CEV Stock Extreme: verso il rush finale con il confronto tra Silva e Barragan

CEV Stock Extreme: verso il rush finale con il confronto tra Silva e Barragan

BMW cerca la rimonta

Commenta per primo!

Soltanto al secondo anno di vita, il CEV Stock Extreme si sta proponendo tra i campionati nazionali riservati alle moto derivate dalla serie più competitivi del pianeta. Lo dimostra l’apporto ufficiale di costruttori come Kawasaki e BMW, ma anche la scelta di diverse squadre del Mondiale Superbike, che hanno individuato nei protagonisti della serie (vedi il campione in carica Javier Fores e Santiago Barragan) per disputare qualche prova in quest’ultimo scorcio di campionato. D’altronde al comando della classifica, alla luce delle ultime due prove, figura un ex-MotoGP come Ivan Silva, leader grazie alla doppietta conseguita proprio ad Albacete tra luglio e settembre, portando al comando la Ninja ZX-10R gommata Michelin del Kawasaki Palmeto Racing. Silva, che si è ripetuto sullo stesso tracciato anche nella prova unica del Campionato Europeo Velocità, gode così dei favori del pronostico, ma nel rush finale nel mese di novembre tra Valencia e Jerez dovrà vedersela su avversari dall’indiscusso potenziale. Primo della lista non può che esser Santiago Barragan, già Campione Europeo Superstock 1000 e vincitore della classifica “Privados” nel CEV lo scorso anno, sul gradino più alto del podio nei primi tre round tra Jerez, Barcellona e Motorland Aragon, salvo poi consegnare la leadership a Silva per un errore nella quarta prova ad Albacete. “Santi”, chiamato dal Team Pedercini per sostituire l’infortunato Roberto Rolfo nel Mondiale Superbike a Portimao, paga soltanto quattro punti in classifica pronto a ritrovare la retta via in sella alla Ninja preparata dall’Extremadura Junior Team con ambizioni iridate per il 2012. Sembrano ormai fuori dai giochi invece le BMW S1000RR ufficiali del team Motorrad Competicion, con Javier Del Amor dal 5° round di Albacete affiancato dal Campione CEV Stock Extreme in carica Javier Fores, di ritorno nella serie nazionale dopo un’infelice esperienza nel mondiale Moto2 con il team Aspar, ma già in grado di salire sul podio ad Albacete nel CEV ed Europeo, sufficiente per la “chiamata” di BMW Motorrad Italia per sostituire nel WSBK James Toseland tra Imola, Magny Cours e Portimao. Nel lotto dei protagonisti della serie non mancano poi piloti del calibro di Enrique Ferrer, 3° in classifica con la Ducati 1198R preparata dal Dues Rodes Competicion, così come Alberto Lopez (BMW Motorrad Competicion), l’ex campione della Kawasaki Ninja Cup Kyle Smith (Kawasaki Wild Wolf BST) e Alejandro Marinelarena, leader della gradutoria riservata ai piloti privati con la BMW del CNS Motorsport.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy