BSB Oulton Park Gara 3: Ryuichi Kiyonari vince ed è Campione

BSB Oulton Park Gara 3: Ryuichi Kiyonari vince ed è Campione

Terzo titolo per “King Kiyo”, doppietta HM Plant Honda

Commenta per primo!

Ecco perchè dal 2007 viene riconosciuto come “King Kiyo”. A Oulton Park Ryuichi Kiyonari, con una splendida tripletta senza possibilità di replica, conquista il suo terzo titolo nel British Superbike alla sua stagione di ritorno nella categoria dopo i successi maturati nel 2006 e 2007, sempre con il team HM Plant Honda di Neil Tuxworth con Havier Beltran al muretto. Questa volta niente alibi per gli avversari: non c’è più la superiorità tecnica del pacchetto HRC-Michelin, ci sono gomme uguali per tutte (Pirelli) ed una moto fatta in casa dalla squadra finanziata da Honda UK. Ci ha messo del suo Kiyonari, passato dal recuperare dal (triplo) infortunio del 2009 nel mondiale di categoria al rimediare 1″5 di svantaggio nei confronti degli avversari nei test invernali di Guadix e Cadwell Park. Con il via della stagione è tornato ad esser il Kiyo che aveva lasciato la categoria nel 2007: subito pole a Brands Hatch, ritorno al successo a Cadwell Park, la prima di cinque vittoria che gli sono valse il titolo con o senza lo Showdown di mezzo.

Successo ampiamente meritato per il pilota che, per non farsi mancare nulla, ha conseguito quest’anno anche il terzo trionfo personale alla 8 ore di Suzuka in un periodo dove ha corso 9 gare in 4 settimane di fila: stagione semplicemente perfetta, con qualche rammarico per l’avventura nel WSBK, dove ha comunque vinto tre gare e senza i tre infortuni del 2009 sarebbe ampiamente rimasto nella top-8 della classifica (spesso e volentieri quale miglior pilota Ten Kate Honda).

Il trionfo di Kiyonari è anche del team HM Plant Honda, che piazza i due piloti ai primi due posti della classifica con un deluso Joshua Brookes in seconda posizione ripensando ai numerosi errori che hanno condizionato l’esito in campionato. Se è deluso Josh, che dire di Tommy Hill, che per una caduta, una sola sbavatura ha buttato al vento stagione e l’obiettivo inseguito da una vita. Disperato il pilota Crescent Suzuki ha concluso in quinta posizione in Gara 3, in crisi di nervi e senza più quella grinta mostrata (inaspettatamente) nelle due precedenti manche.

Aspettando il 2011, gli ultimi verdetti di questa stagione portano James Ellison a vincere la “Rider’s Cup” (primo tra i piloti esclusi dallo “Showdown”) e la BMW con il Jentin Racing e Steve Brogan la classifica della “Evo” per soli 3 punticini sul sud africano Hudson Kennaugh, passato a campionato in corso da MAR Kawasaki ad Splitlath Aprilia. Per il BSB ora l’appuntamento è al 25 aprile 2011 a Brands Hatch Indy, sempre con il re incontrastato della categoria: Ryuichi Kiyonari.

Cronaca di Gara

Alla partenza Easton e Laverty sorprendono Kiyonari che tiene la terza posizione su Ellison, Rutter, Hill e Brookes rispettivamente in sesta e settima posizione: non solo loro i piloti più aggressivi del momento, lo dimostrano Laverty e Kiyonari che passano Easton dalla “Lodge” alla paurosa piega a sinistra in salita della “Deer Leap”. Proprio “King Kiyo” è il più determinato, passa anche Michael Laverty al terzo giro portandosi in testa alla corsa: il titolo è già bello che ipotecato.

La classifica propone quindi Kiyonari, Laverty, Ellison davanti a Easton, seguono Rutter, Brookes, Hill impensierito da John Laverty. Non c’è Gary Mason che cade rovinosamente alla “Druids”, inevitabilmente i commissari fanno entrare la Safety Car neutralizzando la corsa. Si ripartirà tre giri più tardi con nessun sorpasso allo sventolar della bandiera verde, Kiyonari controlla e, anzi, allunga vistosamente seguito soltanto da Ellison.

Al sesto giro primo colpo di scena, James Ellison sbaglia l’inserimento della variante “Knickerbrook” e si ritrova a lasciar strada a tre piloti. Tra questi non c’è Michael Rutter, fermo poco dopo per un problema tecnico alla sua Ducati 1098R: lo rivedremo in azione nel 2011, ma prima il prossimo 20 novembre a Macau dove cercherà la settima vittoria in carriera. Con Kiyonari in fuga… campionato, è lotta aperta tra Laverty e Brookes per la seconda posizione con, a seguire, le Swan Honda di Easton ed Ellison, Tommy Hill poco dietro ormai presente solo per onor di firma. Giusto a metà gara Brookes riesce a passare Laverty alla “Lodge” proponendo una doppietta HM Plant Honda anche in prospettiva classifica, per la gioia di Neil Tuxworth che per una volta può abbozzare un sorriso.

Si ritira Stuart Easton per un problema tecnico, scala una posizione Hill che si prende la quinta posizione davanti a Loris Baz davvero eccezionale con la Yamaha Motorpoint. Restano soltanto due duelli: per la terza piazza tra Laverty ed Ellison, per la classifica “Evo” tra Brogan e Kennaugh. Gli inseguitori riusciranno nei sorpassi, ma c’è poco da dire: Ryuichi Kiyonari vince ed è Campione 2010. Terzo titolo per “King Kiyo” e per il team HM Plant Honda, segue Joshua Brookes con Ellison sul podio vincitore della “Rider’s Cup”, quinto è Tommy Hill che per un errore ha buttato via una stagione. Nella “Evo” vince Hudson Kennaugh, ma Steve Brogan per tre punti porta la BMW S1000RR ufficiale del Jentin Racing al successo. Appuntamento ora al 25 aprile 2011, si correrà sul circuito Indy di Brands Hatch.

MCE British Superbike Championship 2010
Oulton Park 2, Classifica Gara 3

01- Ryuichi Kiyonari – HM Plant Honda – Honda CBR 1000RR – 16 giri in 26’07.496
02- Joshua Brookes – HM Plant Honda – Honda CBR 1000RR – + 0.639
03- James Ellison – Swan Honda – Honda CBR 1000RR – + 4.531
04- Michael Laverty – Relentless Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 7.794
05- Tommy Hill – Worx Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 9.355
06- Loris Baz – Motorpoint Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 10.721
07- Alastair Seeley – Relentless Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 12.856
08- John Laverty – Buildbase Kawasaki – Kawasaki ZX 10R – + 17.220
09- Chris Walker – Sorrymate.com SMT Honda – Honda CBR 1000RR – + 17.331
10- Dan Linfoot – Motorpoint Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 22.881
11- Yukio Kagayama – Worx Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 30.228
12- Adam Jenkinson – Buildbase Kawasaki – Kawasaki ZX 10R – + 30.620
13- Tom Tunstall – Doodson Motorsport – Honda CBR 1000RR – + 31.616
14- Hudson Kennaugh – Splitlath Motorsport – Aprilia RSV4 – + 40.861
15- Simon Andrews – MSS Colchester Kawasaki – Kawasaki ZX 10R – + 41.769
16- Steve Brogan – Jentin Racing – BMW S1000RR – + 44.451
17- James Hillier – Bournemouth Kawasaki Racing – Kawasaki ZX 10R – + 47.411
18- Gary Johnson – AIM Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 47.571
19- Chris Seaton – MIST Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 48.068
20- Pauli Pekkanen – 777 RR Motorsport – Suzuki GSX-R 1000 – + 54.057
21- Leon Hunt – Adept Water – Kawasaki ZX 10R – + 1’12.797
22- Jamie Hamilton – Two Wheel Tuning – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’13.036

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy