MotoAmerica Supersport: Valentin Debise con M4 Suzuki

MotoAmerica Supersport: Valentin Debise con M4 Suzuki

Il pilota francese con trascorsi nel Mondiale Moto2 correrà con una Suzuki GSX-R 600 preparata dal Team Hammer Inc. per la stagione 2016 della MotoAmerica Supersport

Commenta per primo!

Dalla Moto2 alla MotoAmerica Supersport, passando per il Mondiale di categoria, Endurance ed un trionfale ritorno in madrepatria. Valentin Debise, trascorsi nel Motomondiale tra 250cc e Moto2 (nel 2011 difese i colori del Team Speed Up), ha trovato l’intesa con il pluri-decorato Team Hammer Inc. (oggi M4SportbikeTrackGear.com Suzuki) per esordire quest’anno nella MotoAmerica Supersport in sella ad una Suzuki GSX-R 600.

Laureatosi da giovanissimo campione nazionale francese 125cc, dopo la parentesi nel Motomondiale il 23enne transalpino si è fatto apprezzare come pilota polivalente, avendo corso con incoraggianti risultati nell’Endurance, nel Mondiale Supersport e, più recentemente, nel FSBK Supersport, conquistando con una Honda CBR 600RR del Tecmas Racing Team la vittoria nell’atto conclusivo della stagione 2015 disputatosi al Circuit d’Albi.

Debise, che affiancherà il già annunciato Cameron Petersen, si è detto felice di iniziare questa nuova avventura oltreoceano. “In questo momento nella mia carriera stavo cercando qualcosa di nuovo“, ha ammesso Valentin. “Ho corso per quattro anni in madrepatria, per cinque anni consecutivi a livello mondiale, pertanto mi stavo un po’ guardando attorno e ho individuato la MotoAmerica come mia nuova destinazione. Penso si tratti di una categoria che mi possa permettere di crescere ed arricchirmi professionalmente, ancor più con il Team Hammer, una squadra di professionisti che ha il mio stesso obiettivo“.

Il Team Hammer Inc., meglio conosciuto come M4 Suzuki, da 36 anni consecutivi è impegnato nel motociclismo americano: con questa squadra capeggiata da John Ulrich (editore di RoadRacingWorld) hanno militato, tra gli altri, piloti del calibro di Kevin Schwantz, Ben Spies, Josh Hayes e Martin Cardenas.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy