MotoGP Sachsenring Conferenza stampa, le parole dei protagonisti

MotoGP Sachsenring Conferenza stampa, le parole dei protagonisti

I piloti MotoGP Andrea Dovizioso, Maverick Vinales, Valentino Rossi, Marc Marquez, Danilo Petrucci e Jonas Folger protagonisti della conferenza stampa al Sachsenring.

Si apre l’ultimo weekend di questa prima parte di stagione, di scena sul tracciato tedesco del Sachsenring, con la tradizionale conferenza stampa inaugurale: hanno preso parte all’evento il nuovo leader iridato Andrea Dovizioso, Maverick Vinales, Marc Marquez, il fresco vincitore di Assen Valentino Rossi, Danilo Petrucci ed il pilota di casa Jonas Folger. (Qui la programmazione TV)

Si comincia con Andrea Dovizioso, che si gode la leadership in classifica piloti: “Si tratta di una situazione strana soprattutto per me, trovarmi primo dopo otto gare è davvero un sogno. Stiamo lavorando tanto ogni gara, così come abbiamo fatto anche ad Assen: siamo scesi in pista con un set up differente e, anche se all’inizio non mi sentivo bene, poi sono riuscito a marcare buoni tempi. Un quinto posto forse è stato un po’ deludente visto che ero nel primo gruppo, ma abbiamo trovato condizioni difficili e c’era da considerare il degrado delle gomme, quindi ho deciso non prendere troppi rischi. Quello del Sachsenring è un tracciato diverso, ma ho un buon feeling sia con la moto che con il team. L’asfalto quest’anno sarà diverso e Michelin non ha mai testato qui: dovremo provare le gomme e considerare che domenica potrebbe piovere, quindi potrebbe succedere di tutto!”

Maverick Vinales vuole dimenticare al più presto lo zero con cui ha chiuso la tappa ad Assen, in seguito ad un incidente da brividi per la vicinanza con Dovizioso che l’ha fortunatamente evitato: “Sono stato fortunato, Andrea non mi ha colpito per un niente, altrimenti non sarei qui al Sschsenring. Sappiamo che siamo competitivi e che possiamo tornare a lottare da subito con i primi. È vero che abbiamo commesso tanti errori quest’anno, situazioni dalle quali dobbiamo solo imparare. Il tempo sarà instabile, secondo quanto detto dovrebbe piovere e siamo migliorati in quelle circostanza, quindi possiamo dire la nostra. L’anno scorso ero forte qui e secondo me questo è un tracciato che si adatta al mio stile di guida, ma dobbiamo fare bene soprattutto nelle qualifiche e non ritrovarci undicesimi come ad Assen. Dobbiamo imparare ad essere competitivi in ogni situazione.”

Marc Marquez da quattro anni è il vincitore incontrastato al Sachsenring e vuole continuare a mantenere questa tendenza: “In queste ultime stagioni Honda ha ottenuto tanti bei risultati, ma quest’anno l’asfalto è diverso è sarà una delle incognite, così come il meteo. Ad Assen siamo riusciti a chiudere il weekend in maniera positiva, recuperando punti al leader, ma qui sarà un’altra storia, vedremo cosa riusciremo a fare. Quest’anno è difficile fare pronostici per il campionato: dopo poche gare ero quasi fuori dalla lotta iridata, mentre ora sono a pochi punti dal nuovo leader Dovi. Dobbiamo rimanere concentrati e continuare a lavorare con la stessa mentalità.”

Valentino Rossi, tornato alla vittoria dopo più di un anno di digiuno, guarda con ottimismo all’appuntamento tedesco: “Sono davvero contento di questa vittoria, arrivata dopo più di anno dalla precedente a Barcellona, ed è importante per il campionato, visto che in questo momento ci sono tanti piloti e moto diversi tutti vicini tra loro. Ogni gara è una storia differente ed il campionato è aperto. Ora arriviamo al Sachsenring, un tracciato diverso da quello di Assen, e le previsioni del tempo chiamano pioggia in questi giorni, ma noi dobbiamo essere a posto in tutte le condizioni, anche nell’eventualità di una gara flag-to-flag. L’anno scorso non ero così male né su bagnato né su asciutto, ma è stata una gara caotica e speriamo in non trovare condizioni intermedie.

Reduce da un nuovo combattuto podio ad Assen, Danilo Petrucci (qui la nostra intervista) arriva al Sachsenring con maggiore fiducia: “Se devo essere sincero non mi aspettavo di essere così veloce ad Assen in condizioni di asciutto. La poca pioggia caduta poi negli ultimi giri non mi ha creato problemi, anzi vorrei dire che mi ha aiutato. La moto sta andando bene e qui l’anno scorso eravamo competitivi su pista asciutta, anche se poi sono caduto. Dovremo tenere in considerazione il nuovo asfalto che secondo me farà molta differenza, ma sarà così per tutti. In ogni caso, è emozionante trovarmi a lottare con i piloti più veloci ed in classifica iridata non sono lontano da Pedrosa che è quinto. L’obiettivo rimane quello di finire sempre le gare, poi vedremo.”

L’esordiente Jonas Folger si prepara ad affrontare per la prima volta il pubblico di casa in sella ad una MotoGP: “Sono molto contento di essere qui, è davvero bello sentire il supporto dei fan. La nostra stagione è iniziata davvero bene: all’inizio pensavamo solo ad entrare in top ten, ma le cose sono andate ancora meglio e le aspettative sono aumentate, tanto da puntare sempre alla top 5. Non sarà facile, anche perché in condizioni differenti cambia il comportamento della moto: mi serve un po’ più di esperienza ma possiamo fare un buon lavoro. Nel corso dell’inverno non sapevo se il salto in MotoGP era la scelta giusta, ma alla fine stiamo lavorando bene e sto realizzando continui progressi”

Si passa infine al momento delle domande dai social, iniziando dal nuovo leader iridato Dovizioso: anche se è un pilota famoso, la sua fidanzata lo costringe ad impegnarsi anche nei lavori domestici? “Certo, ma è giusto che sia così!” risponde ‘Dovi’ ridendo, “io sono bravo, faccio un po’ di tutto in casa.” Tocca poi a Vinales: che pilota sceglierebbe nel nuovo gioco MotoGP17, escludendo se stesso? “Non so, penso un pilota Yamaha” è la risposta. Una fan invece vuole sapere come Rossi ha speso il primo stipendo da pilota nel Motomondiale: “Penso di essermi preso la mia prima macchina. Avevo 18 anni e mi sono comprato una Subaru.”

Arriva poi una domanda per Marquez: a fine carriera in MotoGP, preferirebbe investire in una Riders Academy, correre in Superbike o lavorare nella Direzione Gara? “Quest’ultima no!” è la risposta immediata del campione del mondo, che poi specifica che “penso che preferirei fondare una Riders Academy, mi piace lavorare con i ragazzini.” L’attenzione si sposta poi su Petrucci: se la sua ragazza gli chiedesse di smettere di correre, cosa farebbe? Il pilota ternano non ha dubbi: “La lascerei! Oppure le direi di andare lei al lavoro al mio posto, dobbiamo pur vivere in qualche modo!” scatenando l’ilarità dei presenti. Per concludere, Folger chi porterebbe all’Oktoberfest? “Penso Valentino, Johann… Ma tutti quanti, così posso mostrare loro la nostra festa.”

 MotoGP Sachsenring Gli orari TV su Sky HDMotoGP e TV8

MotoGP Sachsenring Tutti i motivi del GP

MotoGP Sachsenring Asfalto nuovo, rebus gomme

MotoGP Andrea Dovizioso li può fregare tutti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy