MotoGP: Andrea Iannone, sequestrata la Bentley da 400 mila euro

MotoGP: Andrea Iannone, sequestrata la Bentley da 400 mila euro

La Guardia di Finanza e i funzionari della dogana sono intervenuti a fine novembre, l’auto con targa svizzera non poteva circolare nella Comunità Europea

di Redazione Corsedimoto
VALENCIA, SPAIN - NOVEMBER 21: Andrea Iannone of Italy and Aprilia Racing Team Gresini looks on in pit during the MotoGP Tests In Valencia at Ricardo Tormo Circuit on November 21, 2018 in Valencia, Spain. (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Il 2018 non è stata un’annata troppo felice per Andrea Iannone e il finale è anche peggio. L’agenzia ANSA riferisce che a fine novembre i funzionari della Dogana di Como hanno sequestrato l’auto del pilota abruzzese, una lussuosa Bentley da 400 mila euro. Il provvedimento è scattato a Brogeda, il valico di confine con la Svizzera. Andrea Iannone vive da tempo a Lugano.

Motivo del sequestro è la violazione della convenzione di Istanbul. La Bentley con targa svizzera poteva circolare nella Comunità Europea senza assolvere formalità doganali per soli sei mesi, anche non consecutivi. Inoltre, per poter circolare, a bordo ci doveva essere obbligatoriamente il proprietario o un parente fino al terzo grado. Al volante dell’auto nella circostanza c’era il preparatore atletico Stefano Palasca. Contro il sequestro del mezzo Andrea Iannone ha formalizzato ricorso.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Katana05 - 3 settimane fa

    Tanto non è più disonesto dei suoi degni colleghi, magari solo un pò meno furbo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. eugsac - 3 settimane fa

    Furbetti che per evitare di pagare le tasse le studiano tutte, salvo fare queste figure…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. fabu - 3 settimane fa

    ma ricorso de che? riporta la residenza in Italia, paga le tasse e non ti sequestrano la macchina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy