SUPERBIKE*IDM: a Hockenheim per il penultimo round 2013

SUPERBIKE*IDM: a Hockenheim per il penultimo round 2013

Reiterberger verso il titolo

Commenta per primo!

Tradizionale sede della “Finale” nelle ultime stagioni dell’Internationale Deutsche Motorradmeisterschaft, quest’anno Hockenheim “anticipa” nel calendario 2013 della SUPERBIKE*IDM in qualità di penultimo appuntamento stagionale, ma destinato a risultare decisivo per l’assegnazione del titolo di categoria. Alla luce dei verdetti espressi nel precedente round al Sachsenring, il giovane Markus Reiterberger, dai trascorsi convincenti nella Superstock 1000 FIM Cup, alla sua stagione di rientro nell’IDM potrebbe laurearsi Campione già al termine di Gara 1 con tre manche ed un round d’anticipo. Un titolo, stando al potenziale mostrato nell’arco della stagione, ampiamente meritato per “Reiti”, dal rendimento costante riuscendo a sfruttar appieno le disavventure dei suoi più diretti avversari nella corsa alla vittoria finale: il Campione in carica Erwan Nigon e Damian Cudlin, entrambi in queste ultime settimane in infermeria. Nigon, compagno di squadra di Reiterberger in alpha Technik BMW, è stato costretto alla resa nelle prove libere del Sachsenring a seguito di una rovinosa caduta con conseguente (tripla) frattura al piede sinistro. Non è andata meglio a Damian Cudlin, mattatore del primo scorcio di campionato, costretto a difendersi negli ultimi round per la frattura alla tibia rimediata nelle prove della 8 ore di Suzuka, ma con diversi “zero” all’attivo che lo vedono ora costretto ad inseguire. Complici queste disavventure altrui ed un ruolino di marcia invidiabile di nove piazzamenti a podio (comprensivi di due vittorie: Zolder e Schleizer Dreieck) in dodici gare, ad Hockenheim Markus Reiterberger si presenterà con 66 punti di vantaggio rispetto a Erwan Nigon (fuori dai giochi), 68 a scapito di Damian Cudlin, con una concreta chance di chiudere i giochi già in Gara 1. Titolo costruttori per la BMW Tutto volge al meglio per il giovane alfiere del team Van Zon Remeha BMW in evidenza nella wild card mondiale al Nurburgring sempre con alpha Technik, meritevole di un titolo già aritmeticamente in bacheca per quanto concerne la graduatoria marche da parte di BMW Motorrad, al secondo centro consecutivo dominando l’ultimo biennio della categoria. Le BMW S1000RR sono il riferimento assoluto per la SUPERBIKE*IDM, anche se nell’ultimo scorcio della stagione la concorrenza sembra aver finalmente ridotto il gap. Al Sachsenring, tracciato sulla carta favorevole, è stata la Ducati a metter a segno una sensazionale doppietta: in Gara 1 il trionfo del rientrante tri-Campione IDM Martin Bauer all’esordio con la Ducati 1199 Panigale R del 3C-Racing Team (lo rivedremo in pista soltanto per la “Finale” al Lausitzring), nella seconda manche da wild card con una Panigale Stock di Max Neukirchner, autore della pole e costretto al ritiro nella prima frazione per un problema tecnico. La Ducati attende così il rientro di Martin Bauer per Lausitzring (e dell’infortunato Dario Giuseppetti per la stagione 2014), Honda con l’Holzhauer Racing Promotion dopo un sofferto avvio può persino sperare di chiuder la stagione con il secondo posto in campionato grazie a Michael Ranseder, cinque piazzamenti a podio nelle ultime sei gare in questa sua prima stagione in sella alla CBR 1000RR C-ABS comprensivi della vittoria di Gara 2 a Schleizer Dreieck. Il pilota austriaco dai trascorsi nel Motomondiale (125cc, 250cc e Moto2) è soltanto a 3 punticini dal secondo posto nella generale, traguardo già raggiunto nel precedente triennio tra Supersport (2010) e Superbike (2011-2012), ponendo così le basi per un 2014 da protagonista. Michael Ranseder avvicina il secondo posto in campionato Cercheranno invece di fare di necessità virtù in casa Yamaha Motor Deutschland con l’australiano Gareth Jones quinto in campionato e Matej Smrz, a seguito dell’infortunio rimediato al Nurburgring da wild card nel Mondiale Superbike, che ha concluso la stagione 2013 in anticipo, ma trovando un sostituto d’eccezione in Mark Aitchison per Hockenheim e Lausitzring. La compagine di Michael Galinski cercherà così di difendere il quinto posto in campionato con Jones a scapito dell’olandese Arie Vos (Van Zon alpha Technik BMW by Herpigny) e dell’ex iridato Endurance Freddy Foray (Honda Holzhauer Racing Promotion) oltre che di un ex-campione IDM come Stefan Nebel, tornato quest’anno in qualità di tester BMW e Dunlop della nuova BMW HP4 del Wilbers Racing, tra le moto attese protagoniste per la prossima stagione con previste una serie di novità regolamentari che saranno presto annunciate dal promoter MotorEvents. SUPERBIKE*IDM 2013 La Classifica di Campionato 01- Markus Reiterberger – Van Zon Remeha BMW – BMW S1000RR – 214 02- Erwan Nigon – Van Zon Remeha BMW – BMW S1000RR – 148 03- Damian Cudlin – RAC Racing BMW – BMW S1000RR – 146 04- Michael Ranseder – Honda Holzhauer Racing Promotion – Honda CBR 1000RR – 145 05- Gareth Jones – Yamaha Motor Deutschland by Monster Energy – Yamaha YZF R1 – 124 06- Matej Smrz – Yamaha Motor Deutschland by Monster Energy – Yamaha YZF R1 – 113 07- Arie Vos – Van Zon alpha Technik BMW by Herpigny – BMW S1000RR – 111 08- Freddy Foray – Honda Holzhauer Racing Promotion – Honda CBR 1000RR – 109 09- Stefan Nebel – Wilbers BMW Racing – BMW HP4 – 91 10- Kevin Valk – RAC Racing BMW – BMW S1000RR – 87 11- Roland Resch – RRRR Suzuki Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – 84 12- Lucy Glockner – Wilbers BMW Racing – BMW HP4 – 80 13- Martin Bauer – 3C Racing Team – Ducati 1199 Panigale – 50 14- Marc Buchner – HPC Power Suzuki Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 48 15- Barry Burrell – HPC Power Suzuki Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 32

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy