8h Oschersleben: vince F.C.C. TSR Honda, finale thrilling senza precedenti

8h Oschersleben: vince F.C.C. TSR Honda, finale thrilling senza precedenti

F.C.C. TSR Honda trionfa a Oschersleben e ipoteca il titolo mondiale complice la caduta di Mike Di Meglio (GMT94 Yamaha) all’ultimo giro, Roberto Rolfo vince nella classe Superstock, titolo al Tati Team Kawasaki.

di Alessio Piana, @alessiopiana130
F.C.C. TSR Honda vince la 8 ore di Oschersleben

Un finale thrilling di una 8 ore di Oschersleben vissuta tra molteplici colpi di scena, cadute eccellenti ed una seria ipoteca alla conquista del titolo iridato da parte di F.C.C. TSR Honda (qui il video con tutti gli episodi principali). Dopo l’affermazione alla 24 ore di Le Mans con la “vecchia” CBR, con la nuova Fireblade SP2 gommata Bridgestone la compagine All Japan si assicura il successo alla 8 ore di Oschersleben con Josh Hook, Freddy Foray e (per quanto inutilizzato oggi) Alan Techer, volando a +10 in campionato rispetto a GMT94 Yamaha, squadra Campione del Mondo in carica penalizzata da una serie di imprevisti e vicissitudini senza precedenti.

Scattata dalla pole grazie ad un velocissimo Niccolò Canepa, la compagine di Christophe Guyot dapprima ha dovuto scontare uno Stop and Go per un’ingenuità nel corso di un rifornimento (azionati i fari, mossa per ragioni di sicurezza non consentita dal regolamento), perdendo così da leadership. Successivamente, nel finale di gara, Mike Di Meglio è stato sfilato da Randy De Puniet (Kawasaki SRC, 2° con Jeremy Guarnoni, Mathieu Gines e pneumatici Pirelli) e, proprio all’ultimo giro, nel tentativo di rispondere a questo attacco è finito mestamente a terra. A spinta l’iridato 125cc 2008 ha portato la moto sul traguardo, tenendo aperti i giochi-iridati: tra 50 giorni alla 8 ore di Suzuka F.C.C. TSR Honda si presenterà con 10 punti di vantaggio su GMT94 e la chance di giocarsi il titolo sul proprio circuito di casa.

Nella vasta serie di clamorosi colpi di scena ne hanno fatto le spese YART Yamaha (Fritz a terra complice una perdita di liquido dal radiatore della R1 #7), Honda Endurance Racing (incredibile caduta di Leblanc sul finale) e Suzuki S.E.R.T. con Vincent Philippe a terra quando si ritrovava in testa.

In tutto questo Oschersleben ha eletto nel Tati Team con Julien Enjolras, Kevin Denis e Julien Piloti i vincitori della FIM Endurance World Cup riservata alla classe Superstock. Sufficiente il terzo posto sul traguardo preceduti dallo Junior Team LMS Suzuki (2°) e dalla R1 del team Moto Ain con il nostro Roberto Rolfo vincitore, alla prima affermazione in carriera nella specialità, ma non abbastanza per riaprire i giochi-campionato. Podio sfiorato per No Limits Motor Team, con la Suzuki GSX-R 1000 #44 condotta da Christian Gamarino, Luca Scassa e Michael Mazzina a lungo nella top-3, quarta all’esposizione della bandiera a scacchi a soli 12″ da un potenziale (e sarebbe stato ampiamente meritato…) terzo gradino del podio. Tra i team italiani, AvioBike di-e-con Giovanni Baggi affiancato dai fratelli Federico e Christian Napoli ha concluso 15° assoluto e 6° di classe Superstock.

Per il Mondiale Endurance FIM EWC finalissima il 29 luglio prossimo con la 8 ore di Suzuka, 41esima edizione di una gara-mito che eleggerà vincitori e vinti della stagione 2017/2018.

8h Oschersleben Il video recap della gara

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy