CIV Imola Superbike Michele Pirro-Ducati la vittoria del riscatto

Il tester MotoGP ricomincia a vincere dopo la squalifica per irregolarità tecnica che ha affondato le speranze di Ducati Barni

3 settembre 2016 - 13:11

Michele Pirro e la Ducati, dov’eravamo rimasti? Due giorni dopo l’annuncio della durissima squalifica per irregolarità tecnica che ha affondato le speranze di titolo il tester MotoGP è tornato caparbiamente alla vittoria nel round sette del Campionato Italiano Superbike a Imola.

Sarebbe stato il settimo successo per Pirro, ma cinque sono stati cancellati dal Giudice Sportivo per la misura fuori regolamento di una sede valvola, appena 1,4 millimetri più ampia del consentito. “E’ stato un colpo durissimo che mi ha fatto perdere il sonno” aveva commentato Michele alla viglia. Ma al pronti-via ha ftto  valere di nuovo la legge del più forte, millimetro più millimetro meno. Per alcuni giri è stato infastidito dal talentuoso Riccardo Russo, promessa Yamaha, poi una volta uscito di scena il campano la gara è diventata una passerella, come le precedenti.

Il podio è stato completato da Kevin Calia, imolese dell’Aprilia, e Fabio Massei (Yamaha). Solo quinto Matteo Baiocco che in conseguenza della squalifica ha ereditato la prima posizione in campionato.

Nella Moto3 doppietta del team SIC58 gestito da Paolo Simoncelli, papà dell’indimenticabile Marco, con Tony Arbolino davanti a Mattia Casadei e Kevin Zannoni.

Michele Pirro intervista

L’annuncio della squalifica

Foto Marco Lanfranchi

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motoestate

Motoestate 2020: Cinque round in programma, le categorie al via

belgian motorcycle academy road to motogp

Road to MotoGP: Prende forma la Belgian Motorcycle Academy

Jonathan Rea

Superbike: Jonathan Rea “La Kawasaki è sulla buona strada”