CIV Lorenzo Lanzi non molla “Con Tutapista BMW riconquisto il Mondiale”

CIV Lorenzo Lanzi non molla “Con Tutapista BMW riconquisto il Mondiale”

Il cesenate, 36 anni, punta sulla moto tedesca e l’appoggio di Dunlop e Bitubo per sbancare il tricolore e riprendere la strada Mondiale

Commenta per primo!

Ho 36 anni ma sto bene,  anzi benissimo. E non mollo, punto a vincere il campionato italiano per  tornare al Mondiale.

Lorenzo Lanzi sarà al via del CIV Superbike con la BMW schierata da Tutapista dal padovano Fabrizio Biason. E’ una squadra emergente, ma la piattaforma tecnica è solida: dietro ci sono BMW Italia e Rossano Innocenti, tecnico pisano che con la quattro cilindri tedesca è stato artefice dei trionfi Superstock di Ayrton Badovini e altri.

cover LL con TB
2006 Lanzi è in Ducati ufficiale con Bayliss

Se Lorenzo Lanzi fosse nato venti o trent’anni prima sarebbe diventato un personaggio pazzesco. Uno di quei piloti innamorati perdutamente della moto e del rischio, gente che amava fare tardi la sera  coi meccanici, cui piaceva parlare di tutto davanti a un bicchiere di vino, magari neanche uno soltanto. Romagnolo di montagna, Lorenzo è stato uno dei pochissimi a vincere nel Mondiale da debuttante. Era il 2005, Lanzi aveva 23 anni e con la Ducati sembrava destinato a diventare una stella in un’epoca di giganti come Bayliss, Haga e Corser. Invece il destino gli ha sbattuto in faccia tutto quello che poteva, un ventro contrario di avversità che avrebbero fatto passare la voglia a chiunque. A lui, macchè. Ogni volta Lanzi sparisce per un po’, poi riemerge con moto e squadre sconosciute e vince.

Si, ce l’ho fatta con ogni moto che ho guidato. Perfino con una Supersport che prima che arrivassi io stentata a qualificarsi (Assen 2012, ndr). Anche nel 2016 sono ripartito da zero con una squadra di appassionati, di gente che ama le corse come me. Nessuno ci avrebbe scommesso una lira. Ho vinto pure con loro.”

Mugello 2017 Il trionfo con BMW
Mugello 2017 Il trionfo con BMW

E che vittoria. Ottobre scorso, Mugello, una pioggia terrificante. Lanzi parte dal fondo, comincia a superarli come birilli e plana sotto il primo gradino del podio. Pochi attimi prima del via aveva fatto montare le Bridgestone, rinunciando alle Pirelli. “Tanto le gomme le pagavamo comunque, non avere appoggi e obblighi una volta tanto ci ha giocato a favore…

Lorenzo, perchè Tutapista?

Sarei rimasto volentieri con la squadra di anno scorso (il team TMF, ndr) ma non avevano il budget sufficiente per un programma vincente. Con Fabrizio Biason (principal di Tutapista, ndr) ci siamo trovati al volo. Mi sono portato dietro tutti gli uomini di fiducia, compreso Rossano (Innocenti, ndr), l’elettronico e tutto il resto. Partiamo con buone basi.”

Che gomme avrai?

“Saremo ufficiali Dunlop. Io sono un estimatore del monogomma, nel CIV 2016 le differenze tra chi aveva le Michelin e gli altri, compreso me, erano abissali. Sarei stato curioso di partire ogni volta alla pari. Dunlop ci darà il massimo appaggio e saremo coinvolti anche nello sviluppo.”

Perchè avete optato per le sospensioni Bitubo?

Lorenzo Lanzi nel 2005
Lorenzo Lanzi nel 2005

“Perchè è un’azienda seria che potrebbe rivelarsi il nostro asso nella manica. Ne ho di novità tecniche da sviluppare. E’ un puzzle interessante, se riusciamo a venirne a capo ci divertiamo…”

Contro Pirro ufficiale Ducati e Baiocco con l’Aprilia buon non sarà facile…

“Sono due piloti velocissimi, hanno grandi moto e team molto organizzati. Il CIV non è il British ma ormai ci siamo vicini, il livello sarà altissimo. No, non sarà affatto facile. Ma ci sono abituato, non ho mai imboccato strade spianate”.

A 36 anni come fai ad essere ancora così motivato?

“Due anni fa ero andato nell’IDM con la Ducati convinto che sarebbe stata la via giusta per tornare nel Mondiale. Non è andata come volevo (la squadra si è sciolta, ndr) ma io ci credo ancora. Non sono ingenuo, ho capito che nelle corse non vai da nessuna parte senza soldi, o gli appoggi giusti. E spesso io non ho avuto né l’uno né gli altri. Non ho più 18 anni, è difficile investire su uno di 36. Ma io vado forte. Ho ancora tanto da dire.”

Lorenzo Lanzi, la strepitosa rimonta al Mugello 2016

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy