Furto sulla moto di Alex Rins: a cosa serve il polsino?

Alex Rins si è visto sottrarre il polsino del fluido freni da un commissario di gara al termine del GP di Jerez. A cosa serve lo spugnotto della Brembo?

10 maggio 2019 - 13:57

Il sogno di tutti i tifosi, compresi quelli del Motomondiale, è portare a casa un cimelio del loro pilota preferito. Alcuni si accontentano di un autografo, altri chiedono un selfie, ma a volte ci si spinge oltre il lecito. Come accaduto a Jerez, dove uno steward ha sottratto il polsino del fluido freni dalla Suzuki di Alex Rins. Il pilota spagnolo, che stava festeggiando sotto la tribuna dei suoi fan, mai avrebbe immaginato un episodio simile e in conferenza stampa ha preferito scherzarci sopra.

LE FUNZIONI DEL POLSINO

Fortunatamente la telecamera on board ha ripreso il misfatto e il colpevole, subito dopo costretto a restituire lo spugnotto e a chiedere scusa al team. A cosa poteva servire quell’oggetto sottratto dalla moto di Rins? “Questo strumento è utilizzabile anche dalle moto stradali ed essendo elastico – fa sapere Brembo – può essere adattato alla maggior parte dei serbatoi“. In realtà il cinturino viene impiegato da tutti i piloti delle tre classi per rivestire il serbatoio del fluido freni. La funzione è proteggere da eventuali fuoriuscite accidentali dell’olio dei freni, visto che anche una sola goccia può danneggiare il cupolino o la carrozzeria o la visiera del casco, peggiorando la visibilità dei piloti.

E non solo: quando si abbassa il livello del liquido freni nel serbatoio aumenta la possibilità di assorbimento di umidità dall’esterno. Il rischio è di influenzare negativamente la frenata attraverso l’allungamento della corsa della leva. Un oggetto semplice ma molto utile, seppur lontano dall’alta tecnologia che contrassegna i prodotti Brembo, “dai dischi in carbonio alle pinze radiali monoblocco in alluminio prodotti da Brembo per il 100% dei piloti della MotoGP. Mentre questi ultimi costituiscono il massimo livello tecnologico della ricerca Brembo, il polsino è un oggetto semplice nella sua banalità“. Ma se di proprietà di un pilota del Motomondiale, in questo caso Alex Rins, si trasforma in un oggetto molto ambito…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Lucia Rivera ‘offroad’: la fidanzata di Marquez passa al rally

Manuela Melandri ci scommette: “Calma, Marco arriverà”

MotoGP, Pol Espargarò: “Non servono le scuse KTM”