Blog La Superbike a Monza? Ce la possiamo scordare

Blog La Superbike a Monza? Ce la possiamo scordare

Il ritorno del 24 luglio è già cancellato e non c’è futuro per le moto. Bocciati i lavori di modifica del tracciato.

6 commenti

Lunedi 11 aprile Andrea Dell’Orto, amministratore delegato dell’Autodromo,  in scadenza a giorni, ha convocato una conferenza stampa per dire che  “la Superbike si farà nel 2017” A corsedimoto risulta invece che….

MODIFICHE BOCCIATE – La realizzazione di un nuovo tratto di pista richiesto da Dorna per riportare la moto è stato bocciato su tutta la linea. La prima a mettersi di traverso è stata la Sovrintendenza: in un documento che La Gazzetta dello Sport ha potuto consultare,  si afferma che l’abbattimento di  circa mille alberi necessario per realizzare il nuovo tratto di pista (circa 400 metri) in sostituzione di prima variante e curvone, modificherebbe in maniera inaccettabile le caratteristiche di quella specifica area del Parco. Lo stesso ente non ritiene sufficiente il reimpianto nella zona dell’attuale Curvone, che tornerebbe boschiva.

Monza infoACI – Nei prossimi giorni il progetto realizzato da Jarno Zaffelli sarà all’esame della Commissione Circuiti dell’Aci e anche in quella sede è attesa una sonora bocciatura. I tecnici dell’automobilismo ritengono che la velocità di ingresso nel nuovo tratto  sarebbe eccessiva.  Il terzo ostacolo verrà dal nuovo CDA dell’Autodromo: a fine mese Dell’Orto verrà sostituito e la nuova gestione, controllata dalla stessa ACI, ha già dichiarato di non ritenere proficuo l’investimento dei 4-5 milioni € necessari per fare modifiche comunque sgradite alla F1.

ALTERNATIVA? – Quindi non c’è speranza. O forse si. L’unica possibilità di rivedere la Superbike a Monza è che la Dorna e la Federmoto Internazionale che deve rilasciare l’omologazione si facciano piacere il tracciato attuale, con la prima variante e il Curvone. Sarebbe un voltafaccia  non da poco, visto che il promoter spagnolo ha dichiarato più volte che senza adeguamenti  non sarebbe stato più possibile gareggiare su un tracciato da 205 km/h di media. Ma non c’è scelta: se la Superbike vuole a tutti costi tornare a Monza dovrà  fare un passo indietro.

6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. davidef_884 - 1 anno fa

    monza non era più la stessa dopo la modifica alla prima variante (richiesta dalla F1?). in quella staccata, il debuttante (o quasi) troy Bayliss fece capire che da lì in poi ci sarebbe stato un cattivo cliente per tutti. 😉 chi non lo conosce vada su youtube mettendo “Bayliss monza 2000”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marcogurrier_911 - 1 anno fa

      Impresa indimenticabile, certo, quella del “carrozziere”…così come è vero della perdita di identità progressivo di Monza
      Ci ho fatto mezzo turno e sono uscito….
      Trovo Imola molto più affascinante…
      Per la SBK trovo semplicemente assurdo E da stupidi non considerare autentiche PERLE quali Rijeka Brno, il Mugello stesso….quanto vorrei si tornasse alla gestione Flammini…o alla mia 😉 solo tracciati pericolosi, come la vera essenza pura del motorsport.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. marcogurrier_911 - 1 anno fa

    Buongiorno Dott.Gozzi,
    Il dispiacere è molto anche se non ho ben capito un paio di cose: il passo indietro che Lei cita è possibile?
    Inoltre negli ultimi due tre anni ho notato che il programma del autodromo di Monza si è assottigliato parecchio: di chi le responsabilità?
    Imola, tracciato che personalmente adoro, sotto l attuale gestione ha moltiplicato gli eventi; su tutti, anche se non pertinente alle due o quattro ruote, il concerto degli AcDc 15, che è stato un successo clamoroso, TV, più radio, biglietti record, ecc. Monza, invece, nel dimenticatoio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paolo Gozzi - 1 anno fa

      Salve, ad oggi – come rilevato nell’articolo – l’unica possibilità è che la FIM ri-omologhi il tracciato attuale, magari (sperabilmente) con qualche piccolo ritocco qua e là. Sempre opinione personale, nell’area esistente in prima variante forse (dico: forse) si potrebbe ricavare una linea di asfalto diversa per le moto, onde evitare i clamorosi grovigli che si sono più volte registrati alla partenza, lasciando in alterato l’attuale tracciato auto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. marcogurrier_911 - 1 anno fa

        Dato che la proprietà è di Yamaha, secondo Lei è impossibile che la Dorna prenda in considerazione Sugo? Perchè questa pista è uscita dal Mondiale?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Paolo Gozzi - 1 anno fa

          Salve, è uscita perchè le marche giapponesi nel 2002 voltarono faccia al Mondiale SBK in disaccordo con le scelte regolamentari dell’allora promoter Flammini. Ogni tanto si parla di ritorno in Giappone, la Dorna ha intenzione di portare la Superbike molto ad Est in futuro (Corea, Indonesia, Filippine…) magari rispunta fuori anche il Giappone. Saluti

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy