CIV Affare mono benzina la Federmoto non torna indietro E adesso?

CIV Affare mono benzina la Federmoto non torna indietro E adesso?

CIV La Federmoto risponde ai team contrari all’adozione della mono benzina Elf. “Vi avevamo informati”. Muro contro muro: adesso che succede?

Commenta per primo!

Alcuni team iscritti al CIV (Campionato Italiano Velocità) hanno scritto al promoter Simone Folgori e al presidente della Federmoto Giovanni Copioli  protestando per l’obbligo della benzina unica Elf per tutte le categorie. Simone Folgori (nella foto d’apertura) ha prontamente preso posizione, spiegando che le squadre erano state più volte informate circa il nuovo regolamento. CIV e FMI quindi, a quanto sembra, non tornano indietro. Elf è title sponsor della serie e derogare la mono fornitura implicherebbe la revisione dell’accordo (o addirittura la cancellazione) con evidenti risvolti negativi: Folgori stesso ammette che la sponsorizzazione ha permesso l’organizzazione di un sesto round aggiuntivo e l’innalzamento del montepremi.  Le posizioni restano quindi distanti e il rischio del muro contro muro è alto. Vedremo quali saranno le prossime prese di posizione.

Ecco il testo integrale della risposta dell’organizzatore CIV ai team.

Abbiamo ricevuto per mail (e letto su alcuni siti internet) l’intervento del Sig. Sandro Carusi del Team MotoXracing (che si firma L’associazione Team) inviato per conoscenza ad altri team (Nuova M2 Racing, DmR Racing Bike, Motocorsa Racing Team, Barni Racing Team, AvioBike, Gomma Racing, TutaPista Corse, Laguna Moto Racing, RM Racing Team, Team Green Speed, Miralux Pos Corse, Sic58 Squadra Corse, RMU Team). Pur non sapendo se tutti i destinatari della sua comunicazione concordino con le sue riflessioni sul mono benzina ELF al CIV 2017, nell’ottica dello spirito di confronto e trasparenza che contraddistingue la FMI, ci preme ricostruire alcuni passaggi essenziali del progetto mono benzina.

OTTOBRE 2016  – Nel corso della riunione di presentazione ai team delle novità della stagione 2017, avvenuta il 7 ottobre 2016 presso la sala briefing del Mugello, il Coordinatore del Comitato Velocità della FMI aveva comunicato la mono fornitura della benzina per tutte le classi del CIV 2017. Quindi tutti i team del CIV erano stati ampiamente informati, senza possibilità di smentita, dell’introduzione del fornitore unico di benzina. Il mono benzina, come ben spiegato nel corso della citata riunione, avrebbe consentito certezza regolamentare, aumento del montepremi e l’organizzazione di una ulteriore gara, senza costi aggiuntivi di iscrizione. Tutte richieste, queste ultime, da sempre sollecitate con forza dai team all’organizzatore. Allo stesso modo, in diversi incontri personali, telefonate e comunicazioni tra team e l’organizzazione, questa novità è stata più volte confermata. Inoltre, in data 28 ottobre 2016 è stato pubblicato sul sito della Federazione per oltre 30 giorni, un avviso pubblico per ricerca sponsor FMI e CIV 2017, con l’obiettivo di reperire risorse a sostegno del CIV e di garantire alle classi del Campionato maggior equilibrio competitivo, offrendo agli iscritti l’acquisto di carburante specifico per competizioni motociclistiche ed un adeguato montepremi. Tale avviso, oltre alla pubblicazione sul sito, è stato inviato a tutti i maggiori produttori di benzina per competizioni, sempre a far data dal 28 ottobre scorso.

L’offerta della ELF, giunta secondo i termini previsti e alle condizioni richieste, ha consentito:

1) Aumento del montepremi dei piloti ad euro 140.000, con premi fino al decimo di categoria e non solo ai primi tre piloti, come avveniva in passato

2) Aggiunta di un 6° round del CIV, senza nessun aumento dei costi di iscrizione rispetto al 2016, come erroneamente da voi riportato. Ricordiamo infatti che l’iscrizione alle classi del CIV varia tra i 2.500 euro oltre IVA fino ai 3.500 euro oltre IVA, ed è invariato dal 2012. Quello che è aumentato è unicamente il costo di noleggio del box, ampiamente giustificato dall’aggiunta di un round rispetto al 2016, ma compensato dal mancato esborso per il noleggio durante i test ufficiali; la cifra quindi rimane invariata rispetto al 2016.

3) Certezza regolamentare e conseguente maggiore equilibrio tecnico sportivo, attraverso l’utilizzo di un unico carburante per le classi a 2 e 4 tempi. Questo spiega il perché della scelta della ELF 102, carburante superiore per qualità e numero di ottani ed in grado di favorire il miglior rendimento dei motori.

Sull’esposizione del marchio ELF, ricordiamo che non è previsto alcun divieto di esposizione sulle vostre moto di loghi di aziende del medesimo settore merceologico. I vostri partner potranno esporre loghi su carene senza alcuna restrizione o danno, cosi come avviene nei campionati dove esiste già mono benzina.

GENNAIO 2017 – In occasione della fiera di Verona il CIV ha svolto la consueta presentazione della stagione illustrando nei dettagli a tutti i team presenti il funzionamento del mono benzina ELF. Nell’ambito di quella riunione, a parte domande tecniche sulla benzina, nessuno ha evidenziato problematiche commerciali o di sponsor.

In sintesi il CIV, con assoluta trasparenza e con notevole anticipo rispetto ai tempi di iscrizione, ha illustrato le condizioni regolamentari ricevendo nei diversi momenti pubblici di confronto (Mugello 2016, Verona 2017) l’accettazione di tutti i team destinatari, a riprova della validità delle scelte tecniche e regolamentari operate.Riteniamo pertanto di aver ottemperato a tutti i nostri obblighi informativi e di averlo fatto in tempi perfettamente compatibili con la programmazione della corrente stagione agonistica.

Il testo della lettera di protesta dei team

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy