SUPERBIKE*IDM: schieramento competitivo nell’IDM Superstock

SUPERBIKE*IDM: schieramento competitivo nell’IDM Superstock

A dispetto della top class Superbike, nell’IDM Superstock ci sono tanti potenziali candidati a succedere a Mathieu Gines nell’albo d’oro della categoria

Commenta per primo!

Se nella top class Superbike lo schieramento langue con soli 7 iscritti confermati a poco meno di due mesi dal primo appuntamento stagionale in programma all’Eurospeedway di Lausitz, nell’IDM Superstock per il secondo anno consecutivo si registra un ‘pienone’ di partenti e, fatto per nulla secondario, di assoluto valore. L’inusuale scelta del promoter MotorEvent di non adottare una regolamentazione unica non ha pertanto scoraggiato squadre e piloti che hanno scelto la Superstock come palcoscenico ideale in termini di costi d’esercizio e possibilità di ben figurare.

Promosso alla Superbike con Van Zon Remeha BMW dopo il titolo conquistato lo scorso, Mathieu Gines non potrà pertanto difendere il #1 (virtuale) con tanti potenziali candidati a succedergli nell’albo d’oro. Specialista dell’IDM tra Supersport e Superbike nonchè parallelamente impegnato con Bolliger Switzerland nel FIM EWC, Roman Stamm si pone tra i favoriti con il team Kawasaki Schnock affiancato da Daniel Kartheininger, giovane promessa prodotto dell’IDM 125.

Nell’IDM Superstock saranno tuttavia impegnati anche i due top team della Superbike con piloti pronti a conquistare il titolo: Van Zon Remeha BMW (alpha Technik) farà affidamento sul rientrante Campione IDM Superstock 2014 Marco Nekvasil, su Jan Bühn (in trionfo lo scorso anno nell’IDM Supersport) e sul riconfermato Pepijn Bijsterbosch, mentre il Team MGM Yamaha affiderà una competitiva R1M per Lukas Trautmann, rivelazione del 2015 all’esordio con una 1000cc.

Sempre con Yamaha correrà Danny de Boer con il supporto dell’importatore olandese, discorso analogo per il connazionale Koen Zeelen (Team Benro Racing) mentre Jonas Geitner dalla Moto3 passerà alla STK1000 con una R1M del Freudenberg Racing Team. Chi ha tutto il potenziale per ambire al massimo traguardo è Dominik Vincon, “privato” di lusso e nel podio di campionato nel precedente biennio con BMW Stilgenbauer (team-concessionario a conduzione familiare), mentre su Kawasaki il Weber-Diener Racing Team farà affidamento sull’ex pilota del Mondiale Moto3 Luca Grünwald (2015 penalizzato da un brutto infortunio) e Stefan Kerschbaumer, trascorsi importanti tra le 600cc Supersport.

Se il Wilber BMW Racing Team ha deciso di affidarsi allo svizzero Colin Rossi, non ha trovato conferma dopo un problematico 2015 ed il titolo sfiorato (con una serie di vittorie all’attivo di classe) Lucy Glöckner. la vice-Campionessa 2014 è tuttora alla ricerca di una sistemazione con la possibilità di correre con una Yamaha R1M o una Suzuki GSX-R 1000.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy