CIV Mugello Superbike Chi si rivede: Lorenzo Lanzi strepitosa rimonta

CIV Mugello Superbike Chi si rivede: Lorenzo Lanzi strepitosa rimonta

L’ex ufficiale Ducati nel Mondiale vince il round 9 del CIV sul bagnato cambiando gomme all’ultimo istante. Titolo ancora in ballo

2 commenti

Lorenzo Lanzi lo aveva promesso: “Tornerò a vincere”. Detto fatto. L’ex ufficiale Ducati nel Mondiale ha vinto il rimonta il  round nove del CIV Superbike al Mugello. Il pilota cesenate  della BMW-TMF gommata last minute  Bridgestone invece di Pirelli chiude un periodo nero iniziato nel finale 2015 nel IDM per  l’incidente causato dall’errore di un meccanico.

Partita sotto pioggia battente e con la pista allegata la gara è stata ricchissima di colpi di scena e ha rimandato la festa tricolore di Matteo Baiocco (Ducati Motocorsa) affondato in 14° posizione. Uscite di scena eccellenti ancor prima del via, tra questi l’attesissimo Eddi La Marra al rientro nel CIV tre anni dopo aver rischiato di morire nei test di Misano. Fuori nel doppio giro di ricognizione anche Michele Pirro: “Ho perso il posteriore, un errore da debuttante” ha ammesso il tester Ducati MotoGP.

Lorenzo Lanzi, 35 anni
Lorenzo Lanzi, 35 anni

Subito fuori anche Sylvain Barrier, che cercava rilancio con Aprilia Nuova M2, e Michel Fabrizio, altro ex del Mondiale al rientro con BMW Althea: tutti caduti senza problemi fisici.  La gara si è decisa a tre giri dalla fine quando Riccardo Russo, a lungo leader, ha perso ritmo lasciando spazio agli avversari fino alla scivolata senza danni. Lorenzo Lanzi invece ha acceso il turbo, si è sbarazzato prima di Ivan Goi e poi di Denni Schiavoni con un meraviglioso sorpasso alla Scarperia. “E’ la fine di un incubo ad un anno esatto dall’incidente” ha commentato Lanzi, piombato al quarto posto della classifica generale a 18 punti dal battistrada Matteo Baiocco. “Abbiamo deciso di montare le Bridgestone al mattino, alla fine noi le gomme le paghiamo, non abbiamo vincoli. Abbiamo aggiustato l’elettronica un pò alla cieca per adeguare le regolazioni alla nuova misura e via. Il titolo? Sarebbe troppo, mi basta questa grande gioia.”

Occasione persa per l’inseguitore Kevin Calia, finito settimo e quindi ancora lontano 12 punti da Baiocco. Il podio è stato completato da Matteo Ferrari (BMW DMR) che adesso occupa la stessa posizione anche in campionato a 15 punti dalla testa. Sfida decisiva domenica ore 15:10, con quattro piloti in 18 punti su 25 disponibili può veramente succedere di tutto

Lorenzo Lanzi L’intervista

CIV Mugello Massimo Roccoli e MV Agusta campioni Supersport

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Dalpo - 2 mesi fa

    Complimenti ovviamente anche al grande Massimo Roccoli che raddoppia! 2015-2016!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Dalpo - 2 mesi fa

    Bravo Lorenzo! Domani sarò al Mugello come ogni anno. non vedo l’ora!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy