Dakar 2019: Matthias Walkner vince la seconda tappa

Dakar 2019: Matthias Walkner vince la seconda tappa

Il secondo round della Dakar 2019, Pisco-San Juan de Marcona , va all’austriaco del team Ktm Red Bull, in un entusiamante testa-a-testa con Ricky Brabec

di Claudio Percivalle

La seconda tappa della Dakar 2019 (qui le immagini TV) ha visto i piloti impegnati su piste sabbiose molto veloci, lungo le spiagge sul Pacifico e molto tecniche, su morbide dune, in un trasferimento di 211km e 342 km di prova speciale. Partenza (molto presto alle 5.50) delle auto prima delle moto, contrariamente al solito e start in ordine cronologico, che ha una valenza importante dal punto di vista psicologico. Rider scattati stamane alle 8,35 locali secondo la classifica di ieri, Barreda, poi Quintanilla, Brabec Van Beveren e così via , distanziati 3 minuti l’uno dall’altro.

WP1 – La Honda Monster ha lasciato liberi i suoi rider di interpretare la tappa e già al km 50, dove si trova il primo checkpoint cronometrico, si delinea la trama della tappa: il californiano 28 enne Ricky Brabec si porta al comando su Walkner con un vantaggio di una decina di secondi. Sia Barreda che Quintanilla hanno un avvio piuttosto lento, ed anche Van Beveren deve aver pensato di lasciare andare l’americano Brabec per evitare rischi eccessivi. La lotta dei primi due ha parzialmente oscurato le prestazioni degli avversari: Price, sempre consistente, oggi ha patito forti dolori al polso. Van Beveren, meno veloce degli avversari per una scelta di rapportatura del cambio, ha preferito non correre alcun rischio, convinto di recuperare in seguito. Quintanilla e Sunderland hanno anche loro scelto di non spingere al massimo, sempre tra la quarta e la sesta posizione ai traguardi intermedi.

TRAGUARDO – l’entusiamante lotta a due durata 250 km circa, ha avuto il suo epilogo negli ultimi km di speciale: al wp8 solo 3 secondi dividevano Brabec da Walkner. L’austriaco attacca ancora andando a vincere con 22 secondi sull’americano, 1’41” su Barreda, 3’06” su Price, 3’24” su Quintanilla, 6’03” su Sunderland e ben 9’05” su Van Beveren.

CLASSIFICA – Nella generale al comando sempre Barreda con Walkner a 1’31”, Brabec a 1’33”, Quintanilla a 3’17”, Price a 4’33”, Sunderland a 7’18” e Van Beveren già a 10’19”. Il miglior italiano al traguardo è stato Maurizio Gerini a 36’30” dal primo, si trova 35esimo nella generale dietro al compagno di squadra Jacopo Cerutti, 34esimo. Il miglior rookie è stato nuovamente lo spagnolo Santolino (Sherco) a 14’37” dal primo, è ora al 13esimo posto in classifica generale. Laia Sanz, giunta 27esima al traguardo, è la miglior ragazza all’arrivo di tappa: si trova al 26esimo posto nella generale.

Foto: Aso

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy