MotoGP, Andrea Dovizioso guarda al futuro: “Dobbiamo migliorare il turning”

MotoGP, Andrea Dovizioso guarda al futuro: “Dobbiamo migliorare il turning”

Andrea Dovizioso vince la quarta gara nella stagione 2018, ma detta la linea per il futuro: “Stiamo lavorando per migliorare il turning, ma ci vuole tempo”.

di Luigi Ciamburro
Andrea Dovizioso

Quarta vittoria stagionale per Andrea Dovizioso che a Valencia corre più veloce della pioggia, riesce a restare in piedi là dove in tanti cadono come birilli. In un Gran Premio sui generis, con un tracciato al limite del possibile e costellato di pericolose pozzanghere, il forlivese non ha mai rallentato il suo ritmo di gara, ha avuto il coraggio di alzare il braccio per chiedere l’interruzione della gara mentre era in testa e spinto i commissari ad alzare bandiera rossa.

DOVIZIOSO VOLA SOTTO LA PIOGGIA – Alla ripresa giusto il tempo di scaldare le gomme nuove e ha divorato la Suzuki di Alex Rins prima di prendere il volo e divenire imprendibile per tutti gli inseguitori, viaggiando su tempi impossibili agli altri (1’42” basso). “Nei primi giri Rins ci ha messo tutti in crisi, ma sono riuscito a stare tranquillo e a non farmi prendere dalla foga e piano piano sono riuscito a riprenderlo. Solo che Valentino stava arrivando davvero forte e ho cercato di continuare a spingere senza prendermi troppi rischi, con la pista che peggiorava a causa dell’aquaplaning. Anche stavolta siamo riusciti a fare un passo in avanti tra gara 1 e gara 2, abbiamo fatto un piccolo cambiamento sulla moto perché Valentino andava troppo forte in frenata e in inserimento. Abbiamo cambiato la gomma morbida sul davanti ma secondo me non è cambiato nulla, ma la modifica mi ha permesso di guadagnare al posteriore. Rispetto a Rins e Valentino noi siamo riusciti a risparmiare le gomme nel week-end, loro no, piccole decisioni fanno la differenza…“.

NULLA DI NUOVO NEL TEST DI VALENCIA – Andrea Dovizioso chiude una stupenda stagione al secondo posto, vincendo la sfida contro Jorge Lorenzo sebbene il maiorchino sia stato sfortunato nel finale di campionato. “E’ stato un anno di alti e bassi, quando eravamo sui bassi siamo però riusciti ad andare in su, più della prima gara in Qatar, per questo sono contento di come è andata in questa stagione. Da Brno ad oggi arriviamo molto competitivi e siamo fiduciosi per il prossimo anno”. Martedì ci sarà un antipasto di 2019 nei due giorni di test qui al Ricardo Tormo, non sarà l’occasione giusta per fare un ulteriore step: “Spero di trovare un turning spettacolare, ma non è possibile nel nostro sport, perché questi aspetti, soprattutto quando hai una base buona come la nostra, riesci a migliorarli molto lentamente. Ci stiamo lavorando da un pezzo, siamo riusciti a migliorare un po’ e siamo focalizzati su questo. Quello che avremo di nuovo non credo ci faccia fare la differenza, bisogna lavorare sulle rifiniture e cercare di capire per dare la direzione. Avere miglioramenti già da martedì sarebbe troppo bello“,

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy