BSB Assen Qualifiche Super Shane Byrne pole e record

BSB Assen Qualifiche Super Shane Byrne pole e record

Strepitosa pole position di Shane Byrne al TT Circuit Assen, lascia a 1/2 secondo Ellison e Haslam, Vittorio Iannuzzo splendido 14° con Alex Polita 23°.

La forza, la classe, la manetta di ‘Shakey‘. Per il quinto anno consecutivo il British Superbike varca la Manica per correre al TT Circuit Assen ritrovando in pole position per Gara 1 il ‘Re‘ della serie, quel Shane Byrne in forma spaziale e proiettato verso la conquista del suo quinto titolo in carriera. Ai comandi della Ducati Panigale R di punta del Paul Bird Motorsport non soltanto si è assicurato l’ennesima pole della stagione, ma con il crono di 1’35″724 ha demolito il precedente primato della pista per quanto concerne il BSB (pole 2015 di Joshua Brookes in 1’35″971), con un tempo di tutto rispetto anche nel raffronto con il World Superbike: sarebbe stato 2° (!) in griglia lo scorso mese di aprile preceduto dal solo Tom Sykes (1’35″440), il tutto con una moto equipaggiata dalla centralina unica prevista dal regolamento MCE BSB e senza aiuti elettronici (traction control, anti-wheelie, launch control) di nessun tipo.

FENOMENALE SHAKEY – Un giro capolavoro quello di Byrne, oltretutto conseguito in un affollato Q3 (niente Superpole “vecchio stile” per il rischio-pioggia, secondo prassi in questi casi) e con pista non propriamente in condizioni ottimali. Assistito da tutto il Paul Bird Motorsport a cominciare dal suo capotecnico (italiano) Giovanni Crupi, il quattro volte Campione del BSB ha letteralmente spazzato via la concorrenza nei decisivi 8 minuti di attività: un primo tentativo in 1’36″214, un secondo con lo strabiliante record di 1’35″724. Non basta per dare un’effettiva dimensione dell’exploit di ‘Shakey‘? Parliamo dei distacchi: oltre 1/2 secondo rifilato a James Ellison, ben 0″624 a Leon Haslam, terzo a completare la prima fila e chiamato domani ad un miracolo per recuperare i 27 punti di svantaggio in classifica.

GLI OUTSIDERS – Se Shane Byrne fa il vuoto e si ritroverà al via di Gara 1 braccato dalle due Kawasaki Ninja ZX-10R di punta del team GBmoto (la terza condotta da Peter Hickman si è fermata nel Q1 per un problema tecnico), in seconda fila scatteranno nell’ordine Luke Mossey (sempre competitivo ad Assen tra British Supersport e Superbike, tra i sei piloti qualificatisi per lo Showdown) e le due Honda Fireblade affidate a Jason O’Halloran (5°) e Dan Linfoot, 6° e caduto proprio sul più bello nel decisivo Q3 in piena “Osserbroeken”. Sventura analoga occorsa pochi istanti prima alla “Strubben” da Christian Iddon, nono in griglia dopo prove libere da protagonista, preceduto da Richard Cooper (7° su Hawk/Buildbase BMW) e Broc Parkes, baluardo ePayMe THM Yamaha a scapito di John Hopkins. Il californiano è tra gli illustri esclusi dal Q3 in compagnia di Michael Laverty (beffato per 0″007 a vantaggio di Linfoot nel Q2), Glenn Irwin (13°) e Tommy Bridewell, 14° in una due-giorni tormentata con l’unica Bennetts Suzuki. A terra nella seconda sessione di qualifica alla “De Bult” anche Jakub Smrz, fino a quel momento artefice di un gran weekend costantemente nei primi dieci, mentre la stella del TT Ian Hutchinson da wild card con Tyco BMW by TAS si è qualificato 26°.

SUPER-IANNUZZO SI QUALIFICA PER IL Q2, POLITA 23° – Al TT Circuit Assen spicca anche il tricolore. Su di un tracciato conosciuto Vittorio Iannuzzo, con una “modesta” (e privatissima) Kawasaki Ninja ZX-10R preparata dal team Gearlink, non soltanto per la prima volta è riuscito a passare la ‘tagliola’ del Q1, ma nel Q2 è stato in grado di ottenere un tempo che vale la quattordicesima casella in piena quinta fila. Una prestazione d’autore per il pilota irpino che ha ricordato come questa sua avventura nel BSB “Inizialmente sia stata proprio un incubo correndo su tracciati nuovi e particolari, ma quando si torna a correre su circuiti più “normali” siamo usciti fuori“. Il Campione Europeo Superstock 1000 2002 inoltre ha ribadito come “Il BSB sia il miglior campionato al mondo, per certi versi più difficile rispetto al Mondiale, almeno per quanto concerne la scalata verso le posizioni di vertice“. ‘Ian’ tesse le lodi del British Superbike che riaccoglie anche Alex Polita, al rientro dopo la problematica esperienza del 2012 con l’allora esordiente 1199, qualificatosi ventitreesimo con la Ducati Panigale R del team Moto Rapido ereditata da Stuart Easton.

COSI’ IN TV – Sarà Eurosport 2 (canale 211 di Sky, 373 di Mediaset Premium) a trasmettere in esclusiva per l’Italia le due gare del British Superbike dal TT Circuit Assen. Appuntamento alle 20:45 di domani con la differita di Gara 1, seguirà alle 21:15 la riproposizione di Gara 2.

MCE Insurance British Superbike Championship 2016
TT Circuit Assen
Classifica Qualifiche (Q3)

01- Shane Byrne – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale R – 1’35.724
02- James Ellison – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 0.589
03- Leon Haslam – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 0.624
04- Luke Mossey – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 0.627
05- Jason O’Halloran – Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP – + 0.637
06- Dan Linfoot – Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP – + 0.889
07- Richard Cooper – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 1.079
08- Broc Parkes – ePayMe Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 1.268
09- Christian Iddon – Tyco BMW – BMW S1000RR – + 1.311

La Griglia di Partenza di Gara 1

01- Shane Byrne – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale R
02- James Ellison – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R
03- Leon Haslam – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R
04- Luke Mossey – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R
05- Jason O’Halloran – Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP
06- Dan Linfoot – Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP
07- Richard Cooper – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR
08- Broc Parkes – ePayMe Yamaha – Yamaha YZF R1
09- Christian Iddon – Tyco BMW – BMW S1000RR
10- Michael Laverty – Tyco BMW – BMW S1000RR **
11- John Hopkins – ePayMe Yamaha – Yamaha YZF R1 **
12- Glenn Irwin – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale R **
13- Tommy Bridewell – Bennetts Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 **
14- Vittorio Iannuzzo – Gearlink Kawasaki – Kawasaki ZX-10R **
15- Jakub Smrz – Smiths Racing – BMW S1000RR **
16- Martin Jessopp – Riders Motorcycles BMW – BMW S1000RR **
17- Billy McConnell – FS-3 Racing – Kawasaki ZX-10R **
18- Lee Jackson – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR **
19- James Rispoli – Anvil Hire TAG Racing – Yamaha YZF R1 *
20- Peter Hickman – JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10R *
21- Ryuichi Kiyonari – Smiths Racing – BMW S1000RR *
22- Josh Hook – Team WD-40 Kawasaki – Kawasaki ZX-10R *
23- Alex Polita – Lloyds British Moto Rapido – Ducati Panigale R *
24- Alastair Seeley – Royal Air Force BMW – BMW S1000RR *
25- Filip Backlund – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R *
26- Ian Hutchinson – Tyco BMW – BMW S1000RR *
27- Aaron Zanotti – Platform Hire Yamaha – Yamaha YZF R1 *
28- Jenny Tinmouth – Honda Racing – Honda CBR 1000RR SP *
29- Josh Wainwright – Lloyd & Jones PR Racing – BMW S1000RR *
30- Shaun Winfield – Anvil Hire TAG Racing – Yamaha YZF R1 *

* Eliminati nel corso del Q1
** Eliminati nel corso del Q2

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy