Kenan Sofuoğlu e l’impegno per i giovani talenti, puntando su Razgatlıoğlu e Öncü

Pur essendosi ritirato dalle corse, continua l'impegno di Kenan Sofuoğlu nelle due ruote, con un programma per giovani talenti che ha già sfornato piloti come Razgatlıoğlu e gli Öncü.

22 dicembre 2018 - 16:07

Kenan Sofuoğlu è senza dubbio una leggenda delle due ruote nel suo paese e non solo: è stato il pilota capace di vincere il maggior numero di titoli nel Mondiale Supersport (ben cinque) tra il 2007 ed il 2016, conquistando in totale 43 vittorie, 85 podi, 34 pole position, 31 giri veloci e 2429 punti, senza dimenticare i tanti importanti infortuni con cui ha avuto a che fare. Anche per questo a maggio 2018, a 34 anni, ha annunciato il ritiro dalle competizioni, diventando poi membro del Parlamento turco il mese successivo. Sofuoğlu però continua il suo impegno a favore dei giovani talenti turchi con un programma volto a portare i più meritevoli a competere a livello mondiale.

Tra questi possiamo già fare qualche nome: uno è il ventiduenne Toprak Razgatlıoğlu, Campione Europeo Superstock600 nel 2015 e pronto a disputare la seconda stagione completa nel Mondiale Superbike nel 2019. Gli altri due nomi che possiamo citare sono quelli di due giovanissimi gemelli, uno dei quali si è già fatto conoscere a livello mondiale: stiamo parlando di Can e Deniz Öncü, il primo dei quali noto anche al pubblico del Motomondiale per la straordinaria ed imprevedibile vittoria ottenuta in Moto3 a Valencia come wild card. Nel 2019 il campione Red Bull Rookies Cup Can disputerà la sua prima stagione iridata completa con Red Bull KTM Ajo, mentre Deniz continuerà a competere nel CEV Moto3 ed in RBRC.

Questi sono i tre piloti di rilievo scoperti e seguiti da tempo da Sofuoğlu, che con l’appoggio di Red Bull e della Federazione Motociclistica turca ha messo in piedi un piccolo ma importante progetto per favorire la crescita dei giovani talenti del suo paese. Questo programma junior prevede una volta all’anno anche un ‘raduno’ della durata di uno o due giorni, con un centinaio di piccoli piloti invitati per saggiare le loro capacità: i migliori finiscono sotto l’ala protettiva del campione turco, che si impegna a seguirne costantemente i progressi. Da segnalare infatti un altro nome: si tratta di Bahattin Sofuoğlu, figlio di un cugino e pronto al debutto in Supersport 300.

“Attualmente si sta allenando con Razgatlıoğlu e gli Öncü” ha dichiarato il pentacampione Supersport. “Per me è l’unico turco in cui attualmente vedo del potenziale, assieme a Toprak ed ai gemelli, ed il mio compito è aiutare le persone in cui vedo del talento. Ho provato anche altri ragazzi, ma secondo me non hanno dimostrato abbastanza. Adesso punto su Toprak come primo campione turco in Superbike, ma intendo anche portare entrambi i gemelli nel Motomondiale.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Superbike: Toprak Razgatlioglu, quanto è dura la salita

Casey Stoner ritorna in pista… a Melbourne

Jorge Lorenzo cambia casa: nuova dimora sul lago di Lugano