American Superbike Road America Gara 2: ancora Young

American Superbike Road America Gara 2: ancora Young

Quarta vittoria e pareggia i conti con Josh Hayes

Secondo pronostici, la prima manche dell’American Superbike sul tracciato Road America di Elkhart Lake (quarto appuntamento stagionale) ha visto un acceso confronto per il primato con i tre migliori intepreti della Superbike made in USA. Ad avere la meglio è stato Blake Young, al quarto trionfo su sei gare (settimo in carriera), che ha nuovamente “beffato” in volata il campione in carica Josh Hayes.

Autore della pole position, l’esperto pilota del team Graves Yamaha è stato subito anticipato dalle Suzuki Yoshimura di Young e Hayden. Soltanto nel corso del quarto giro è riuscito a riportarsi in testa, salvo poi dover cedere nuovamente il testimone al giovane pupillo di Kevin Schwantz. Rispetto alle ultime gare, questa volta Blake Young ha voluto giocare d’anticipo senza seguire Josh Hayes come un’ombra, cercando di fare il proprio passo: diversa strategia, non cambia il risultato con l’ennesima vittoria che vale la leadership di campionato a quota 160, pari punti proprio con il portabandiera Yamaha.

Di un soffio ha concluso in terza posizione Tommy Hayden a completare podio e l’ormai affermato terzetto che lotterà per la conquista del titolo, staccando di gran lunga il campione Daytona SportBike in carica Martin Cardenas (M4 Suzuki) quarto a quasi 20 secondi dalla vetta. Nella top-5 figura anche il sempreverde Larry Pegram, in crescita con la BMW S1000RR sviluppata in proprio dopo qualche gara sottotono.

Da dimenticare la prima manche a Road America per il Michael Jordan Motorsports, con Roger Hayden e Ben Bostrom in lotta per la sesta e settima posizione, nell’ordine sul traguardo distanziati da poco più di 1 decimo. Nonostante la disponibilità della nuova Suzuki GSX-R 1000 l’agguerrito e pluridecorato duo della leggenda NBA non riesce a ridurre il gap dalla vetta, ritrovandosi in bagarre soltanto per le posizioni di rincalzo. Da segnalare nella top-10 anche la Buell 1125R ufficiale dell’Erik Buell Racing condotta da Geoff May, 10° proprio davanti a JD Beach in rimonta con la Kawasaki dell’Attack Performance, lontano dalla strepitosa performance di Salt Lake City dove si era ritrovato in quarta posizione prima di una scivolata.

AMA Pro National Guard American Superbike 2011
Road America, Classifica Gara 1

01- Blake Young – Rockstar Makita Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 13 giri in 29’01.567
02- Josh Hayes – Monster Energy Graves Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 0.439
03- Tommy Hayden – Rockstar Makita Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.449
04- Martin Cardenas – M4 Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 19.092
05- Larry Pegram – Foremost Insurance Pegram Racing – BMW S1000RR – + 23.629
06- Roger Hayden – National Guard Jordan Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 25.328
07- Ben Bostrom – Jordan Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 25.451
08- Chris Clark – Y.E.S. Pat Clark Sports Graves – Yamaha YZF R1 – + 39.274
09- Jason Farrell – Speed Tech Performance – Kawasaki ZX-10R – + 44.648
10- Geoff May – Amsoil Erik Buell Racing – Buell 1125R – + 45.294
11- JD Beach – Cycle World Attack Performance – Kawasaki ZX-10R – + 47.477
12- David Anthony – ADR Fly Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 58.952
13- Jordan Burgess – ADR Fly Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’43.343
14- Brian Hall – Schaumburg Audi – Kawasaki ZX-10R – + 1’59.488
15- Trent Gibson – Seven Sports – Suzuki GSX-R 1000 – + 2’03.835
16- Reese Wacker – Wacker Racing LLC – Suzuki GSX-R 1000 – + 2’22.813
17- Steve Rapp – San Diego BMW/Locust Powered by Lee’s Cycle – BMW S1000RR – + 2’47.005

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy