24h Le Mans: Kawasaki SRC in pole, poi YART Yamaha e NRT48 BMW

24h Le Mans: Kawasaki SRC in pole, poi YART Yamaha e NRT48 BMW

Seconda pole di fila per il Team Kawasaki SRC, Niccolò Canepa scatterà quarto con GMT94 Yamaha, Kevin Manfredi e Roberto Rolfo i piloti più veloci della classe Superstock.

di Alessio Piana, @alessiopiana130
Kawasaki SRC in pole a Le Mans

L’edizione del quarantennale della 24 Heures Moto al Circuit Bugatti di Le Mans proietta in pole position il Team Kawasaki SRC, ma ci sono tutti i presupposti per una 24 ore epica sin dalla bandiera verde in programma domani al tradizionale orario (in 39 delle 41 edizioni) delle 15:00. La compagine di Gilles Stafler, grazie al tempo medio di 1’36″946 frutto dei crono di un velocissimo Randy De Puniet (il più veloce, 1’36″446), Mathieu Gines (1’37″231) e Jeremy Guarnoni (1’37″163, caduto due volte nelle Qualifiche 2 e finito al centro medico), si è assicurato la seconda pole di fila dopo il Bol d’Or con l’obiettivo di riscattare il prematuro ritiro dopo soli 34 minuti di gara all’evento che ha aperto la stagione 2017/2018 del Mondiale Endurance FIM EWC.

NUOVA POLE KAWASAKI SRC – In trionfo in 5 delle ultime 8 edizioni della 24 ore di Le Mans, il Team Kawasaki SRC con la Ninja ZX-10RR #11 gommata Pirelli si è garantita una nuova pole con l’obiettivo di centrare la quattodicesima affermazione della casa di Akashi a Le Mans. Non sarà affatto semplice, come non lo è stato conquistare il primato nelle qualifiche ufficiali: De Puniet e Gines ci hanno messo del loro così come la (giovane) riserva Morgan Berchet e Jeremy Guarnoni, quest’ultimo come detto incappato in due distinte cadute nel corso delle seconde qualifiche. Kawasaki SRC resta in ogni caso al top lasciando a 155 millesimi lo squadrone YART Yamaha, seconda con la R1 #7 Bridgestone affidata a Broc Parkes (1’36″773), un velocissimo Marvin Fritz (1’36″545) che celebra oggi il suo venticinquesimo compleanno, ma paga dazio con la new-entry Takuya Fujita non andato oltre un modesto crono di 1’37″968. Là davanti, in una pregevole alternanza di squadre e moto, spicca anche la S1000RR del Team NRT48 (ex-Volpker), nuova compagine di riferimento BMW Motorrad Motorsport già terza in griglia con Kenny Foray, la stella del BSB e delle corse su strada Peter Hickman più la velocissima Lucy Glockner, confermatasi competitiva dopo quanto di buono mostrato al Bol d’Or.

CANEPA QUARTO CON GMT94 – Senza un effettivo assalto al time attack, da Campioni del Mondo in carica e detentori del trofeo GMT94 Yamaha scatterà dalla quarta posizione con il nostro Niccolò Canepa nuovamente il più veloce del trio titolare a scapito di David Checa e Mike Di Meglio. Lo squadrone di Christophe Guyot è il migliore tra i gommati Dunlop davanti a Suzuki S.E.R.T. (nuova GSX-R 1000 per Philippe, Masson e Black), Honda Endurance Racing (Leblanc, Gimbert, Nigon) ed altre 3 BMW schierate dai team Tecmas, Penz13 e Mercury Racing, con quest’ordine a completare la top-10.

GRAND’ITALIA NELLA SUPERSTOCK – Oltre a Niccolò Canepa, sventola eccome il tricolore nel FIM EWC con risultati sensazionali nella classe Superstock. Come al Bol d’Or, anche a Le Mans Kevin Manfredi è stato il pilota più veloce in assoluto della categoria in 1’37″328, oltretutto alla prima gara con i colori Kawasaki Louit Moto, di fatto lo “Junior Team” Kawasaki SRC della categoria. Manfredi si conferma ad alti livelli proiettando la squadra al secondo posto di categoria preceduti dai soli Campioni in carica di Yamaha Viltais Experience, bene anche Roberto Rolfo, in 1’37″737 secondo pilota più veloce tra le Stock e già l’indiscusso riferimento del team Moto Ain Yamaha. Punta in alto anche il team No Limits di Moreno Codeluppi, alla sua tredicesima 24 ore di Le Mans qualificandosi 28° (11° di classe Superstock) con la Suzuki GSX-R 1000 #44 condotta dal rinnovato trio formato da Luca Scassa, Christian Gamarino ed il riconfermato Michael Mazzina, mentre prenderanno il via dalla 33° posizione (15° tra le Stock) i piloti del team AvioBike di-e-con Giovanni Baggi affiancato dai fratelli Federico e Christian Napoli. Per completare il novero delle tre squadre italiane, lo Special Team Ducati by Z Racing di Jacopo Zizza ha ottenuto il 56° tempo medio con i soli Lionel Ancelin e Ricardo Saseta Soler (sostituto dell’infortunato Fabio Massei) con Manuel Poggiali sfortunatamente costretto al forfait. Caduto ieri nelle prime libere alla Chicane Dunlop, il sammarinese bi-Campione del Mondo suo malgrado non prenderà parte alla gara.

LA 24 ORE DI LE MANS IN TV – A partire dalle 14:45 di domani Eurosport 2 (canale 211 di Sky, 373 di Mediaset Premium) garantirà complessivamente più di 10 ore di diretta tra sabato 21 e domenica 22 aprile. Corsedimoto.com pubblicherà una serie di video nell’arco della 24 ore di Le Mans, mentre martedì 24 aprile alle 22:00 primo passaggio su AutomotoTV (canale 148 di Sky) del magazine con 45 minuti di highlights successivamente disponibili su Corsedimoto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy