polemiche. Oggi per “Stalker”, tre volte vice-campione BSB, è arrivato il lieto fine con l’annuncio del ritorno al rinnovato team Pr1mo Bournemouth Kawasaki Racing, atteso al via con una Kawasaki Ninja ZX-10R nel BSB 2012 accanto al già riconfermato James Hillier.

Secondo classificato nel British Superbike dal 1997 al 2000 con Yamaha, Suzuki e Kawasaki, Walker fa il suo ritorno al Pr1mo Racing complice la recente “disavventura” occorsa al team manager Dan Cheevers, arrestato per possesso e spaccio di droga, colto in flagranza di reato con 11kg di cocaina e 170.000 sterline in contanti. Inutile dire che Cheevers non fa più parte della squadra…

Sono entusiasta di poter correre nuovamente nel British Superbike“, afferma Chris Walker. “Questa possibilità si è presentata davvero dal nulla da un giorno all’altro: come sapete ho incontrato qualche difficoltà con la squadra nelle ultime settimane, ma tutto si è risolto e non vedo l’ora di affrontare nuovamente la stagione in sella ad una Kawasaki. Per me è una fantastica notizia, ripaga tutti gli sforzi e l’affetto mostrato dai miei tifosi in questo periodo particolarmente difficile: posso soltanto assicurare il massimo dell’impegno per tutto il 2012.

Con ben 207 gare disputate e 20 vittorie, Chris Walker è uno dei “veterani” del British Superbike, presenza fissa dal 1996 ad oggi eccezion fatta per le parentesi in 500cc (2001, Shell Advance Honda) e Mondiale Superbike (con Kawasaki Eckl, Ducati GSE, Kawasaki PSG-1 e Honda PBM dal 2002 al 2008).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MV Agusta

MV Agusta rigenerata dalla cura BSB: Gino Rea ben figura a Cadwell Park

Europeo Mini Road Racing 2019, Assen

Assen: Europeo Mini Road Racing 2019 Pokerissimo Italia

Danny Buchan

Danny Buchan protagonista del BSB: non è solo alto