Jorge Lorenzo: “L’adrenalina compensa il dolore alla caviglia”

Jorge Lorenzo: “L’adrenalina compensa il dolore alla caviglia”

Commenta per primo!

L’adrenalina, in questi casi, aiuta eccome. A sei giorni dall’incidente al via di Assen, Jorge Lorenzo si è ripresentato in pista al Sachsenring riuscendo a ben figurare nelle due sessioni di prove libere del venerdì: 3° nella mattinata a 0″290 dalla vetta, medesima posizione nel turno pomeridiano di attività bagnato dalla pioggia a soli 99/1000 dal best-time siglato da Dani Pedrosa.

Un buon segno per il capo-classifica (ad ex-aequo con Casey Stoner) del mondiale, tanto da non sentire più di tanto il dolore alla caviglia destra.

Sento più dolore stando in piedi che in sella alla moto: questo è un buon segno, l’adrenalina mi sta aiutando tantissimo“, spiega il pilota maiorchino. “Ovviamente non sono al 100 %, per non sforzare eccessivamente la caviglia tendo a compensare con la parte superiore del corpo, ma alla fine non è poi così male.

Oggi abbiamo svolto un bel lavoro, siamo stati veloci tanto al mattino quanto al pomeriggio in ogni condizione climatica. L’infortunio, l’aver perso punti importanti ed uno dei sei motori a disposizione settimana scorsa mi ha reso problematica la corsa al titolo, ma questo per me è soltanto una motivazione extra in più per lavorare, dare il massimo e tornare a vincere.“

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy