Southern 100: Guy Martin è il nuovo “Solo Champion” in una giornata drammatica

Southern 100: Guy Martin è il nuovo “Solo Champion” in una giornata drammatica

Le gare in una giornata da dimenticare

Commenta per primo!

Una giornata tragica per un’edizione 2013 della Southern 100 al “Billown Circuit” dell’Isola di Man senza pace. Nel giorno del ritorno alla vittoria di Guy Martin, in trionfo nel “main event” laureandosi “Solo Champion” a 4 anni di distanza dall’affermazione del 2009, due Road Racers amanti della specialità, presenza fissa nelle corse su strada all’Isola di Man (e non sono), hanno perso la vita: il 23enne figlio d’arte Mark Madsen-Mygdal ed il 58enne Paul Thomas, passeggero del Sidecar Baker Yamaha #10 condotto da Nick Houghton, rispettivamente la seconda e terza vittima di un’edizione 2013 in lutto sin dall’inaugurale “serata” di attività del lunedì per la tragica scomparsa di David Jukes. A seguito del fatale incidente di Thomas alle 16:30 locali il Southern 100 Motorcycle Racing Club, organizzatore dell’evento, ha archiviato in anticipo il programma di attività con la disputa nella giornata di giovedì 11 luglio di sole 5 gare, con qualche risultato a sorpresa. Junior Consolation Support: Rad Hughes in volata su James Neesom Ad aprire le ostilità al “Billown Circuit” sono stati i piloti “ripescati” per la “Junior Consolation Support Race” risoltasi soltanto in volata a vantaggio di Rad Hughes, con la propria SuperTwins spinta dal propulsore 650cc Kawasaki in trionfo per l’esiguo margine di 104/1000 a scapito di James Neesom, insieme al terzo classificato Niklas Pfeiffer “compagni di fuga” sin dall’avvio per tutti e sei i giri in programma. Per Hughes una vittoria importante a seguito del promettente quinto posto dello scorso anno nella “Finale B” del Manx Grand Prix riservata ai “Newcomers”, favorito dall’uscita di scena del poleman Joe Faragher, fuori gioco addirittura nel corso della prima tornata del Billown Circuit. Da segnalare il quinto posto di Billy Cummins, padre di Connor, al via con la propria Kawasaki SuperTwins #38. Steam Packet Southern 100 International Road Races 2013 Classifica “Junior Consolation Support Race” (Gara A) 01- Rad Hughes – Kawasaki 650 – 6 giri in 16’31.870 (92.552 mph) 02- James Neesom – Kawasaki 650 – 6 giri in 16’31.974 (92.543 mph) 03- Niklas Pfeiffer – Kawasaki 650 – 6 giri in 16’32.824 (92.464 mph) 04- Jack Hunter – Kawasaki 650 – 6 giri in 16’42.936 (91.531 mph) 05- Billy Cummins – Kawasaki 650 – 6 giri in 16’51.023 (90.799 mph) 06- Dave Walsh – Kawasaki 650 – 6 giri in 16’51.180 (90.785 mph) 07- Stephen Ault – Kawasaki 650 – 6 giri in 17’05.159 (89.547 mph) 08- Dave Clarke – Kawasaki 650 – 6 giri in 17’54.135 (85.464 mph) 09- Leon Murphy – Kawasaki 400 – 6 giri in 17’54.572 (85.429 mph) 10- Harold Bromiley – Suzuki 650 – 6 giri in 17’54.881 (84.405 mph) 11- James Christie – Suzuki 650 – 6 giri in 18’01.732 (84.864 mph) 12- Stuart Noon – Suzuki 650 – 6 giri in 18’13.475 (83.953 mph) 13- Andrew Cowie – Honda 400 – 6 giri in 18’13.756 (83.931 mph) 14- Mark Barnford – Honda 400 – 6 giri in 18’24.757 (83.095 mph) 15- Peter McKillop – Honda RS125R – 6 giri in 18’24.999 (83.077 mph) 16- Tom Stanford – Honda RS125R – 6 giri in 18’25.717 (83.023 mph) Mark Madsen-Mygdal in azioneSupersport 600cc Gara B: tragica scomparsa di Mark Madsen-Mygdal Con Andy Soar vincitore in sella alla propria Suzuki GSX-R 600 con oltre 16″ di vantaggio rispetto a Joe Newbould, la “Race B” riservata alle 600cc Supersport ha visto il primo evento luttuoso della giornata con la tragica scomparsa di Mark Madsen-Mygdal, terzo ed in piena corsa per il podio, sfortunato protagonista di un fatale incidente alla “Stadium Corner” all’ottavo ed ultimo giro in programma. Figlio d’arte (suo padre Dave quest’anno ha raggiunto le 101 presenze al Tourist Trophy), 24esimo lunedì nella prima gara in programma e 17esimo ieri nella “Radcliffe Butchers 600cc Race”, Mark Madsen-Mygdal da diversi anni ormai era impegnato nelle corse su strada con il team “di famiglia” (il Mygdal Racing) vantando risultati apprezzabili in questa sua giovane carriera da Road Racer. Con la comunicazione della sua tragica scomparsa dichiarata alle 13:30 locali in punto dal Southern 100 Motorcycle Racing Club, l’ordine d’arrivo è stato definito in base alla graduatoria del 7° e penultimo giro della contesa con Andy Soar vincitore (e leader sin dal terzo passaggio) a precedere Joe Newbould e Michael Hofman (promosso, verrebbe da dire, suo malgrado a seguito dell’incidente di Madsen-Mygdal) ed il nostro Davide Ansaldi, all’esordio assoluto alla Southern 100, buon decimo con un miglior riferimento cronometrico del “Billown Circuit” in 2’36″77 a 97.591 mph (157.06 km/h) di media in sella alla propria Yamaha R6 numero 59. Steam Packet Southern 100 International Road Races 2013 Classifica “600cc Race B” (Gara 7B) 01- Andy Soar – Suzuki GSX-R 600 – 7 giri in 17’40.376 (101.002 mph) 02- Joe Newbould – Kawasaki ZX-6R – 7 giri in 17’56.837 (99.458 mph) 03- Michael Hofman – Kawasaki ZX-6R – 7 giri in 17’57.387 (99.407 mph) 04- Olaf Romijn – Honda CBR 600RR – 7 giri in 18’04.502 (98.755 mph) 05- James Neesom – Triumph Daytona 675 – 7 giri in 18’07.682 (98.466 mph) 06- Kevin Van Der Gulik – Suzuki GSX-R 600 – 7 giri in 18’10.989 (98.168 mph) 07- Matthys Van Neck – Yamaha YZF R6 – 7 giri in 18’36.921 (95.889 mph) 08- Tom Parkes – Triumph Daytona 675 – 7 giri in 18’38.650 (95.740 mph) 09- Rad Hughes – Suzuki GSX-R 600 – 7 giri in 18’39.449 (95.672 mph) 10- Davide Ansaldi – Yamaha YZF R6 – 7 giri in 18’39.757 (95.646 mph) 11- Thomas Gottschalk – Honda CBR 600RR – 7 giri in 18’43.659 (95.314 mph) 12- Andrew Sellars – Honda CBR 600RR – 7 giri in 18’44.763 (95.220 mph) 13- Gaz Evans – Suzuki GSX-R 600 – 7 giri in 18’47.937 (94.952 mph) 14- Billy Cummins – Yamaha YZF R6 – 7 giri in 18’48.572 (94.899 mph) 15- Matt Mylchreest – Honda CBR 600RR – 7 giri in 19’04.433 (93.583 mph) 16- Stephen Degnan – Suzuki GSX-R 600 – 7 giri in 19’18.852 (92.419 mph) 17- Robbie Lyall – Kawasaki ZX-6R – 7 giri in 19’30.718 (91.482 mph) 18- Darran Creer – Yamaha YZF R6 – 7 giri in 19’35.717 (91.093 mph) 19- Paddy Woodside – Suzuki GSX-R 600 – 7 giri in 19’36.642 (91.022 mph) 20- Marc Googon – Suzuki GSX-R 600 – 7 giri in 19’45.340 (90.354 mph) 21- John Coleman – Yamaha YZF R6 – 7 giri in 19’46.824 (90.241 mph) 22- Emmett Burke – Honda CBR 600RR – 7 giri in 19’47.382 (90.198 mph) 23- Neil Pearson – Kawasaki ZX-6R – 7 giri in 19’47.574 (90.184 mph) 24- Stephen Cobbold – Yamaha YZF R6 – 7 giri in 19’49.027 (90.074 mph) 25- Stuart Rayner – Kawasaki ZX-6R – 6 giri in 17’45.970 (86.119 mph) 26- Stephen Beattie – Triumph Daytona 675 – 6 giri in 17’58.264 (85.137 mph) La partenza di Gara 2 della SuperTwins250cc/650cc Gara 2: sensazionale vittoria di Dean Harrison Con il programma di attività rivisto per la scomparsa di Mark Madsen-Mygdal, alle 14:00 locali in punto i piloti iscritti alla seconda gara della classe SuperTwins (con l’innesto delle 250cc 2 tempi da Gran Premio) si sono confrontati nei 6 giri in programma con la riconferma del talento e potenziale (a maggior ragione guardando in prospettiva) di Dean Harrison. Astro nascente delle corse su strada, nella medesima categoria sul podio quest’anno al Lightweight TT, il portacolori RCExpress Racing si era presentato al via con il chiaro intento di “bissare” il trionfo conseguito ieri tra le 600cc Supersport, ma soprattutto rifarsi dopo la vittoria sfumata in Gara 1 tra le bicilindriche 650cc 4 tempi per soli 422/1000 a vantaggio di Jamie Hamilton: come si suol dire, “missione compiuta”. Liberatosi proprio del pupillo di Ryan Farquhar (soltanto terzo sul traguardo), il 24enne miglior “Newcomer” dell’edizione 2012 ha ben presto posto rimedio alla fuga iniziale dello specialista Ivan Lintin, al via con la Tigcraft 650 realizzata su base Suzuki SV650, ma battuto in un spettacolare ultimo giro culminato con il sorpasso vincente di Dean Harrison, non prima al quinto passaggio di aver fermato i cronometri sul 2’27″494 a 103.733 mph di media, nuovo primato assoluto per la categoria sotto di sostanzialmente 1″ al 2’28″417 (108.088 mph) fatto registrare mercoledì. Vittoria dunque, la seconda del meeting, per Dean Harrison, Ivan Lintin battuto per l’inezia di 6/10 a precedere le due Kawasaki ER6 del team KMR condotte da Jamie Hamilton e James Cowton, mentre tra le 250cc 2 tempi riconferma di Tom Snow, in trionfo con la propria Honda RS250 e decimo nell’assoluta. Steam Packet Southern 100 International Road Races 2013 Classifica “Ocean Ford 250cc/650cc Race” (Gara 8) 01- Dean Harrison – Kawasaki 650 – 6 giri in 14’58.722 (102.145 mph) 02- Ivan Lintin – Tigcraft 650 – 6 giri in 14’59.334 (102.076 mph) 03- Jamie Hamilton – Kawasaki 650 – 6 giri in 15’10.519 (100.822 mph) 04- James Cowton – Kawasaki 650 – 6 giri in 15’15.470 (100.276 mph) 05- Chris Palmer – Kawasaki 650 – 6 giri in 15’26.511 (99.081 mph) 06- Russ Mountford – Kawasaki 650 – 6 giri in 15’26.754 (99.055 mph) 07- Tim Poole – Kawasaki 650 – 6 giri in 15’40.874 (97.569 mph) 08- Adrian Harrison – Kawasaki 650 – 6 giri in 15’58.260 (95.799 mph) 09- John Barton – Kawasaki 650 – 6 giri in 16’00.875 (95.538 mph) 10- Tom Snow – Honda RS250 – 6 giri in 16’02.887 (95.338 mph) 11- Colin Stephenson – Suzuki 650 – 6 giri in 16’12.873 (94.360 mph) 12- Mark Parrett – Kawasaki 650 – 6 giri in 16’12.907 (94.356 mph) 13- Joe Faragher – Kawasaki 650 – 6 giri in 16’22.690 (93.417 mph) 14- Niklas Pfeiffer – Kawasaki 650 – 6 giri in 16’24.562 (93.239 mph) 15- Callum Laidlaw – Suzuki 650 – 6 giri in 16’26.596 (93.047 mph) 16- Rad Hughes – Kawasaki 650 – 6 giri in 16’42.744 (91.549 mph) 17- Paul Robinson – Honda RS250 – 6 giri in 16’56.456 (90.314 mph) 18- Jack Hunter – Kawasaki 650 – 6 giri in 17’03.570 (89.686 mph) 19- Dave Walsh – Kawasaki 650 – 6 giri in 17’07.513 (89.342 mph) Guy Martin a confronto con Dean HarrisonSolo Championship: il “ritorno” di Guy Martin Non era iniziato benissimo la giornata di Guy Martin. Un problema tecnico alla propria Suzuki GSX-R 600 l’aveva costretto ad annunciare il forfait per la seconda gara riservata alla classe Supersport (successivamente non disputatsi), con quasi l’imperativo di dover dare il tutto-e-per-tutto nel “main event” della Southern 100, la “Solo Championship Race” con l’ambito e prestigioso titolo di “Campione” dell’evento in palio. A distanza di 4 anni dall’affermazione conseguita nel 2009 con Hydrex Honda al culmine di una memorabile volata con Ryan Farquhar, nonostante due avversari di rilievo come Michael Dunlop (2 vittorie nelle prime 2 gare) ed il poleman Dean Harrison, il portacolori TAS Suzuki è tornato sul gradino più alto del podio grazie ad una corsa capolavoro. Costretto ad inseguire nelle fasi iniziali la Fireblade #1 di “Micky D” schierata da Honda TT Legends, al giro di boa della contesa il 31enne di Kirmington ha cambiato passo: nuovo primato assoluto in 2’13″923 a 114.245 mph (183.86 km/h) di media al 5° giro, sorpasso e vittoria nonostante un risicato margine di soli 4/10 rispetto a Michael Dunlop, per una volta (la seconda considerato il Senior TT) “battuto” in un 2013 sin qui memorabile. Meritato successo di Guy Martin con Michael Dunlop (Honda TT Legends) e Dean Harrison (Kawasaki Ninja ZX-10R del RCExpress Racing) a completare il podio distanziando nell’ordine Jamie Hamilton (KMR Kawasaki) ed il tuttora recordman del Billown Circuit e della Southern 100 con 32 affermazioni all’attivo Ian Lougher. Steam Packet Southern 100 International Road Races 2013 Classifica “Manx Gas Solo Championship Race” (Gara 10) 01- Guy Martin – Suzuki GSX-R 1000 – 8 giri in 18’07.864 (112.514 mph) 02- Michael Dunlop – Honda CBR 1000RR – 8 giri in 18’08.318 (112.467 mph) 03- Dean Harrison – Kawasaki ZX-10R – 8 giri in 18’26.222 (110.647 mph) 04- Jamie Hamilton – Kawasaki ZX-10R – 8 giri in 18’43.467 (108.948 mph) 05- Ian Lougher – Honda CBR 1000RR – 8 giri in 18’53.672 (107.968 mph) 06- Russ Mountford – Kawasaki ZX-10R – 8 giri in 19’18.955 (105.612 mph) 07- James Cowton – Honda CBR 600RR – 8 giri in 19’25.277 (105.039 mph) 08- Paul Shoesmith – BMW S1000RR – 8 giri in 19’36.286 (104.056 mph) 09- Ty Jones – Suzuki GSX-R 1000 – 8 giri in 19’36.456 (104.041 mph) 10- Tim Poole – Kawasaki ZX-6R – 8 giri in 19’36.517 (104.036 mph) 11- Seamus Elliott – Yamaha YZF R6 – 8 giri in 19’41.820 (103.569 mph) 12- Andy Soar – Suzuki GSX-R 750 – 8 giri in 19’42.077 (103.547 mph) 13- Jochen Van Der Hoek – Yamaha YZF R1 – 8 giri in 20’04.265 (101.639 mph) 14- Mark Parrett – Yamaha YZF R6 – 8 giri in 20’05.532 (101.532 mph) 15- Stephen McKnight – Yamaha YZF R6 – 8 giri in 20’07.487 (101.368 mph) 16- Mark Goodings – Kawasaki ZX-6R – 8 giri in 20’08.095 (101.316 mph) 17- Colin Stephenson – Yamaha YZF R6 – 8 giri in 20’14.318 (100.797 mph) 18- Dennis Booth – Suzuki GSX-R 1000 – 8 giri in 20’15.025 (100.739 mph) 19- Olaf Romijn – Suzuki GSX-R 1000 – 8 giri in 20’15.681 (100.684 mph) 20- Callum Laidlaw – Honda CBR 1000RR – 8 giri in 20’21.851 (100.176 mph) Nuovo successo per Tim Reeves e Dan SayleSidecar Gara 2: bis di Tim Reeves/Dan Sayle, fatale incidente di Paul Thomas In una corsa che ha visto il terzo successo in quattro gare nell’ultimo biennio alla Southern 100 dell’ormai rodato equipaggio formato dal quattro volte Campione del Mondo Tim Reeves e dal pluri-decorato “secondino” Dan Sayle, Gara 2 dei Sidecar ha visto il secondo, drammatico incidente della giornata alla “Osborne’s” con sfortunato protagonista Paul Thomas, 58enne passeggero del Sidecar Baker Yamaha #10 condotto da Nick Houghton, da diversi anni presenza fissa nelle gare dei “tre ruote” all’Isola di Man. In quello che è stata a tutti gli effetti l’evento di chiusura del meeting, il nostro Ernesto Ascierto, passeggero del Sidecar AWR Yamaha #27 condotto da Alan Warden, ha concluso in 18esima posizione dopo il 15esimo posto conseguito martedì in Gara 1. Steam Packet Southern 100 International Road Races 2013 Classifica “Petrochem Carless Fuels Sidecar Championship Race” (Gara 11) 01- Tim Reeves/Dan Sayle – LCR Honda 600 – 6 giri in 15’45.803 (97.060 mph) 02- Ben Birchall/Tom Birchall – LCR Honda 600 – 6 giri in 15’45.921 (97.048 mph) 03- Ian Bell/Carl Bell – LCR Yamaha 600 – 6 giri in 15’47.896 (96.846 mph) 04- Gary Bryan/Jamie Winn – Baker Honda 600 – 6 giri in 15’54.525 (96.173 mph) 05- Conrad Harrison/Dipash Chauhan – Shelbourne Honda 600 – 6 giri in 16’03.582 (95.269 mph) 06- Greg Lambert/Kenny Cole – GLR Honda 600 – 6 giri in 16’05.156 (95.114 mph) 07- Wayne Lockey/Luke Capewell – Ireson Honda 600 – 6 giri in 16’05.414 (95.089 mph) 08- Dean Lindley/Jason O’Connor – LCR Suzuki 600 – 6 giri in 16’17.684 (93.895 mph) 09- Karl Bennet/Lee Cain – DMR Kawasaki 600 – 6 giri in 16’27.865 (92.928 mph) 10- Darren Hope/Paul Bumfrey – DMR Kawasaki – 6 giri in 16’43.660 (91.465 mph) 11- Gordon Shand/Phil Hyde – Shand Suzuki 600 – 6 giri in 16’47.765 (91.093 mph) 12- Roy Hanks/Kevin Perry – Molyneux Rose Suzuki 599 – 6 giri in 16’54.270 (90.508 mph) 13- David Lillie/Ben Chandley – DMR Yamaha 600 – 6 giri in 17’22.565 (88.052 mph) 14- Horst Walczak/Andrew Miller – Ireson Honda 600 – 6 giri in 17’31.026 (87.343 mph) 15- Debbie Barron/Stephen Cowin – Kawasaki 600 – 6 giri in 18’08.950 (84.301 mph) 16- Stuart Stobbart/Robert Lunt – Baker Suzuki 600 – 6 giri in 18’11.772 (84.083 mph) 17- Nigel Smith/Chris McGahan – Ireson Honda 599 – 6 giri in 18’31.083 (82.622 mph) 18- Alan Warden/Ernesto Ascierto – AWR Yamaha 600 – 6 giri in 18’41.925 (81.824 mph) Con questa luttuosa giornata, nel ricordo di David Jukes, Mark Madsen-Mygdal e Paul Thompson, l’appuntamento con la Southern 100 è rimandato al luglio 2014 sempre al “Billown Circuit” 4.250 miglia dell’Isola di Man. (Photo Courtesy TAS Suzuki, @IOMTTPhotos, Southern 100 Isle of Man, Superbike News).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy