125cc: Valencia l’ultima della categoria con Terol Vs Zarco

125cc: Valencia l’ultima della categoria con Terol Vs Zarco

Titolo mondiale in palio prima di lasciar spazio alla Moto3

Commenta per primo!

Domenica 6 novembre, intorno a mezzogiorno, si chiuderà una storia lunga 52 anni. La classe 125cc all’Autodromo Ricardo Tormo di Valencia abbandonerà definitivamente il circus del Motomondiale, unica cilindrata “superstite” dal 1949 ad oggi, al suo ultimo Gran Premio prima di lasciar spazio all’inedita Moto3 seguendo la formula 250cc 4 tempi. La ottavo di litro, che continuerà a vivere nei campionati nazionali di Italia, Spagna, Gran Bretagna, Germania e Francia, lascerà il ruolo di “entry class” e, per definizione, di “palestra dei campioni”, proponendo un’ultima sfida da brivido che vale il titolo mondiale. Terol, a dispetto delle premesse iniziali di un 2011 da vivere da assoluto dominatore, si presenterà con soli 20 punti di vantaggio nei confronti di un rimontante Zarco, complice il frenetico epilogo della gara di Sepang. Centrare il traguardo finale risulta, sulla carta, un obiettivo ampiamente alla portata del buon Nico Terol, già vice-campione del mondo in carica, che potrebbe accontentarsi di un misero 11° posto per celebrare la conquista del primo titolo iridato in carriera. D’altro canto Johann Zarco può solo vincere e sperare: non il massimo in casa dei piloti iberici, con il pronostico che gioca nettamente a sfavore del portacolori Derbi Ajo Motorsport. Un destino apparentemente segnato, ma come si è potuto evincere negli ultimi round la 125cc riserva sempre emozioni e, soprattutto, colpi di scena, seguendo la direttiva del “Everything can happen”: tutto, ma proprio tutto, può davvero succedere anche a Valencia. Immortale 125cc, la classe dei campioni che chiuderà i battenti con Angel Nieto imprendibile a quota 62 successi seguito, a distanza, dai nostri Carlo Ubbiali (pluri-iridato, 26 vittorie), Pierpaolo Bianchi (24), Luigi Taveri (22) e Fausto Gresini a quota 21, specialisti (e non) di una categoria che nell’ultimo ventennio ha regalato titoli a raffica alla Aprilia che, insieme alla “sorella” Derbi, staccherà l’ultimo gettone di presenza nel Motomondiale in attesa di nuovi programmi. Nella Moto3 che verrà ritroveremo, già a partire dai test di lunedì 7, costruttori come Honda (la NSF250R è la più desiderata), KTM, Mahindra, Oral e tanti altri progetti in via di definizione a dare nuova linfa tecnica e/o sportiva alla entry class. Tornando al presente, Cheste oltre al confronto che vale il titolo iridato presenta un bel duello per la terza posizione in campionato tra il baby-fenomeno Maverick Vinales (vincitore a Sepang ed in precedenza ad Assen e Le Mans) e Sandro Cortese, separati da soli 2 punti a vantaggio del pilota tedesco, ma con l’ex Campione Europeo e del CEV 125 in grandissima condizione: si è laureato “Rookie of the Year” con 4 prove d’anticipo, è stato insignito dai suoi colleghi piloti del “Michel Metraux Trophy”, vanta già un contratto biennale con il BQR Team per correre, su Honda, il mondiale Moto3 2012. Un futuro radioso per il giovane e talentuoso “Mack” in una 125cc che potrebbe riservare qualche sorpresa in un tracciato “corto” e “tortuoso” come Cheste: Efren Vazquez, che ha divorziato dal suo storico manager Herri Torrontegui, cerca la prima vittoria per assicurarsi budget ed un 2012 vincente; già sicuro del rinnovo con Aspar invece Hector Faubel, fedele “scudiero” per tutto l’anno di Terol. Da seguire con interesse anche altri piloti di casa come Luis Salom (2011 apprezzabile con l’esordiente RW Racing GP, “costola” del Molenaar Racing), l’ex campione del CEV e Rookie of the Year Alberto Moncayo (protagonista con la Aprilia di Andalucia Banca Civica, richiestissimo da Aspar per il 2012), senza scordarci degli altri due piloti dell’Ajo Motorsport in veste Red Bull Jonas Folger (su RSA) e Danny Kent (con la “vecchia” RSW) che l’anno prossimo potranno contare sulle KTM M32 ufficiali. Nella sfida che vale la top-10 logicamente non ci si può scordare del terzo alfiere di Aspar Adrian Martin, ma anche delle Mahindra di Marcel Schrotter (nel 2009 seconda fila con una Honda da museo) e Danny Webb più l’ex Campione della Red Bull Rookies Cup Jakub Kornfeil (Ongetta Centro Seta), Louis Rossi (convincente/sorprendente con la RSW preparata da Matteoni) e, perchè no, del malese Zulfahmi Khairuddin che a Sepang, in casa, ha concluso settimo tra lo stupore generale. Se cinque wild card (gli iberici Dani Ruiz e Juanfran Guevara, il danese Emil Petersen, il britannico John McPhee ed il tedesco Kevin Hanus) prenderanno il via, logico attendersi a Valencia su di un tracciato che ha ospitato i test invernali una bella prova dei nostri portabandiera. La coppia del Team Italia FMI composta da Luigi Morciano e Alessandro Tonucci va alla caccia di punti mondiali, cercano una prestazione convincente Manuel Tatasciore (sostituto di Simone Grotzkyj Giorgi al Phonica Racing) ed il ticinese Marco Colandrea, da Phillip Island con il WTR Ten10 Racing. Il tutto aspettando il 2012 che verrà con l’inedita Moto3, senza scordarci di quanto ha dato una 125cc davvero.. immortale. Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy