CEV Moto2: svelato il regolamento tecnico del campionato

CEV Moto2: svelato il regolamento tecnico del campionato

Simile al mondiale

Commenta per primo!

Con un allegato di 7 pagine, la RFME (Federazione Motociclistica spagnola) e la Dorna (in qualità di promoter del campionato) ha divulgato il regolamento tecnico ufficiale e definitivo del CEV Moto2, classe “regina” dei weekend di gara del Campionato Spagnolo Velocità nel 2010. La definizione di questo regolamento è arrivata solo in questi giorni, logicamente per aspettare la pubblicazione delle norme FIM per la Moto2.

Sostanzialmente il regolamento del Campionato Spagnolo replica quello della serie iridata, con delle modifiche riguardanti esclusivamente il motore da utilizzare. Le squadre iscritte non disporranno infatti del propulsore preparato dalla HRC (e dalla GEO Technology di Osamu Goto), bensì dovranno montare obbligatoriamente quello delle Honda CBR 600RR, modelli dal 2008 al 2010.

A questo proposito la Honda Spain ha concesso delle “agevolazioni” alle squadre: 6.767 euro (+ tasse) per acquistare la CBR del 2008, 4.027,58 € tasse escluse per il solo propulsore della CBR edizione 2009. Il motore non potrà esser modifica.

Oltre al “monomotore”, nel CEV Moto2 vi sarà il “monogomma”, anche se non è ancora stato annunciato il fornitore unico per il 2010: in pole sembrebbe esserci la Dunlop, ma ultimamente ha dimostrato il proprio interesse anche la Michelin. Quanto al peso minimo, 135 kg come nella serie iridata, vietati anche qui i freni in carbonio.

Per concludere, rispetto al mondiale c’è una novità “di colore”: i numeri dovranno esser neri su campo giallo, come da tradizione del CEV, un pò di “nostalgia” per quanto succedeva fino agli anni ’80 nel Motomondiale nelle tre classi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy