MotoGP: Macchè fortuna, Marc Marquez ha vinto perchè è un talento pazzesco

MotoGP: Macchè fortuna, Marc Marquez ha vinto perchè è un talento pazzesco

Il 5 volte iridato ha guidato da fuoriclasse per un paio di giri con le gomme da asciutto sull’asfalto ancora umido. Sbagliare era facilissimo. E invece…

1 Commento
Primo piano di marc marquez a brno

MotoGP, adesso impazza il tormentone: “Che culo Marc Marquez, ha azzeccato la strategia giusta sbagliando gomma”.

Il mainstream delle corse ha trovato  la chiave di lettura del GP di Brno.  Succede quando per forza o per amore vedi tutta la questione attraverso un’unica visuale, quella dell’interesse. Che è  diverso che essere tifosi. Marquez è il  “problema”,  le sue vittorie abbassano interesse e audience. E allora giù ad attaccarsi sugli specchi. 

Lo stesso Marquez ha ammesso di esser rientrato per primo al cambio moto perchè sull’asfalto quasi asciutto con la sua rain soffice non stava più in piedi. Ma nessuno che abbia sottolineato quanto non dev’essere stato facile rientrare con le slick e spingere come un matto con l’asfalto ancora abbondantemente umido. In quelle condizioni volare via è un attimo, ecco perchè tutto il resto del gruppo ci ha voluto pensare uno, due, tre giri in più prima di rientrare.

Nessuno che abbia detto che Marc Marquez in prova era stato nettamente più veloce sia con l’asciutto (pole numero 69…) che sul bagnato. La gara partita in condizioni di asfalto indecifrabili per lui è stata la complicazione massima. Esserne uscito da dominatore è stata una magia. In condizioni “normali”, tutto asciutto o tutto bagnato, Marquez probabilmente avrebbe vinto comunque. Quindi la fortuna che c’entra?

Inutile far notare che Marc Marquez a soli 24 anni abbia già vinto cinque Mondiali e che in quattro stagioni e mezza in MotoGP abbia firmato 32 vittorie (e 59 podi..). In appena 82 gare. Da quando corre in top class MM93 ha perso il titolo solo nel 2015 perchè si era incaponito nel voler vincere sempre. Adesso che ha capito che ogni tanto bisogna accontentarsi, rischia di diventare irraggiungibile.

Con il capolavoro di Brno (terzo centro stagionale) il catalano ha allungato molto la classifica: +14 punti di Vinales, +21 su Dovizioso e +22 su Rossi. Il trittico di Agosto (domenica prossima c’è Zeltweg, a fine mese Silverstone), di questo passo rischia di essere decisivo.

MotoGP Brno La cronaca della gara

MotoGP I biglietti per Misano (8-10 settembre)

MotoGP Le quote degli scommettitori

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. luca.emanuele.ross_172 - 2 mesi fa

    Complimenti Paolo Gozzi! È una delle prime volte che sento un giornalista italiano esprimere una corretta ed equilibrata valutazione su come sono andate le cose in MotoGP a Brno.
    Quando vince il mio omonimo (di cognome) peana a tutto spiano quando succede agli altri (molto più spesso di questi tempi), è stata la fortuna….
    Rossano della prima ora oggi mi sono stufato dei commenti eccessivamente partigiani di Meda & C. Marquez è un vero fenomeno e se va avanti così altro che 9 mondiali, ma purtroppo ha un grosso difetto per la maggior parte dei tifosi italiani: è spagnolo!
    Luca Rossi, Lugano (CH)

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy