Daytona 200 Qualifiche: la Suzuki di Martin Cardenas in pole

Daytona 200 Qualifiche: la Suzuki di Martin Cardenas in pole

Batte Beaubier e DiSalvo, progressi per gli italiani

di Redazione Corsedimoto

In Colombia esiste soltanto un circuito degno di nota adibito ad ospitare gare motociclistiche (a Tocancipá, 6 ore dalla capitale Bogotà), ma da Medellin, principale città della Valle de Aburrá nel departamento de Antioquia, proviene un pilota capace di conquistare la pole position della 71esima edizione della 200 miglia di Daytona. Martin Cardenas, tornato nella classe SportBike dopo il trionfo del 2010 ed una positiva stagione nell’American Superbike (miglior “rookie” con una vittoria all’attivo ed il 4° posto nella classifica di campionato), grazie al nuovo record del tracciato in 1’49″560 scatterà davanti a tutti domani nella gara che vale una carriera nel motociclismo d’Oltreoceano. Dal 2007 presenza fissa dei campionati AMA dopo una sfortunata parentesi nel mondiale 250 GP (addirittura con il team Repsol Honda di Alberto Puig), l’ex campione del CEV Supersport ha fatto valere la propria esperienza riuscendo a conquistare la seconda pole tra le SportBike (l’ultima nel 2009 a Laguna Seca), senza dubbio la più importante nei sei anni di permanenza negli Stati Uniti. Sceso di categoria per assecondare le richieste del Team Hammer, American Suzuki Corporation e del main sponsor GEICO, nel secondo turno di prove ufficiali Cardenas è riuscito a respingere gli assalti della concorrenza conquistando il meritatissimo Rolex Daytona riservato all’autore della pole position, “sottratto” dal proprio polso destro nell’edizione 2010 per un’inezia: 2 miseri millesimi. Una pole prestigiosa, conseguita grazie ad una Suzuki GSX-R 600 decisamente competitiva nel banking del “World Center of Racing”, con la prospettiva domani di mandare in visibilio un’intera nazione abituata a vincere in quest’ultimo lustro a Daytona: con Juan Pablo Montoya nel 2007 e 2008 alla 24 ore Endurance, lo scorso anno con i giovani Tomas Puerta e David Gaviria nell’AMA SuperSport addirittura monopolizzando con Stefano Mesa il podio di Gara 1. La Colombia scala le gerarchie nel Motorsport, un giovane talento come Cameron Beaubier scala invece la classifica, conquistando un 2° posto in griglia alla prima esperienza da pilota Graves Motorsports, formazione ufficiale Yamaha Motor Corp. USA nei campionati AMA Pro Road Racing. “Cam”, portato nel mondiale 125 GP 2009 dalla KTM ufficiale (affiancando nientemeno che Marc Marquez..), nonostante la giovane età si è mostrato scaltro e smaliziato nel sfruttare la scia inavvertitamente offerta proprio da Cardenas nei concitati minuti finali della seconda sessione di qualifiche, scalzando nel monitor dei tempi in 2° posizione il detentore del trofeo Jason DiSalvo, scivolato in terza piazza con il crono conseguito nelle qualifiche della mattinata. Ai comandi della Triumph Daytona 675R “Vintage” del Latus Motors Racing, Di Salvo cercherà domani di centrare un clamoroso “bis” dopo il trionfo dello scorso anno su Ducati 848 EVO, portando in dote colori e numero di gara del compianto Gary Nixon, leggenda del motociclismo americano, ultimo vincitore alla 200 miglia con Triumph nel 1967 con una Tiger 100 (bicilindrica 500cc). Con Suzuki, Yamaha e Triumph, ci è mancato poco per trovare addirittura 4 differenti case costruttrici rappresentate in prima fila, con Jake Zemke (vincitore nel 2006 con American Honda, poleman 2011 con Yamaha P1A) quinto con la prima Ducati 848 EVO in classifica schierata dal Ducshop Racing. L’esperto pilota californiano è stato preceduto da un altro “Young Gun” come Joey Pascarella, apprezzato anche nella nostra penisola per convincenti prestazioni nel CIV Superstock 600, 4° a completare la prima fila al ritorno in madrepatria con la Yamaha YZF R6 del Project 1 Atlanta, sicuro di correre soltanto a Daytona. Nel dualismo tra “giovani leoni” e “vecchie volpi” del motociclismo americano, nella top-10 non potevano mancare i due ex-campioni Red Bull Rookies Cup Jake Gagne (6°) e JD Beach (9°, grande protagonista lo scorso anno) con le Yamaha R6 dell’esordiente team RoadRace Factory, così come piloti di comprovata esperienza nonostante abbiano appena superato i 20 anni come Dane Westby (7°, M4 Suzuki) e Tommy Aquino, 8° alla sula ultima gara AMA prima di trasferirsi definitivamente in Europa per correre nel CEV Moto2. Protagonisti “mancati” delle qualifiche rispondono invece al nome di Cory West, “runner-up” nel 2011 (vittoria sfumata per 0″029!), 11° in griglia con Vesrah Suzuki, e Tommy Hayden, 13° dopo esser stato chiamato ieri in tarda serata da Chuck Graves per sostituire l’infortunato Garrett Gerloff (femore destro fratturato per un brutto volo nelle prove) con la seconda R6 iscritta dal Y.E.S. Graves Yamaha. Appiedato da Yoshimura Suzuki per problemi di budget, il nativo di Owensboro scatterà dalla quinta fila a distanza di 11 anni dall’ultima presenza alla Daytona 200 del 2001, all’epoca proprio da pilota Yamaha Factory. Per quanto concerne i due nostri portabandiera, un generoso Nico Vivarelli si è qualificato 32esimo all’esordio a Daytona con la Yamaha del Team Race APEX, migliorando di 4″ i riferimenti cronometrici della giornata di ieri tanto da ritrovarsi 29° al termine delle prime qualifiche ufficiali. Scatterà invece dalla 42esima posizione Dario Marchetti, già vincitore al DIS tra Battle of the Twins e Sound of Thunder, in gara con la seconda Ducati 848 EVO del Ducshop Racing. Per domani l’obiettivo resta la top-20 studiando una valida strategia per affrontare le 57 tornate del Daytona International Speedway, con il via fissato alle 13:00 locali. DAYTONA 200 2012 Classifica Riepilogativa Qualifiche 01- Martin Cardenas – GEICO Suzuki – Suzuki GSX-R 600 – 1’49.560 02- Cameron Beaubier – Yamaha Extended Service Graves – Yamaha YZF R6 – 1’49.742 03- Jason DiSalvo – Team Latus Motors Racing – Triumph Daytona 675R – 1’49.772 04- Joey Pascarella – Project 1 Atlanta – Yamaha YZF R6 – 1’50.155 05- Jake Zemke – Ducshop Racing – Ducati 848 EVO – 1’50.867 06- Jake Gagne – RoadRace Factory Red Bull – Yamaha YZF R6 – 1’50.895 07- Dane Westby – M4 Broaster Chicken Suzuki – Suzuki GSX-R 600 – 1’51.031 08- Tommy Aquino – SGA Racing Yamaha Champions School – Yamaha YZF R6 – 1’51.061 09- JD Beach – RoadRace Factory Red Bull – Yamaha YZF R6 – 1’51.280 10- Huntley Nash – LTD Racing – Yamaha YZF R6 – 1’51.489 11- Cory West – Riders Discount Vesrah Suzuki – Suzuki GSX-R 600 – 1’51.514 12- Benny Solis – Riders Discount Vesrah Suzuki – Suzuki GSX-R 600 – 1’51.557 13- Tommy Hayden – Yamaha Extended Service Graves – Yamaha YZF R6 – 1’51.609 14- Barrett Long – Longevity Racing – Ducati 848 EVO – 1’51.639 15- Bobby Fong – Meen Motorsports – Yamaha YZF R6 – 1’51.875 16- Michael Beck – Full Tuck Racing – Yamaha YZF R6 – 1’52.064 17- Robertino Pietri – Katra/SGA Racing – Yamaha YZF R6 – 1’52.074 18- Kris Turner – Turner’s Cycle Racing – Triumph Daytona 675R – 1’52.166 19- David Gaviria – LTD Racing – Yamaha YZF R6 – 1’52.381 20- Fernando Amantini – Team Amantini – Kawasaki ZX-6R – 1’52.383 21- Paul Allison – Triple Crown Industries – Yamaha YZF R6 – 1’52.786 22- Austin DeHaven – Triple Crown Industries – Yamaha YZF R6 – 1’53.050 23- Ben Young – BYR/FOGI Racing – Yamaha YZF R6 – 1’53.705 24- Michael Barnes – Triple Crown Industries – Yamaha YZF R6 – 1’53.940 25- Bryce Prince – Rotobox/Nexx – Yamaha YZF R6 – 1’53.968 26- Reese Wacker – MOB Racing – Yamaha YZF R6 – 1’54.154 27- Shane Narbonne – MOB Racing – Yamaha YZF R6 – 1’54.244 28- Shawn Higbee – Higbee Racing – Buell 1125R – 1’54.272 29- Melissa Paris – Sea Miracle Yamaha Racing – Yamaha YZF R6 – 1’54.305 30- Bostjan Skubic – Riders Discount Vesrah Suzuki – Suzuki GSX-R 600 – 1’54.386 31- Scott Ryan – Stiles Racing – Yamaha YZF R6 – 1’54.479 32- Nico Vivarelli – APEX/Mousebox Racing – Yamaha YZF R6 – 1’54.619 33- Josh Galster – Josh Galster Racing – Yamaha YZF R6 – 1’54.651 34- Dalton Dimick – Gearzy Racing – Yamaha YZF R6 – 1’54.922 35- Matthew Sadowski – Top Shelf Motorcycles Racing – Suzuki GSX-R 600 – 1’54.952 36- Jeff Wrobel – Wrobel Racing – Yamaha YZF R6 – 1’55.252 37- David Sadowski – Top Shelf Motorcycles Racing – Suzuki GSX-R 600 – 1’55.859 38- Anthony Fania – KSW Racing – Yamaha YZF R6 – 1’56.054 39- Darren James – Ruthless Racing Inc. – Buell 1125R – 1’56.074 40- Frankie Garcia – Aussie Dave Racing – Yamaha YZF R6 – 1’56.260 41- Pat Mooney – Pat Mooney Racing – Buell 1125R – 1’56.463 42- Dario Marchetti – Ducshop Racing – Ducati 848 EVO – 1’56.666 43- Eric Haugo – Viking Moto – Yamaha YZF R6 – 1’56.936 44- Sam Rozynski – Triple Crown Industries – Yamaha YZF R6 – 1’57.077 45- Ricky Orlando – Ricky Orlando Racing – Kawasaki ZX-6R – 1’57.632 46- Josh Ashmead – Peter Brady Racing – Kawasaki ZX-6R – 1’58.783 Alessio Piana

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy