Le Gare del Weekend del 13 maggio

Le Gare del Weekend del 13 maggio

Superbike a Donington, All Japan e Asia RRC in pista

Commenta per primo!

Per il quinto round 2012 la Superbike ha dato vita a due emozionanti gare sul tracciato di Donington Park con una storica vittoria in Gara 1. Marco Melandri, con la BMW S 1000 RR ufficiale, ha consegnato a BMW Motorrad il primo trionfo nel Mondiale Superbike riuscendo a regolare sul traguardo il proprio compagno di squadra Leon Haslam e Tom Sykes. In Gara 2 la coppia BMW Motorrad Motorsport è arrivata vicinissima al bis, salvo incappare in una doppia-caduta causata da un sorpasso al limite all’ultima curva di Jonathan Rea, transitato vittorioso sul traguardo davanti a Max Biaggi, capoclassifica di campionato con 128.5 punti, 5 di vantaggio su Tom Sykes con Jonathan Rea pienamente in corsa. Perde terreno invece Carlos Checa, sesto in Gara 1, fuori gioco nella seconda corsa per un incidente al via coinvolgendo anche gli altri Ducatisti Jakub Smrz e Davide Giugliano. Passando alla Supersport, il quinto appuntamento stagionale ha premiato per la prima volta in carriera il giovane britannico Sam Lowes, vincitore in casa ai comandi della CBR 600RR preparata da Bogdanka PTR Honda, ora secondo in campionato a soli 5 punti dal capoclassifica Kenan Sofuoglu, secondo con la Ninja ZX-6R del team Kawasaki DeltaFin Lorenzini. A completare il podio il vincitore di Monza e autore della pole position Jules Cluzel (PTR Honda), 3° in gara e campionato, seguito da Broc Parkes (Honda Ten Kate Racing Products) e da Glen Richards, australiano ex-campione British Supersport e Superstock 1000, wild card con la Triumph Daytona 675 del Smiths Gloucester. Gara da dimenticare per Fabien Foret, 10°, e per gli italiani: il migliore dei nostri è Roberto Tamburini, 11° con la Honda Lorini, seguito da Alex Baldolini (12°, Triumph Power Team by Suriano) e Massimo Roccoli (14°, Yamaha Bike Service WTR Ten10). Fuori dalla zona punti il campione italiano in carica Ilario Dionisi (seconda gara con Honda ProRace), Luca Marconi (20°), Andrea Antonelli (22°), Dino Lombardi (23°) e Fabio Menghi (24°), ritirati Vittorio Iannuzzo (motore KO), Raffaele De Rosa e Roberto Anastasia. Dal Regno Unito al Giappone per il terzo appuntamento stagionale dell’All Japan Superbike con la seconda affermazione di Katsuyuki Nakasuga. Il bi-campione JSB1000 (2008-2009), ai comandi della Yamaha YZF R1 ufficiale gommata Bridgestone del YSP Racing Team, ha viaggiato indisturbato verso la vittoria e la leadership di campionato, favorito dall’errore al 17esimo giro di Takumi Takahashi (HARC-PRO Honda), soltanto 7° sul traguardo. A completare il podio ci hanno pensato Yukio Kagayama (Suzuki Team Kagayama) e Tatsuya Yamaguchi (Honda Toho Racing with Moriwaki), mentre Akira Yanagawa non è andato oltre il quarto posto con la Kawasaki ZX-10R del Team Green. Da segnalare in ottava posizione la Ducati 1098R di Yoshiyuki Sugai, unica Superbike italiana dello schieramento di partenza. In Malesia al “North Track” da 2.7 km del Sepang International Circuit ha preso il via la stagione 2012 del Petronas FIM Asia Road Race Championship e, nello specifico, della classe SuperSports 600cc. Nelle due gare in programma avvincente duello per il primato tra il campione in carica Katsuaki Fujiwara (BEET Kawasaki) e l’esordiente di lusso Ryuichi Kiyonari (Boon Siew Honda), con il primo autore di una doppietta importante ai fini campionato. Per “King Kiyo”, passato quest’anno al campionato asiatico Supersport dopo 3 titoli e 43 vittorie nel British Superbike, due secondi posti a precedere il proprio compagno di squadra Azlan Shah Kamaruzaman con il malese ex-Moto2 Mohamad Zamri Baba 4° con la Yamaha YZF R6 del PETRONAS Hong Leong. Prossimo appuntamento il 17 giugno a Sentul, Indonesia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy