CEV Moto2: quasi 40 piloti al via della terza prova a Barcellona

CEV Moto2: quasi 40 piloti al via della terza prova a Barcellona

Morales e Torres direttamente dal mondiale

Commenta per primo!

Trentanove piloti, undici differenti telaisti impegnati: cresce bene il CEV Moto2 alla sua seconda stagione di vita, a tutti gli effetti prima ed unica effettiva serie nazionale basata sulla nuova “middle class” del Motomondiale. Quantità, ma anche qualità, con una dozzina di piloti che sulla carta non hanno nulla da sfigurare nei confronti di alcuni più fortunati colleghi della serie iridata. Su tutti figurano Carmelo Morales (campione in carica) e Jordi Torres (vice-campione), coppia nel CEV del plurititolato team Gigaset LaGlisse e al comando nella classifica di campionato (45 punti ex-aequo), impegnati allo stesso tempo nel mondiale di categoria. Entrambi si ripresenteranno questo fine settimana al via per la terza prova stagionale a Barcellona motivati dalle recenti esperienze a livello internazionale: proprio dal GP di Catalunya Morales corre con la Moriwaki del G22 Racing Team, mentre Torres è stato chiamato da Jorge “Aspar” Martinez in persona a Silverstone per sostituire l’infortunato Julian Simon, riuscendo addirittura ad avvicinare la top-10 prima di una caduta in gara. Prestazioni niente male per Jordi Torres, chiamato a Barcellona a contrastare il proprio compagno di squadra Morales. Stessa squadra, moto (Suter MMXI “ufficiali”), ma con i riferimenti dello scorso anno quando vinse con la PromoHarris del Griful Team: come dimostrato a Jerez il 23enne pilota iberico può riuscire nell’impresa di spezzare l’egemonia di un Morales da tre anni abituato, con tutte le moto nelle più disparate categorie, soltanto a… vincere. Se la coppia Suter-LaGlisse sembra avere qualcosa in più nei confronti della concorrenza, il primo inseguitore risponde al nome di Ivan Moreno, sul podio a Jerez e al Motorland Aragon con la Moriwaki MD600 dell’Andalucia Banca Civica riuscendo anche nell’ultimo round a comandare a lungo la classifica. Moreno farà di tutto per intromettersi nel discorso a due per la vittoria, possibilmente affiancato da altri attesi protagonisti del CEV Moto2: Tomoyoshi Koyama (sempre nella top-5 alla prima stagione tra le 4 tempi con la Suter del CIP Moto), Roman Ramos (passato quest’anno alla Suter del team Arguinano), Manuel Tirado (con una delle poche Inmotec schierate) e Adrian Bonastre (AJR del LS2 Motorrad Competicion). Ovviamente non ci si può dimenticare del giovane trio del Promoracing con le Harris: il campione in carica della Red Bull Rookies Cup Jake Gagne (che correrà a Indianapolis nel mondiale come wild card grazie all’apporto del Fogi Racing), Mathew Scholtz e Isaac Vinales, tutti al primo anno tra le 600cc, ma già in grado di lottare per le primissime posizioni ai margini del podio. Cercherà di far valere l’esperienza a proprio favore invece Lukas Pesek, nuovamente in gara con la IAMT RP2, recuperato dopo il brutto infortunio al ginocchio rimediato nei test pre-campionato al Lausitzring. Logicamente per i nostri colori ci sarà da seguire con attenzione Mattia Tarozzi, unico italiano al via con la Suter del Faenza Racing, reduce da un positivo test proprio al Circuit de Catalunya. Ai nastri di partenza non mancherà la coppia di piloti della MZ, che ha scelto proprio il CEV per sviluppare il nuovo telaio tubolare in alluminio: da una parte l’ex Campione del Mondo Supermotard Bernd Hiemer, dall’altra Arne Tode che in questi giorni ha chiesto ed ottenuto la partecipazione al GP di Germania del Motomondiale come wild card.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy