Bradley Smith al via della 8h Oschersleben con YART Yamaha?

Bradley Smith al via della 8h Oschersleben con YART Yamaha?

Dopo la vittoria alla 8 ore di Suzuka 2015, Bradley Smith verso il bis dell’esperienza Endurance: atteso al via della finalissima 2016 di Oschersleben con il team YART Yamaha.

Un pilota della MotoGP al via della finalissima 2016 del Mondiale Endurance? Più che una semplice ipotesi. Aspettando l’ufficialità Bradley Smith, attuale portacolori Yamaha Tech 3 nella top class e sotto contratto KTM per il biennio 2017-2018, dovrebbe essere la star della 8 ore di Oschersleben, ultimo e decisivo appuntamento stagionale in agenda sabato 27 agosto prossimo.

Smith rappresenterebbe l’asso nella manica di YART, acronimo di Yamaha Austria Racing Team, per puntare alla conquista del titolo iridato. Il pilota di Oxford, già vice-Campione del Mondo 125cc, affiancherebbe i titolari Broc Parkes (attualmente impegnato anche nel BSB) e Marvin Fritz (capoclassifica dell’IDM Superbike) in sella alla Yamaha YZF-R1 #7 gommata Pirelli, moto reduce da uno spettacolare 4° posto assoluto alla 8 ore di Suzuka con lo stesso Parkes ed i giovani Kohta Nozane e Takuya Fujita alla guida.

Con 35 punti in palio e soli 8 di svantaggio dalla testa della classifica YART con Smith conta di poter far saltare il banco ad Oschersleben, aggiudicandosi in un sol colpo gara ed un titolo mondiale che manca alla compagine di Mandy Kainz dal 2009.

Per Bradley Smith si tratterebbe di un ritorno nell’Endurance dopo la trionfale esperienza dello scorso anno alla 8 ore di Suzuka con la R1 ufficiale del Yamaha Factory Racing Team, all’epoca in equipaggio con il suo attuale teammate in MotoGP Pol Espargaro e Katsuyuki Nakasuga.

Bradley Smith ha provato una R1 di YART al Red Bull Ring nelle scorse settimane
Bradley Smith ha provato una R1 di YART al Red Bull Ring nelle scorse settimane

Va detto che, nei giorni scorsi, il pilota britannico ha avuto modo di provare una Yamaha R1 preparata da YART al Red Bull Ring di Spielberg. Originariamente si pensava ad un test funzionale a scoprire la pista teatro questo fine settimana del GP d’Austria della MotoGP, ma evidentemente c’era ben altro in ballo…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy