Le Gare del Weekend del 5 agosto

Le Gare del Weekend del 5 agosto

Superbike protagonista a Silverstone per il 10° round

Week-end del 5 agosto con la Superbike protagonista sul tracciato “Arena GP” di Silverstone per il decimo appuntamento stagionale, con due gare condizionate dalle “bizze” del meteo e da una serie incredibili di sorpassi. Nella prima manche, con quasi tutti i piloti in pista con gomme slick su asfalto bagnato dalla pioggia negli ultimi giri, Loris Baz si è aggiudicato la prima vittoria in carriera nel WSBK a poco più di 19 anni compiuti in sella alla Kawasaki ufficiali regolando in volata Michel Fabrizio e Ayrton Badovini, a terra proprio negli ultimi metri coinvolgendo Jonathan Rea (4° sul traguardo), al primo podio in carriera in SBK. In Gara 2, stoppata al 10° giro per il diluvio e la presenza di olio in pista con la classifica riportata all’ottavo giro, trionfa Sylvain Guintoli all’esordio da pilota del PATA Racing Team davanti a Loris Baz e Jakub Smrz, mentre in campionato Marco Melandri, con un settimo ed un ottavo posto, recupera punti su Max Biaggi, a terra all’ultimo giro in gara 1, undicesimo sul traguardo nella seconda manche: tra i due adesso vi sono soltanto 10.5 punti. Colpi di scena anche in Supersport con Jules Cluzel (PTR Honda) alla seconda affermazione stagionale battendo, proprio all’ultimo giro, il proprio compagno di squadra (ma non di colori) Sam Lowes, 2° e ora a soli 14 punti in classifica da Kenan Sofuoglu soltanto 5° sul traguardo. Davanti al pilota turco hanno concluso Broc Parkes (Honda Ten Kate Racing Products) e Ronan Quarmby (PTR Honda) rispettivamente in 3° e 4° posizione a completare un poker Honda, casa giunta alla 90esima vittoria nel WSS. Miglior italiano sul traguardo è Alex Baldolini, ottavo con la Triumph del Power Team by Suriano seguito da Andrea Antonelli, nono con la Yamaha del Bike Service Racing Team. Da segnalare che la gara è stata interrotta al secondo giro per l’avvento della pioggia e l’incidente, senza conseguenze, che ha visto protagonisti Mathew Scholtz (Bogdanka PTR Honda) e Dan Linfoot (MSD R-N Racing Team India Kawasaki). In Superstock 1000 Eddi La Marra, portacolori del Barni Racing e schierato con una Ducati 1199 Panigale vestita dei colori del Team Italia FMI, guadagna la prima vittoria stagionale ed in carriera nella categoria rafforzando la leadership di campionato a scapito di Sylvain Barrier, soltanto quarto sul traguardo e preceduto dalle Kawasaki di Jeremy Guarnoni (2°, MRS Racing) e Bryan Staring, in rimonta dalla quattordicesima posizione in griglia, 3° con la ZX-10R del Team Pedercini. Con Lorenzo Savadori fuori gioco al primo giro per un problema tecnico alla propria Ducati 1199 Panigale, in campionato La Marra prende il largo: 119 punti contro gli 88 di Barrier, gli 86 di Staring e gli 82 di Guarnoni. Un italiano comanda la classifica anche nell’Europeo Superstock 600 con Riccardo Russo (Team Italia FMI) giunto alla quarta affermazione stagionale riuscendo a spuntarla sul traguardo nei confronti del suo più diretto avversario Michael van der Mark (EAB Ten Kate Junior Team) e la sorprendente wild card Lee Jackson (Kawasaki del Chris Walker Race School). Tra Russo e vd Mark ora vi sono 3 punti di differenza in campionato a vantaggio del pilota campano, l’unico italiano sul podio a Silverstone: Riccardo Cecchini ha salutato la compagnia all’inizio dell’ultimo giro quando si ritrovava in piena corsa per il podio. Amaro anche per la coppia del Team PATA by Martini Francesco Cocco e Luca Salvadori, qualche punticino per la classifica siglato da Franco Morbidelli (7°, Bike Service Racing Team), Christian Gamarino (8°, Kawasaki Go Eleven) e Luca Vitali, 9° con la seconda R6 del Team Italia FMI. Sempre a Silverstone si è disputato il sesto appuntamento stagionale della KTM European Junior Cup, monomarca su base KTM 690 Duke Track destinato ai giovani talenti da 14 a 19 anni di età che si disputa nei principali round europei del Mondiale Superbike. Jamie Patterson, nordirlandese di Aintree, ha celebrato la prima personale affermazione nella categoria domando la propria KTM 690 Duke in condizioni di scarsa aderenza riuscendo, soltanto al photofinish, a regolare il sorprendente Connor Parkhill, wild card a Silverstone iscritto direttamente da KTM UK. Niente da fare invece per i due protagonisti della serie Lukas Wimmer (squalificato per non aver rispettato l’imposizione di rientrare in corsia box) e Javier Orellana (soltanto sedicesimo), due punticini per Federico Fazzina che transita sul traguardo in quattordicesima posizione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy