Superbike I test al Lausitzring, un’altra occasione mancata

Superbike I test al Lausitzring, un’altra occasione mancata

Ducati e BMW girano in Germania, praticamente di nascosto. Le altre formazioni top andranno in agosto. Non era meglio organizzare un test-evento estivo?

Commenta per primo!

Beh, non c’è da stupirsi che la Superbike abbia problemi di visibilità. Tra martedi e mercoledi Ducati Aruba, Ducati Barni e Althea BMW sono andate a girare a Lausitzring, le altre formazioni ufficiali faranno tappa sul circuito tedesco novità del calendario 2016 in agosto. Sono stati collaudi “carbonari”, nessuno ne sapeva niente prima e pochissimi ne sapranno dopo. La domanda sorge spontanea: non sarebbe stato meglio provare tutti insieme? Magari sarebbe servito per promuovere il ritorno della Superbike in Germania e annacquare un po’ i settanta giorni di ferie (forzate) dal round di Laguna Seca (10 luglio) a round tedesco del 17-18 settembre.

Alla Superbike non mancano tanto le moto, i piloti e lo spettacolo. Mancano la fantasia, la voglia di stupire e di farsi conoscere, elementi che sono sempre stati nel DNA del campionato. Organizzare un test comune e farne un evento sarebbe stato facile e a costo zero. Bastava pensarci.

Sono stati test strani sul fronte Ducati, proprio in piena deflagrazione della bomba Melandri 2017. Davide Giugliano è salito per la prima volta sulla Panigale da separato in casa, Chaz Davies non più da prima guida indiscussa.

Ero un po’ amareggiato dopo le ultime gare perché non eravamo riusciti a trovare il solito feeling con la moto” ha commentato Davies “ma abbiamo fatto alcuni aggiustamenti di elettronica e ciclistica e pare che abbiamo ritrovato le migliori sensazioni. La priorità era imparare il tracciato, che si è rivelato più divertente ma con troppe buche.”

Giugliano aveva già girato al Lausitzring, 50 chilometri a nord di Dresda, nel 2007 “ma non me lo ricordavo molto bene. La pista è molto bella e divertente da affrontare. L’unico problema sono le buche, davvero troppe. Comunque abbiamo fatto un buon lavoro sul setup, valutando diverse soluzioni che dovrebbero aiutarci ulteriormente in queste ultime quattro gare”.

Althea Bmw ha girato con il solo Jordi Torres, perdurando l’assenza di Markus Reiterberger ancora convalescente per la frattura vertebrale di Misano. “Non sapremo come siamo messi rispetto agli altri prima di settembre quando torneremo qui per la gara! Comunque abbiamo fatto tante prove mi ritengo soddisfatto ed abbiamo raccolto tante informazioni”. Xavi Fores con Ducati-Barni giocava in casa, visti i trascorsi nella serie tedesca. “Sono state due giornate molto positive che ci hanno permesso di lavorare su molti aspetti che avevamo individuato nel corso della stagione. Lausitzring é una pista impegnativa, perciò i dati raccolti ci permetteranno di individuare con più semplicità il giusto setup durante il weekend di gara”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy