MotoGP Valentino Rossi “Nessuno mi ha ancora fatto smettere”

MotoGP Valentino Rossi “Nessuno mi ha ancora fatto smettere”

La Gazzetta dello Sport apre l’edizione di venerdi 27 gennaio con due pagine dedicate al campionissimo.

Commenta per primo!

Un Valentino Rossi esclusivo e a 360 gradi apre La Gazzetta dello Sport di venerdi 27 gennaio. Un’intervista a tutto tondo, firmata da Paolo Ianieri, tocca tanti elementi della vita, della carriera e degli affetti del nove volte campione del Mondo. Che lunedi torna in pista a Sepang (Malesia) per preparare la 22° stagione iridata. Con il decimo titolo nel mirino. Ecco alcuni stralci dell’intervista.

Per Claudio Domenicali, AD Ducati, se Lorenzo andrà meglio di lei con la Ducati sarà imbarazzante.

Si, l’ho letto, Non so cosa commentare…(risata fragorosa)”

Jorge Lorenzo in tuta Ducati che effetto le fa?

“Nessun effetto, ma sono curioso di vedere come andrà. Vedere se sarà,  e quanto, competitivo, sarà una delle cose belle di quest’anno.”

Vinales invece è…

“Una bella bega. Speravo che fosse un pò peggio di Lorenzo, invece è andato subito fortissimo e ora spero non sia meglio.”

Rischia di perderci nel cambio?

“Eh, non lo so, Vinales è più giovane, una generazione anche dopo Lorenzo. Grandissimo pilota Jorge, spero Maverick non sia ancora più forte.”

Quando arriverà il momento di dire basta sarà perchè lo deciderà lei, non ottenendo più certi risultati,  o perchè un pilota la costringerà a fermarsi?

“Ho avuto avversari fortissimi in carriera e non mi ha fatto smettere nessuno, quindi… penso che non succederà ora. O almeno lo spero. Dipenderà dai risultati.”

In Italia è un tutto contro tutti, l’Europa sta andando allo sfascio, Trump è stato eletto presidente degli Stati Uniti. Non le fa un pò paura questo mondo?

Beh, bisogna sempre provare a guardare dove viviamo e soprattutto dove andremo. La situazione è abbastanza preoccupante, si, speriamo si riesca almeno a sopravvivere.” 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy