MotoGP Austin Prove 3: sempre Marc Marquez al comando

MotoGP Austin Prove 3: sempre Marc Marquez al comando

Tripletta Honda, Dovizioso 4°, Iannone 6°, Rossi nel Q2

Commenta per primo!

Una certezza al Circuit of the Americas di Austin ed in termini assoluti: Marc Marquez. Da Campione del Mondo in carica, da vincitore della prima gara in Australia, sul tracciato dove lo scorso anno al secondo gettone di presenza nella top class si aggiudicò pole e vittoria, il fenomeno di Cervera si è riconfermato nella terza sessione di prove libere del Red Bull Grand Prix of the Americas 2014, turno decisivo per determinare i 10 piloti ammessi di diritto al “Q2” delle qualifiche ufficiali.

Leader delle prime due sessioni, in 2’03″046 (e con gomma dura!) il portacolori Repsol Honda ha conquistato nuovamente la leadership nella graduatoria dei tempi lasciando ad oltre 7/10 (!) Stefan Bradl, a 0″888 (!!) il proprio compagno di suqadra Dani Pedrosa, terzo a completare una tripletta Honda. Le RC213V “Factory”, a maggior ragione se “ben guidate”, sembrano avere qualcosa in più sul tracciato texano per una “Q2” che si prospetta avvincente con potenziali intromisioni nelle posizioni che contano delle Ducati Desmosedici GP14 “Factory con concessioni Open” (gomma “Soft” in primis) affidate ad Andrea Dovizioso e Andrea Iannone, ripettivamente 4° e 6°, qualificatisi alla decisiva sessione insieme a Cal Crutchlow (10°).

Hanno centrato questo traguardo il poker di Yamaha tra il Team Factory e Tech 3: Bradley Smith 5° precede Jorge Lorenzo (7°), Valentino Rossi 9° (e 10° della FP3) accusa 1″265 dalla vetta e si ritrova preceduto anche da Pol Espargaro, 8° estromettendo il fratello Aleix (12° nella “combinata”), costretto a passar per la “tagliola” del Q1 insieme ad Alvaro Bautista (11°) così come il nostro Danilo Petrucci, 20° (19° in questa sessione) con la ART di Iodaracing Project.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy