MotoGP: In Yamaha arriva Michele Gadda, il mago dell’elettronica

MotoGP: In Yamaha arriva Michele Gadda, il mago dell’elettronica

Il tecnico attualmente in forza alla squadra Superbike corre in aiuto di Valentino Rossi. Ecco chi è

di Paolo Gozzi, @paologozzi1
Michele Gadda con Alex Lowes

La Yamaha corre ai ripari per riportare al successo Valentino Rossi. A partire dal prossimo GP a Silverstone, il 26 agosto, lo staff verrà irrobustito dall’arrivo di Michele Gadda (nella foto d’apertura con Alex Lowes)  con lo specifico compito di rimediare al ritardo nel settore elettronico che la squadra paga, in questo momento, a Ducati e Honda. Ecco chi è questo mago dei bit chiamato a dare una mano al Vale nazionale.

PROFILO – Michele Gadda si è laureato in ingegneria elettronica al politecnico di Milano, entrando subito nel mondo delle corse con la struttura Yamaha impegnata in Superbike. Vi è rimasto fino al 2011, poi è andato in BMW lavorando per Marco Melandri a fianco di Silvano Galbusera, che di Valentino Rossi è da molti anni il capo tecnico. Nel 2013 Gadda è passato alla Ducati, dov’è rimasto fino al 2016, sempre occupandosi della Superbike e diventando uno dei pupilli di Luigi Dall’Igna, gran capo delle competizioni. Nel 2017 è tornato a casa, cioè alla Yamaha Europa, diventando una figura chiave del progetto Superbike. A lungo la  YZF-R1, derivata dalla produzione di serie, è stata considerata la grande incompiuta del Mondiale   ma in questa stagione è esplosa centrando tre vittorie con Michael van der Mark (doppietta) e Alex Lowes. Adesso la Yamaha è la moto di riferimento della Superbike, forse superiore alla stessa Kawasaki che continua a vincere soprattutto grazie al talento di Jonathan Rea.

SVILUPPO  – I motivi di questo innesto sono evidenti: Gadda conosce da anni Silvano Galbusera, nonchè lo stato dell’arte del settore elettronico Yamaha, visto che fra i settori MotoGP e SBK c’è un continuo travaso di esperienze. Mentre nella top class centralina (Magneti Marelli) e base software sono comuni a tutti i team, in Superbike c’è massima libertà di sviluppo, riguardo a centralina (Yamaha usa comunque Marelli) e programmi di controllo. Quindi Gadda ha l’esperienza e le conoscenze opportune per provare a far uscire la squadra e Valentino Rossi dall’impasse tecnica in cui versano, specie in questo delicatissimo settore.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy