Moto3: Maria Herrera senza una moto ”Situazione difficile e con poche speranze”

Moto3: Maria Herrera senza una moto ”Situazione difficile e con poche speranze”

A poco più di 1 mese dal via del Mondiale Moto3 Maria Herrera si ritrova senza una moto e budget a seguito dell’uscita di scena del Team LaGlisse

Non è una bella situazione. Mi trovo adesso senza una moto e quindi senza la possibilità di competere nel Mondiale. Stiamo lavorando per risolvere la situazione, vedremo cosa succederà“. Il futuro della giovane María Herrera al momento è davvero incerto, visto che il Team LaGlisse, con cui ha disputato la sua prima stagione nel Mondiale Moto3, è fuori dai giochi per problemi economici. Manca davvero poco ai primi test e la pilota spera di trovare una sella per il 2016, anche se al momento è difficile. La spagnola è stata intervistata in questi giorni da Radio Cadena SER, raccontando come sono andate le cose e con la speranza di essere in griglia di partenza in Qatar, anche se i tempi sono molto stretti.

Il punto è che è tardi adesso“, ha dichiarato l’ex protagonista del CEV Moto3, serie dove si è giocata il titolo 2013 con complessivamente 3 vittorie all’attivo. “Mio padre sta facendo tutto il possibile per permettermi di esserci: non so con chi, ma ci sono alcuni team con cui sta parlando, anche se la speranza al momento è davvero minima. Sono delusa“, ha continuato poi, “Avevo un contratto di due anni, e quest’anno non dovevamo pagare niente, ma c’è stato qualche problema con gli sponsor ed anche il fatto che Repsol lasci il Mondiale per concentrarsi sul CEV ha influito non poco“.

Ma non è solo la sua famiglia a cercare di aiutarla. “Ho corso con KTM (brand Husqvarna, ndr) l’anno scorso, anche loro stanno cercando di darmi una mano, così come Dorna. Tutti stanno lavorando molto per questo, ma il tempo è limitato, visto che a breve cominciano i test!“. Non manca anche il supporto di fan o semplici appassionati di Motomondiale: “Sto ricevendo molti messaggi in questi giorni, fa piacere“.

Non smetteremo di lottare” ha dichiarato poi il padre, Antonio Herrera. “Abbiamo bisogno dell’appoggio di tutte le persone coinvolte in questo sport. María si è guadagnata il rispetto dei rivali ed è un punto di riferimento per il motociclismo spagnolo“.

Solo venerdì scorso si è venuti a conoscenza dei problemi economici del Team LaGlisse, cosa che ha spiazzato un po’ tutti, anche perché a breve cominciano i test ufficiali. “Adesso le squadre sono formate e la situazione è complicata“, ha ammesso il padre della pilota, “ma faremo di tutto per farla rimanere dove merita di essere. Abbiamo perso anche l’appoggio di Repsol, ma continueremo. María non si arrende“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy