CEV Moto2: a Montmelò la terza (doppia) tappa 2016

CEV Moto2: a Montmelò la terza (doppia) tappa 2016

Superata la paura per l’incidente di Gara 2 in Aragona, il CEV Moto2 fa tappa al Circuit de Barcelona-Catalunya: Odendaal leader, Techer a caccia del primo hurrà.

Tirato un sospiro di sollievo dopo lo spaventoso incidente al via di Gara 2 al MotorLand Aragón di Alcañiz che non ha comportato gravi conseguenze ai piloti coinvolti, il CEV Moto2 formato Campionato Europeo si appresta a tornare in azione al Circuit de Barcelona-Catalunya per un terzo appuntamento stagionale in gara doppia. Alle 11:00 e 14:00 in punto di domenica 12 giugno i protagonisti della Moto2 ‘spagnola’ e della Superstock 600 si confronteranno sul layout Formula 1, decisione (inevitabile) presa in seguito al fatale incidente di venerdì scorso alla curva 12 di Luis Salom e mutuata da quanto registratosi nel Motomondiale. Nel ricordo del ventiquattrenne pilota maiorchino si correrà pertanto a Montmelò con diverse tematiche d’interesse, cominciando doverosamente dal confronto in testa alla classifica.

COMANDA ODENDAAL, MA TECHER… – Quattro gare, tre vittorie ed un secondo posto. Un ruolino di marcia a dir poco sensazionale per Steven Odendaal, tra Valencia e Alcañiz in grado di metter a segno un bottino complessivo di 95 punti (su 100 potenziali) e presentarsi in Catalogna da capoclassifica (con vantaggio) di campionato, trovando quella continuità che gli era finora mancata nel precedente triennio di militanza nel CEV Moto2. Confermatissimo all’Argiñano & Ginés Racing Team in sella ad una KALEX 2015, il sudafricano già Campione nazionale Supersport in madrepatria sta vivendo un effettivo stato di grazia con l’obiettivo, ove possibile, di proseguire questo trend in attivo nelle due gare in programma. Sulla carta un traguardo alla portata di Odendaal, ma non facile tenendo in considerazione la competitività di Alan Techer, giovane transalpino specializzatosi quest’anno anche nell’Endurance (podio al debutto alla 24 ore di Le Mans con F.C.C. TSR Honda), ma soprattutto sempre più realtà del CEV Moto2 dopo pole e podi conquistati nel precedente biennio con la Tech 3 del TargoBank CNS Motorsport. Passato al team Bruno Performance per sviluppare l’inedito progetto 100 % All Japan (a tratti intravisto nel Mondiale di categoria) NTS T Pro, l’ex protagonista della Red Bull MotoGP Rookies Cup nelle quattro gare sin qui andate in archivio è sempre salito sul podio e, seppur a caccia della prima vittoria, contiene a 23 punti lo svantaggio dalla vetta.

Remy Gardner (87), Alan Techer (89) e Tetsuta Nagashima (45) a caccia della prima vittoria.
Remy Gardner (87), Alan Techer (89) e Tetsuta Nagashima (45) a caccia della prima vittoria.

GLI OUTSIDER – Barcellona non offrirà tuttavia soltanto il confronto tra Steven Odendaal e Alan Techer: tanti, legittimi, protagonisti sono pronti a dar prova del proprio valore e lottare per le posizioni che contano. Questo il caso del brasiliano Eric Granado, l’unico a spezzare l’egemonia di successi di Odendaal con il trionfo di Gara 1 a Valencia, ma sua malgrado costretto ad inseguire con già con un (pesantissimo) doppio-zero all’attivo (scivolata nella seconda manche a Valencia, problema tecnico in Gara 1 al MotorLand Aragon). Il pilota carioca darà tutto per ridurre parte dei 60 punti di svantaggio in classifica, target condiviso da Tetsuta Nagashima, con la KALEX 2014 ex-Zarco dell’Ajo Motorsport salito sul podio in Aragon (2° e 3°) ed ormai pronto per dare l’assalto alla prima vittoria. Fari puntati nel fine settimana anche sul figlio d’arte Remy Gardner: con la KALEX del Team Race Experience di Sebastien Gimbert (che nel fine settimana, da pilota, sarà impegnato alla 12 ore di Portimao con Honda Racing) ha mostrato degli exploit velocistici niente male, ma la costanza di rendimento ed una propensione all’errore non gli ha certamente giovato. Per il giovane aussie ci sarà tuttavia la carica motivazionale frutto di un convincente esordio nella serie iridata proprio a Montmelò settimana scorsa, già in zona punti (15°) con la KALEX Tasca Racing ereditata da Alessandro Tonucci.

DUE GRANDI NOVITA’ 2016 IN PISTA – A proposito di Mondiale, due piloti che per anni hanno fatto parte a tempo pieno di quel circus impreziosiranno lo schieramento di partenza del CEV. Con la FTR (la stessa condotta nel 2011 da pilota MZ) preparata da Fritze Tuning rivedremo Anthony West, nei mesi scorsi mostratosi pilota polivalente tra Australian Superbike (podio al debutto con Honda), Mondiale Superbike (top-5 con Kawasaki Pedercini a Sepang), Mondiale Supersport (podio da wild card a Phillip Island con una propria Yamaha R6) e Asia Supersports 600cc. Correrà con l’innovativa TransFIORmers con forcella non convenzionale invece Ricky Cardus, sostituto di Lucas Mahias (impegnato nell’Endurance) e di Louis Rossi (non particolarmente competitivo a Valencia). Da segnalare la riconferma con la terza Tech 3 del TargoBank CNS Motorsport del giovanissimo Augusto Fernandez, già Campione 2014 della European Junior Cup e rivelazione lo scorso anno nell’Europeo Superstock 600 con Pata Honda Evan Bros (podi e vittorie), il prodotto della scuola di pilotaggio di Jorge e Chico Lorenzo al debutto nel CEV si è giocato il podio ed ha tutto il talento per ambire a risultati ancor più prestigiosi…

Saranno solo tre i piloti italiani al via della tappa di Montmelò del CEV Moto2
Saranno solo tre i piloti italiani al via della tappa di Montmelò del CEV Moto2

TRE ITALIANI AL VIA, CRETARO GUARDA VERSO ALBACETE – Per quanto ci riguarda più da vicino saranno tre i piloti italiani al via: un sempre più convincente Samuele Cavalieri (7° in campionato, due 5° posti all’attivo da rookie con la KALEX del Team Stylobike), Gabriele Ruju a caccia del riscatto con la Tech 3 del TargoBank CNS Motorsport più Alex Bernardi, nuovamente ai nastri di partenza con la Suter MMX2 del team di Oliviero Cruciani. Come risaputo mancheranno all’appello Federico Fuligni e Jacopo Cretaro, sfortunatissimi in quel di Aragon: il primo con infortunio a due vertebre per la carambola registratasi nel corso delle prime qualifiche (11 piloti a terra con la KALEX di Odendaal che gli è finita sulla schiena…), il secondo suo malgrado coinvolto nello spaventoso incidente di Gara 2. Rientrato in Italia dopo l’operazione al piede destro, il mattatore della classe Superstock 600 a Valencia conta di tornare in pista il prossimo mese di luglio ad Albacete.

FIM CEV Moto2 European Championship 2016
La Classifica di Campionato

01- Steven Odendaal – AGR Team – KALEX Moto2 – 95
02- Alan Techer – NTS T Pro Project – NTS NH6 – 72
03- Tetsuta Nagashima – Ajo Motorsport Academy – KALEX Moto2 – 36
04- Eric Granado – Promoracing – KALEX Moto2 – 35
05- Bertin Thibaut – Ecurie Berga – Suter MMX2 – 33
06- Federico Fuligni – Team Ciatti – KALEX Moto2 – 29
07- Samuele Cavalieri – Team Stylobike – KALEX Moto2 – 28
08- Augusto Fernandez – TargoBank CNS Motorsport – Tech 3 Mistral 610 – 26
09- Xavi Cardelus – Promoracing – KALEX Moto2 – 26
10- Jayson Uribe – AGR Team – KALEX Moto2 – 23
11- Thomas Sigvartsen – Team Nobby H43 Talasur – H43 Moto2 – 20
12- Dimas Ekky Pratama – Astra Honda Racing Team – KALEX Moto2 – 18
13- Iker Lecuona – Race Experience – KALEX Moto2 – 18
14- Remy Gardner – Race Experience – KALEX Moto2 – 14
15- Sena Yamada – Team Nobby H43 Honda – KALEX Moto2 – 14
16- Gabriele Ruju – TargoBank CNS Motorsport – Tech 3 Mistral 610 – 14
17- Max Enderlein – Stratos dVRacing – KALEX Moto2 – 12
18- David Sanchis – Bullit Motorcycles – MIR Racing Moto2 – 11
19- Louis Rossi – Promoto Sport – TransFIORmers Moto2 – 10
20- Ramdan Rosli – Petronas AHM Malaysia – KALEX Moto2 – 8
21- Thomas Gradinger – Cofain Racing Team – FTR Moto M212 – 6
22- Pontus Duerlund – Team Ogeborn Motorsport – KALEX Moto2 – 5
23- Marcel Brenner – Team Nobby H43 Talasur – H43 Moto2 – 1

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy