Rimonte Mondiali, il doppio sorpasso di Fogarty 1998

Rimonte Mondiali, il doppio sorpasso di Fogarty 1998

4 commenti
4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. alfa_it - 3 anni fa

    Appunto…qualche giorno fa parlavo con amici a riguardo dei gp in Giappone e delle innumerevoli wild card (Norifumi forse il più famoso).
    Pensi che l’anno prossimo possa essere veramente un ritorno alle origini? Sarebbe un sogno!
    Visto che ne hai parlato… credi che siano possibilità di tornare su un qualche circuito in terra nipponica? (sugo è favoloso…già nel videogame della SBK fa “paura”: il tornantino prima del traguardo è emozionante quanto la salita successiva!)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paolo Gozzi - 3 anni fa

      Salve di nuovo, di Giappone per adesso non si riparla. Si, Sugo è un bellissimo tracciato, la chicane prima del traguardo è incredibile, proprio lì Corser lasciò il Mondiale ’98…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. alfa_it - 3 anni fa

    Ciao Paolo,
    quel che racconti non posso averlo visto per ovvi motivi di anagrafica. Ma proprio ciò accresce il fascino e il piacere di continuare a seguire un campionato come la SBK.
    Che dire: bei tempi. Wild card che facevano vedere letteralmente i sorci verdi a campioni blasonati, grandi moto e un senso di competizione più marcato.
    In fin dei conti, abbiamo sempre da discutere su questo blog, ma un campionato che fino all’ultima gara non è deciso significa solo una cosa: che l’equilibrio in pista lo si è avuto, colpi di scena pure e il doppio round è stato fondamentale!
    Domenica mi auguro che vinca il migliore e che ci regalino un grande show, degno della SBK.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paolo Gozzi - 3 anni fa

      Salve Matteo, sono daccordissimo su tutto. Io che ho vissuto di persona i “bei tempi” mi sono divertito anche quest’anno. Abbiamo visto belle gare e qualcuna belissima, nonostante mezza griglia avesse, per regolmento, un handicap tecnico di 1-2 secondi: immagina anno prossimo quando avremo 26-28 piloti a parità (almeno) di regole! Io parto per il Qatar molto carico, sarà un finale palpitante. E due settimane dopo cominciano i test tra Aragon e Jerez: sono curiosissimo di vedere i primi verdetti 2015.
      Wild card: con le regole 2015 penso che in GB i nostri eroi troveranno pane per i loro denti, e nel medio periodo pure negli Usa, adesso che parte MotoAmerica con lo stesso regolamento del Mondiale.
      Pensa che le wild card una volta c’erano anche nel Motomondiale,e specie nelle classi inferiori ogni volta era un inferno per i titolari… Adesso c’è il numero chiuso, altre regole, altri tempi. Ma anche una questione di soldi: negli anni ’90 in Giappone c’era un campionato nazionale supertop che faceva correre sia le SBK che le 500 2T. Infatti le wild card c’erano anche in 500 a Suzuka e spesso finivano sul podio. Addirittura, sempre in Giappone, a novembre facevano una gara show con 500 e SBK insieme, cioè la sfida dei due mondi che in Europa abbiamo sempre e solo sognato. Nel ’98, proprio a Sugo, la vinse Doohan con la NSR proprio davanti a Slight con la Honda SBK. Un mese dopo la disfatta contro Foggy la sua RC45 volava….

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy