AMA: Hodgson “Torno nel BSB, triste la situazione in America”

AMA: Hodgson “Torno nel BSB, triste la situazione in America”

Non solo il ritiro Honda ha portato questa scelta

Commenta per primo!

Ormai ha deciso: Neil Hodgson nella stagione 2010 tornerà a correre nel British Superbike. Scelta dovuta al mancato rinnovo dell’accordo tra American Honda ed il team Corona Extra, ma non solo. L’ex iridato si è scagliato in un’intervista a Speed TV contro il Daytona Motorsports Group, società che da quest’anno ha preso le redini dei campionati AMA commettendo, secondo l’opinione degli addetti ai lavori, un errore dietro l’altro..

Da diversi anni ho deciso di correre in America, mi piaceva questo mondo e anche viver qui“, afferma Neil Hodgson. “Purtroppo ultimamente le cose non stavano andando nel verso giusto. L’atmosfera che si respira nel paddock non è più la stessa, DMG (società organizzatrice dei campionati AMA) ha fatto delle scelte assurde, stupide e lo si è visto, nessuno viene più a vedere le gare. Sono eventi noiose, io, e non sono l’unico, non mi diverto più a correre“.

Il ritiro di American Honda, che non offrirà più contributo tecnico ed economico al team Corona Extra (come sostanzialmente già deciso ad inizio stagione), è stata poi la mazzata che ha spinto Neil Hodgson verso il ritorno nel British Superbike.

Quando ho visto come si stava evolvendo la situazione in America ho pensato bene di tornare a correre nel BSB. Sono stato a Croft, ed è stato incredibile, è pazzesco il livello di professionalità del campionato, 10 volte tanto rispetto all’America. E’ un vero peccato, perchè nelle gare AMA ci sono grandi piloti e team, ma non si riesce a sfruttare il potenziale, anzi…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy