American Superbike: John Hopkins chiude il 2010 in bellezza

American Superbike: John Hopkins chiude il 2010 in bellezza

Miglior risultato e vittoria sfiorata in Gara 2 a Barber

Commenta per primo!

Dopo una stagione difficile che l’ha visto star fermo quattro gare per operarsi e guarire dai malanni al polso destro (per diversi specialisti doveva addirittura abbandonare le corse), John Hopkins ha chiuso il campionato in crescendo fino a sfiorare il successo in Gara 2 al Barber Motorsports Park. L’ex pilota di Suzuki e Kawasaki in MotoGP ha concluso in seconda posizione con la GSX-R 1000 del team M4 Monster Energy, mostrandosi competitivo per tutto l’arco di gara e, soprattutto, soddisfatto per il recupero della condizione fisica.

E’ stato davvero una buona gara“, spiega John Hopkins. “Abbiamo fatto una scelta diversa di pneumatici rispetto agli avversari e son dovuto stare attento per non commettere errori, conservando le gomme per l’ultima parte di gara.

E’ stato comunque un risultato incredibile. Quattro mesi fa non sapevo se potevo continuare a correre, adesso sono in lotta per la vittoria: non mi divertivo così da tantissimi anni. Infortunio a parte, mi son trovato benissimo quest’anno nella categoria e a lavorare con la squadra, mi è solo dispiaciuto non aver potuto lottare per le posizioni di testa prima“.

Se il team M4 Monster Energy Suzuki ha già rinnovato con Martin Cardenas, nuovo campione della Daytona SportBike, il futuro di John Hopkins resta incerto anche se la sua intenzione è di continuare a correre negli States.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy