CEV Moto3 Navarra Gara: Maria Herrera si ripete, seconda vittoria

CEV Moto3 Navarra Gara: Maria Herrera si ripete, seconda vittoria

Batte Medina e Ramirez

Commenta per primo!

Madre mia!“. Al termine del quinto appuntamento stagionale del CEV Moto3 andato in scena oggi al Circuito de Navarra può bastare una semplice esclamazione nel racconto di una nuova impresa di Maria Herrera, 17enne (predestinata) motociclista iberica giunta oggi con pieno merito e titolo alla seconda affermazione in carriera nel Campeonato de España de Velocidad bissando il trionfo conseguito lo scorso mese di maggio al MotorLand Aragón di Alcañiz. Al secondo anno di militanza nella categoria, già vittoriosa nella PreMoto3 Series 2011 e quarta assoluta nell’Europeo Moto3 in prova unica ad Albacete nella passata edizione, Maria ha messo a segno un’altra sensazionale vittoria, sempre più nella storia della categoria e del motociclismo a livello nazionale ed internazionale. Qualificatasi in seconda fila grazie al sesto riferimento cronometrico conseguito nelle prove ufficiali, allo spegnimento del semaforo l’originaria di Toledo si è subito presentata nelle posizioni di testa, sferrando alla conclusione del primo giro l’attacco per la leadership a scapito di un figlio d’arte (ed ex-rivale nella PreMoto3) quale Remy Gardner. Balzata al comando delle operazioni, la portacolori dello Junior Team Estrella Galicia 0,0 ha gestito al meglio la situazione con una maturità ed una disinvoltura in sella per certi versi sorprendente. Ceduto per qualche giro la prima piazza ad Alejandro Medina ed al proprio compagno di squadra Marcos Ramirez, alla 14° delle 17 tornate previste Maria, in fondo al rettilineo dei box, alla staccata della curva 1 ha concretizzato un spettacolare doppio-sorpasso per la prima posizione, riuscendo a rispondere ad ogni attacco dei suoi rivali in un gruppetto passato da tre a cinque piloti grazie alle “Remontade” di Jorge Navarro e Bryan Schouten. Una volta in testa Herrera ha chiuso tutte le porte e fatto valere le doti velocistiche della propria KTM RC 250 R preparata dal Monlau Competición di Emilio Alzamora per aggiudicarsi la seconda vittoria in carriera nel CEV, bel biglietto da visita in vista di 15 giorni particolari impegnativi: il prossimo fine settimana esordirà nel mondiale Moto3 al MotorLand Aragón in qualità di wild card, il weekend successivo sarà tra le candidate alla vittoria assoluta nell’Europeo Moto3 in prova unica ad Albacete. Seconda vittoria nel CEV Moto3 L’ennesimo successo storico di Maria Herrera, oltretutto preziosissimo ai fini-campionato ritrovandosi ora a soli 6 punticini dal leader e compagno di squadra Marcos Ramirez, terzo sul traguardo e preceduto da Alejandro Medina, secondo e nuovamente “beffato” in volata con la KTM del Team LaGlisse. Giù da un podio tutto “Made in Mattighofen” ha condotto in quarta piazza la MIR Racing un “veterano” del CEV quale Jorge Navarro a precedere l’ex capoclassifica di campionato Bryan Schouten (ora a -3 dalla testa della classifica), distanziato dal “pokerissimo” in fuga non è andato oltre il sesto posto Adrian Martin con la KALEX-KTM del team Aspar a precedere Remy Gardner (7° a conferma di una buona crescita con la KTM LaGlisse), l’esordiente David Sanchis (8° al secondo gettone di presenza nel CEV con il team di Jorge “Aspar” Martinez), l’ex Campione britannico 125 GP Kyle Ryde ed il poleman Fabio Quartarano, decimo sul traguardo. Per quanto concerne i nostri portabandiera, assente il poleman di Albacete-2 Andrea Migno (lo ritroveremo, insieme ad altri 10 connazionali, nell’Europeo in prova unica del 6 ottobre prossimo ad Albacete), il “rookie” Alessio Castelli ha condotto la terza KTM Monlau dello Junior Team Estrella Galicia 0,0 in diciottesima posizione assoluta, ha concluso ventesimo dopo promettenti qualifiche Luigi Morciano, alla seconda gara con la KTM del Team Motorrika. Per il CEV Moto3 l’appuntamento è ora rimandato al 17 novembre per il penultimo round all’Autodromo Ricardo Tormo di Valencia con ben due gare in programma ad anticipare la “finale”, sette giorni più tardi, a Jerez de la Frontera. Cronaca di Gara Il 14enne Fabio Quartarano, più giovane poleman di sempre nella storia del CEV Moto3, scatta davanti a tutti affiancato in prima fila da Marcos Ramirez ed un figlio d’arte come Remy Gardner, costretti ad una gara in rimonta i nostri due portabandiera: prende il via dalla quattordicesima casella Luigi Morciano, dalla diciottesima Alessio Castelli. Allo spegnimento del semaforo gan spunto del poleman Quartarano, ancor più di Remy Gardner che conquista l’hole-shot alla staccata della curva 1 su Maria Herrera, Quartarano e Ramirez, sfila compatto il gruppone eccezion fatta per Dani Saez, fermo ai box con la propria Honda NSF250R che non sembra voler avviarsi. Prime scorribande della contesa con Navarro che alla curva 9 conquista il quinto posto, ma là davanti Maria Herrera alla 13 sfila Gardner conquistando il comando delle operazioni. Va così in archivio il primo dei 17 giri previsti con Herrera al comando su Gardner, Medina, Quartarano, Navarro, Ramirez, Martin, Ryde e gli olandesi Deroue e Schouten a completare la top-10, soltanto 23° e 24° rispettivamente i nostri Morciano e Castelli. Maria Herrera prova subito a scappar via, se ne rende conto Alejandro Medina che forza l’attacco sul proprio compagno di squadra Remy Gardner per la seconda piazza favorendo anche l’attacco per il terzo posto di Marcos Ramirez con quattro KTM RC 250 R già in testa alla corsa. Alessio Castelli Al terzo giro Marcos Ramirez è il pilota più veloce in pista tanto da fermare i cronometri sull’1’46″486, sufficiente per ricompattare il terzetto di testa formato da Maria Herrera e Medina, più staccato il plotoncino di inseguitori con Adrian Martin in gran rimonta, ora all’attacco di Gardner per la quarta piazza seguito come un ombra da Navarro, Ryde, il capoclassifica di campionato Schouten ed il poleman Quartarano. Giunti ad 1/3 della distanza di gara, il trio in fuga porta a 2″6 il margine su Martin, il momento giusto per provare a cambiar passo: al sesto giro in piena curva 6 Medina passa Maria Herrera per la leadership, ma risponde prontamente in pieno rettilineo dei box. Gli italiani? Qualche posizione recuperata: Morciano 19°, in scia Castelli (20°). Mentre il vincitore di Albacete-1 Albert Arenas è costretto alla resa per un problema tecnico alla propria FTR Honda nel corso dell’ottavo giro, posizioni immutate nel terzetto di testa, non nella corsa per la “medaglia di legno”: Schouten senza problemi si colloca in quarta piazza davanti a Navarro, perde progressivamente terreno Adrian Martin, gran spettacolo nella bagarre per il settimo posto con il rookie David Sanchis che passa con decisione all’ultima curva Remy Gardner, rischiando entrambi di volare a terra. A 6 giri al termine Alejandro Medina rompe gli indugi: attacca-e-passa Maria Herrera, ora costretta a rispondere ai propositi di sorpasso del proprio compagno di squadra Marcos Ramirez, ma anche di Schouten e Navarro in gran rimonta. La velocissima motociclista iberica prevedibilmente è costretta a cedere anche il secondo posto a Ramirez alla curva 3 nel corso del dodicesimo giro, quando ormai si è passati da tre a cinque piloti di testa: Medina, Ramirez, Herrera, Navarro e Schouten, non il vincitore di Barcellona (e del CIV al Mugello) Wayne Ryan fermo a bordo pista con la propria KRP M3-02 Honda. Proprio in questo momento si infiamma la bagarre con Ramirez che abbozza un primo tentativo di sorpasso al tredicesimo giro, ma Medina risponde prontamente in uscita dalla curva 3; tutto è ancora in gioco e lo dimostra Maria Herrera che concretizza un sensazionale doppio-sorpasso in fondo al rettilineo dei box nel corso del 14° giro riconquistando il comando delle operazioni. Luigi Morciano Si entra così nel “rush finale” della corsa con Maria Herrera in testa, ma il proprio team-mate Marcos Ramirez decide di non attendere la volata sferrando l’attacco su Medina, giusto in tempo per l’inizio dell’ultimo giro con Herrera, lo stesso Ramirez, Medina, Schouten e Navarro racchiusi in un fazzoletto, nello specifico 716/1000. Ramirez prova a riportarsi in testa, ma deve cedere la seconda piazza a Medina alla curva 6: il portacolori del Team LaGlisse abbozza diversi tentativi di sorpasso, ma Maria Herrera risponde ad ogni attacco conquistando la seconda vittoria in carriera nel CEV Moto3, bel biglietto da visita da presentare per l’esordio mondiale da wild card di settimana prossima al MotorLand Aragón di Alcañiz. CEV Repsol Moto3 2013 Circuito de Navarra, Classifica Gara 01- Maria Herrera – Junior Team Estrella Galicia 0,0 – KTM RC 250 R – 17 giri in 30’29.675 02- Alejandro Medina – Team Calvo – KTM RC 250 R – + 0.347 03- Marcos Ramirez – Junior Team Estrella Galicia 0,0 – KTM RC 250 R – + 0.556 04- Jorge Navarro – Cuna de Campeones – MIR Racing Moto3 – + 0.689 05- Bryan Schouten – Dutch Racing Team – FTR Honda M312 – + 0.880 06- Adrian Martin – O.I.D. Team Aspar – KALEX KTM – + 4.699 07- Remy Gardner – Team Calvo – KTM RC 250 R – + 7.878 08- David Sanchis – Team Aspar – KALEX KTM – + 7.908 09- Kyle Ryde – KRP/Racing Steps Foundation – KRP M3-02 Honda – + 10.418 10- Fabio Quartarano – Wild Wolf Racing – FTR Honda M312 – + 10.486 11- Scott Deroue – RW Racing GP B.V. – KALEX KTM – + 21.316 12- Soushi Mihara – H43 Team Nobby Talasur Blumaq – KTM RC 250 R – + 24.595 13- Hafiq Azmi – Touchline SIC Ajo – KTM RC 250 R – + 24.633 14- Gabriel Ramos – Team Venezuela – Honda NSF250R – + 25.039 15- Bradley Ray – Team Larresport – Honda NSF250R – + 25.350 16- Emiliano Lancioni – Team Calvo – KTM RC 250 R – + 26.066 17- Aizat Malik – Touchline SIC Ajo – KTM RC 250 R – + 32.705 18- Alessio Castelli – Junior Team Estrella Galicia 0,0 – KTM RC 250 R – + 32.983 19- Kenta Fujii – F.C.C. TSR Honda – TSR3C Honda – + 33.256 20- Luigi Morciano – Motorrika – KTM RC 250 R – + 37.753 21- Xavier Cardelus – Cardelus Racing Team – FTR Honda M312 – + 38.022 22- Max Enderlein – ADAC Sachsen Leistungszentrum – Honda NSF250R – + 38.960 23- Marlon Velandia – Team Venezuela – Honda NSF250R – + 46.833 24- Sara Sanchez – Team Larresport – Honda NSF250R – + 54.743 25- Edgar Gallipoli – Team Venezuela – Honda NSF250R – + 55.069 26- Ryan Watson – Watson Work Racing – Honda NSF250R – + 1’08.535 27- Illan Fernandez – H43 Team Nobby Talasur Blumaq – Honda NSF250R – + 1’12.313 28- Agusti Levy – MR Griful – Honda NSF250R – + 1’12.943 29- Alexandre Sirerol – J.Costa Competition – Honda NSF250R – + 1’13.100 30- Ren Toba – H43 Team Nobby Talasur Blumaq – Honda NSF250R – + 1’26.345 31- Montserrat Costa – J.Costa Competition – Honda NSF250R – + 1’27.758 32- Daniel Saez – Team JJSaez – Honda NSF250R – a 2 giri Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy