All Japan Superbike Katsuyuki Nakasuga, il mattatore della JSB1000

All Japan Superbike Katsuyuki Nakasuga, il mattatore della JSB1000

Sette titoli All Japan Superbike, due vittorie ed altrettante pole alla 8 ore di Suzuka, 1 podio in MotoGP: questo è Katsuyuki Nakasuga.

Ci sono piloti, tuttora in attività, nel loro universo già riconosciuti come leggenda del motociclismo. A 35 anni compiuti può ritenersi tale Katsuyuki Nakasuga, recordman indiscusso non soltanto della JSB1000, ma di 50 anni di storia dell’All Japan Road Race Championship. Sette titoli (cinque consecutivi), due vittorie ed altrettante pole position alla 8 ore di Suzuka e, già che c’era, persino un podio in MotoGP a Valencia nel 2012 da sostituto dell’infortunato Ben Spies con la Yamaha M1 ufficiale. Di fatto ‘Kats’, classe 1981 di Shizuoka (Prefettura di Fukuoka), ha vinto tutto quello che c’era da vincere nella Terra del Sol Levante legando sin da giovanissimo la propria carriera alla Yamaha.

Dall’esordio nell’All Japan GP250 nel 2000 con una TZ250 privata iscritta in proprio sotto le insegne del team Technospeed Nakasuga, in 17 stagioni di attività ha raggiunto traguardi impareggiabili nella storia del motociclismo giapponese. Dopo un lustro di militanza nella 250cc 2 tempi (5° nel 2002 e 2004 con persino un 2° tempo in qualifica a Suzuka nel 2003 da wild card nel Mondiale), nel 2005 la svolta della sua carriera: il passaggio, sempre con Yamaha e con il SP Tadao Racing Team, alla top class JSB1000-Superbike. Dodicesimo al debutto, nel 2006 fa esperienza in vista di un 2007 dove raccoglie i primi due successi tra Autopolis e Okayama, totalizzando più punti di tutti nella seconda parte della stagione.

Katsuyuki Nakasuga festeggia il settimo titolo JSB1000 conquistato lo scorso mese di novembre
Katsuyuki Nakasuga festeggia il settimo titolo JSB1000 conquistato lo scorso mese di novembre

Con questa esponenziale crescita di performance il 2008 è l’anno del primo titolo nell’All Japan Superbike, bissato nel 2009 difendendo i colori del YSP Racing Team (acronimo di Yamaha Sport Plaza) capeggiato da un’altra leggenda del motociclismo giapponese come Tadahiko Taira, dai trascorsi da pilota ufficiale Yamaha in 500cc. Con solo il biennio 2010-2011 di parentesi, Nakasuga di fatto ogni anno si è sempre impossessato della tabella #1: cinque titoli di fila nel 2012, 2013, 2014, 2015 e 2016, sfatando nelle ultime due (trionfali) edizioni il suo personale “tabù” rappresentato dalla vittoria alla 8 ore di Suzuka.

Prossimo ai 37 anni, Katsuyuki Nakasuga sarà nuovamente al via della JSB1000 2017 con l’obiettivo di arricchire un bottino senza eguali nella serie di 7 titoli. Mai nessuno come lui nella top class, considerato che Shinichi Itoh si è fermato a 4 titoli (Campione tra 500cc nel 1990, Superbike nel 1998 e JSB1000 nel biennio 2005-2006), ma anche nel contesto dell’All Japan: Hideyuki Nakayoh con i suoi cinque titoli (tutti nella classe 125cc: 1998, 1999, 2001, 2002 e 2004) è già stato ampiamente raggiunto e superato…

Sul podio a Suzuka celebrando il titolo All Japan Superbike 2017
Sul podio a Suzuka celebrando il titolo All Japan Superbike 2017

I RECORD DI KATSUYUKI NAKASUGA

– 7 titoli All Japan Superbike (2008, 2009, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016)

– 2 vittorie alla 8 ore di Suzuka (2015, 2016)

– 2 pole position personali alla 8 ore di Suzuka (2012, 2013)

– 1 podio in MotoGP (2° al GP di Valencia 2012)

– 34 vittorie nell’All Japan Road Race Championship (1 in 250 GP, 33 nella JSB1000)

– 33 vittorie nell’All Japan Superbike/JSB1000

– 10 vittorie consecutive nell’All Japan Superbike (da Autopolis 2015 a Okayama 2016)

– 60 podi complessivi nell’All Japan Superbike/JSB1000

– 1694 punti totalizzati nell’All Japan Superbike/JSB1000

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy