Superbike Misano La foto: Chaz Davies investito da Michael van der Mark

Superbike Misano La foto: Chaz Davies investito da Michael van der Mark

Il lettore Daniele Panichelli ci ha inviato la foto dell’anno: Chaz Davies cade al Carro e viene investito da van der Mark. Mondiale Ducati in fumo. I tempi finali dei test post gara

Commenta per primo!

Il lettore Daniele Panichelli ha catturato l’immagine spettacolare dell’episodio che ha segnato il Mondiale Superbike 2016. Al terzo giro di gara 2 a Misano Chaz Davies scivola in uscita dalla curva del Carro, venendo investito dall’olandese Michael van der Mark, per fortuna solo di striscio.

L’unico danno riportato dal 29enne gallese è stato un polso dolorante. Più seri i riflessi sulla classifica del Mondiale che adesso vede la migliore Ducati staccata di 99 punti dallo scatenato binomio Jonathan Rea-Kawasaki.

Oggi, lunedi 20 giugno, tutte le squadre Superbike sono rimaste a Misano per una giornata di test serviti soprattutto alla Pirelli per deliberare le evoluzioni 2016-17, in particolare tre anteriori e quattro soluzioni posteriori. Il lavoro è cominciato in ritardo per la pioggia della notte, poi si è svolto tutto come da programma.

Raffaele De Rosa ha girato sulla BMW S1000RR del team Althea in sostituzione di Markus Reiterberger, 22 anni, che all’inizio di gara 2 si è fratturato la vertebra T12 e che salterà il prossimo round di Laguna Seca (Usa) il 10 luglio. Il tedesco verrà sostituito proprio dal 29enne campano capoclassifica della Superstock FIM Cup. Da segnalare nel finale di sessione  la scivolata di Chaz Davies, senza danni fisici.

Le più veloci, tanto per cambiare, le Kawasaki ufficiali con Tom Sykes, che oggi ha annunciato il rinnovo biennale, davanti al compagno Jonathan Rea.

I tempi Superbike: 1. Sykes (GB-Kawasaki) 1’34″674; 2. Rea (GB-Kawasaki) 1’34″777; 3. Giugliano (Ita-Ducati) 1’34″895; 4. Camier (GB-MV Agusta) 1’35″336; 5. Torres (Spa.BMW) 1’35″337; 6. Davies (GB-Ducati) 1’35″385; 7. Lowes A. (GB-Yamaha) 1’35″468; 8. Savadori (Ita-Aprilia) 1’35″555; 9. van der Mark (Ola-Honda) 1’35″591; 10. Hayden (Usa-Honda) 1’35″615; 11. Canepa (Ita-Yamaha) 1’35″746; 12. De Rosa (Ita-BMW) 1’35″883; 13. De Angelis (RSM-Aprilia) 1’36″115; 14. Brookes (Aus-BMW) 1’36″303; 15. West (Aus-Kawasaki) 1’36″447; 16. Ramos (Spa-Kawasaki) 1’36″512; 17. Abraham (Cec-BMW) 1’36″522; 18. Al Suluaiti (Qat-Kawasaki) 1’37″392; 19. Schmitter (Svi-Kawasaki) 1’37″524; 20. Sebestyen (Ung-Yamaha) 1’37″874; 21. Szkopek (Pol-Yamaha) 1’38″142; 22. Marconi (Yamaha) 1’39″111.

Il caso Ducati: serve un nuovo Troy Bayliss

Qui l’annuncio del rinnovo di Tom Sykes

Qui la cronaca di gara 2

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy