8h Suzuka Test Exploit Moriwaki: miglior tempo, ma sul passo Yamaha…

8h Suzuka Test Exploit Moriwaki: miglior tempo, ma sul passo Yamaha…

Al rientro Moriwaki (con pneumatici Pirelli) chiude i Test ufficiali della 8 ore di Suzuka davanti a tutti. Nella simulazione di gara Yamaha fa paura…

Conclusi i Test ufficiali, una considerazione emerge fra tutte: sarà un’edizione della 8 ore di Suzuka decisamente imperdibile. Se 12 mesi or sono i giochi sembravano ormai fatti con largo anticipo, quest’anno il pronostico resta apertissimo alla luce dei verdetti offerti da una tre-giorni di attività con distacchi contenuti (sul giro e sul passo) tra i top team, una varietà di squadre al vertice offrendo un’alternanza che può soltanto giovare pensando ai presupposti di spettacolarità della “gara delle gare” giunta alla sua 40esima edizione. Vero, il potenziale espresso nel corso della (doppia!) simulazione di gara da parte dello squadrone Yamaha Factory Racing Team fa indiscutibilmente impressione, ma davanti a tutti si registra l’exploit di Moriwaki, in testa con uno scatenato Ryuichi Kiyonari affiancato da Yuki Takahashi e Dan Linfoot, in 2’07″346 capo-classifica della conclusiva giornata di test con pneumatici Pirelli e trascorsi 9 anni dall’ultima partecipazione diretta alla 8 ore risalente al 2008.

Yuki Tahashi uno dei tre piloti Moriwaki per la 8 ore di Suzuka 2017
Yuki Tahashi uno dei tre piloti Moriwaki per la 8 ore di Suzuka 2017
CHE RITORNO DI MORIWAKI! – Nel 2008, con una line up di assoluto valore comprensiva di Cal Crutchlow, Jason O’Halloran e Tatsuya Yamaguchi, il glorioso marchio Moriwaki si era congedato dalla 8 ore di Suzuka con il 6° posto finale, dedicandosi successivamente allo sviluppo della MD600 Moto2 vittoriosa due anni più tardi alla stagione d’esordio nella rinnovata middle class del Motomondiale. Nove anni più tardi Moriwaki torna alla 8 ore scommettendo sul potenziale degli pneumatici Pirelli (anche per quanto concerne l’All Japan Superbike), mettendo insieme tre piloti di valore come Ryuichi Kiyonari (4 vittorie alla 8 ore), Yuki Takahashi (due titoli J-GP2 con Moriwaki) e Dan Linfoot (portacolori Honda Racing UK nel BSB) mostratisi subito competitivi nel corso degli Official Test. In particolare “King Kiyo“, a caccia della quinta affermazione a Suzuka (impresa riuscita in 39 edizioni al solo Tohru Ukawa), si è mostrato in gran forma con la perla del miglior tempo in 2’07″346 conseguito nella conclusiva sessione di attività dei Test. Moriwaki può pertanto sognare, facendo affidamento su una CBR 1000RR Fireblade SP2 sviluppata in proprio, ma con propulsori ufficiali HRC…

Simulazione di gara fenomenale per Yamaha Factory Racing Team
Simulazione di gara fenomenale per Yamaha Factory Racing Team
LONG RUN E SIMULAZIONI DI GARA PER I TOP TEAM – Se Moriwaki balza al comando della graduatoria per un “tris” tutto Honda (nelle precedenti due giornate era stato il turno di HARC-PRO e F.C.C. TSR), favoriti da condizioni meteorologiche congeniali oggi in quel di Suzuka i top team hanno dato vita alle attesissime “simulazioni di gara”. Lo ha fatto Yamaha Factory Racing Team, in trionfo nel precedente biennio, con tutti i suoi tre piloti viaggiando con un passo sensazionale: non solo con Katsuyuki Nakasuga (già che c’era il più veloce dell’equipaggio #21 in 2’07″703), ma anche e soprattutto con Alex Lowes e Michael van der Mark, in crescita con le rispettive R1 ufficiali dopo un inizio di Test tra alti e bassi. Nella seconda sessione entrambi hanno compiuto più di 20 giri a testa consecutivi (uno stint di gara alla 8 ore è di 27-28 tornate) veleggiando senza soste sul ritmo del 2’09”, una costanza che elegge nuovamente lo squadrone Yamaha nel ruolo di favorito per la vittoria finale. Per una 8 ore avvincente la buona notizia è che gli avversari non sono distanti, con HARC-PRO Honda (2° tempo a firma Takahashi in 2’07″592) a pochi decimi nel confronto diretto nella media sul passo con lo stesso Takahashi e con Jack Miller. Inoltre, aspettando una crescita in termini di performance di Takaaki Nakagami, per la compagine di riferimento HRC la preparazione alla 8 ore era iniziata con largo anticipo: il primo test, con annessa simulazione di gara rigorosamente a porte chiuse, ci riporta allo scorso mese di aprile…

Stefan Bradl al debutto alla 8 ore con F.C.C. TSR Honda
Stefan Bradl al debutto alla 8 ore con F.C.C. TSR Honda
TUTTI I TOP TEAM IN UN FAZZOLETTO – Con cinque team racchiusi in meno di 8/10, non mancano all’appello nemmeno Kawasaki Team Green con un Leon Haslam (2’07″805) evidentemente ripresosi dall’infortunio rimediato a Knockhill nel British Superbike, così come F.C.C. TSR Honda con il “solito” Dominique Aegerter ed un Stefan Bradl che ci ha messo poco a scoprire i segreti dei 5.821 metri di Suzuka. Sotto-traccia Yoshimura Suzuki, con la nuova GSX-R 1000, ha badato più al sodo e la (rimarchevole) costanza di rendimento dell’omogeneo trio formato da Takuya Tsuda, Sylvain Guintoli e Joshua Brookes non maschera i propositi ambiziosi per l’edizione 2017, mentre gli altri team Suzuki puntano a recitare il ruolo di outsiders: bene il Team Kagayama con lo stesso Yukio Kagayama, il giovane Naomichi Uramoto ed il pilota Moto2 Hafizh Syahrin, sorprende S-Pulse con la “vecchia” Gixxer condotta da Hideyuki Ogata ed un Marcel Schrotter a sua volta di provenienza Moto2. Tra le sorprese/conferme di giornata l’Honda Suzuka Racing Team resta nelle posizioni che contano, discorso analogo per il rientrante team Sakurai ed il Team SuP capeggiato dal leggendario Shinichi Itoh. Per loro primo obiettivo qualificarsi per i Top 10 Trials del 29 luglio prossimi che assegnerà la pole position, quest’anno con il target fissato al di sotto del 2’06″…

Niccolò Canepa doma la Yamaha R1 di GMT94
Niccolò Canepa doma la Yamaha R1 di GMT94
DUELLO MONDIALE – Nell’edizione del quarantennale la 8 ore di Suzuka risulterà decisiva nella corsa al titolo Mondiale Endurance FIM EWC 2016/2017 con GMT94 Yamaha ed il nostro Niccolò Canepa molto soddisfatti dell’esito dei test, restando ampiamente avanti ai rivali della Suzuki S.E.R.T. (in vantaggio di 1 punto nella generale) che devono ancora sciogliere il nodo relativo al terzo pilota: puntare nuovamente su Alex Cudlin o scommettere sul giovane Sodo Hamahara, pupillo Yoshimura sceso in pista in questa tre-giorni di Test? Quel che è certo chi starà davanti in gara si aggiudicherà il titolo, con uno “zero” e l’assegnazione del “doppio punteggio” (pardon, elevato al 150 %…) che potrebbe riportare in gioco YART Yamaha, velocissima in questi test con Broc Parkes, Kohta Nozane e Marvin Fritz che puntano al podio con una R1 Factory a tutti gli effetti. Al di fuori del contesto FIM EWC, sempre per quanto concerne i colori italiani ha ben figurato al debutto in questi test Raffaele De Rosa con la BMW S1000RR del team Motorrad39 di Daisaku Sakai, diventando insieme a Canepa e Daniele Veghini (Aprilia Team Sugai Racing Japan) uno dei tre nostri portabandiera al via. Per loro l’appuntamento è fissato al 26 luglio, giornata delle prime prove libere con la gara che scatterà alle 11:30 locali (le 4:30 italiane) di domenica 30 luglio.

THE 40TH COCA-COLA SUZUKA 8 HOURS ENDURANCE RACE

Classifica Official Test (giovedì 13 luglio) Top-25

1- Moriwaki Motul Racing – Honda CBR 1000RR SP2 – 2’07.346

2- MuSASHi RT HARC-PRO Honda – Honda CBR 1000RR SP2 – 2’07.592

3- Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZF R1 – 2’07.703

4- Kawasaki Team Green – Kawasaki ZX-10RR – 2’07.805

5- F.C.C. TSR Honda – Honda CBR 1000RR SP2 – 2’08.184

6- Yoshimura Suzuki Motul Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 2’08.838

7- Honda Suzuka Racing Team – Honda CBR 1000RR SP2 – 2’08.886

8- YART Yamaha – Yamaha YZF R1 – 2’08.927

9- Team Kagayama – Suzuki GSX-R 1000 – 2’09.032

10- S-Pulse Dream Racing IAI – Suzuki GSX-R 1000 – 2’09.157

11- Team SuP Dream Honda – Honda CBR 1000RR SP2 – 2’09.242

12- MotoMap Supply FutureAccess – Suzuki GSX-R 1000 – 2’09.628

13- Honda Dream RT Sakurai Honda – Honda CBR 1000RR SP2 – 2’09.924

14- SatuHAI Honda Team Asia – Honda CBR 1000RR SP2 – 2’10.079

15- TeamJP DFR & RS-Itoh – Kawasaki ZX-10RR – 2’10.142

16- Honda Dream Racing – Honda CBR 1000RR SP2 – 2’10.402

17- BMW Motorrad39 – BMW S1000RR – 2’10.567

18- GMT94 Yamaha – Yamaha YZF R1 – 2’10.882

19- EVA RT Webike Trick Star – Kawasaki ZX-10R – 2’11.014

20- au & Teluru Kohara RT – Honda CBR 1000RR SP2 – 2’11.051

21- Mistresa with ATJ Racing – Honda CBR 1000RR SP2 – 2’11215

22- Titanium Power Hooters Racing – Yamaha YZF R1 – 2’11.291

23- ITO Racing GMD & Redgriffin – Yamaha YZF R1 – 2’11.318

24- Suzuki S.E.R.T. – Suzuki GSX-R 1000 – 2’11.811

25- Akeno Speed Yamaha – Yamaha YZF R1 – 2’12.321

L’elenco iscritti provvisorio della 8 ore di Suzuka 2017

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy