Alex Marquez

Moto2, Alex Márquez destino segnato: “Manca solo la firma”

Alex Márquez ricomincia da Brno con 8 punti di vantaggio su Thomas Lüthi. Ma il futuro, anche in caso di vittoria mondiale, resta la Moto2.

30 luglio 2019 - 7:00

Con quattro vittorie nelle ultime cinque gare, Alex Márquez si candida a favorito per il titolo mondiale di Moto2. Il vantaggio su Thomas Lüthi è di soli 8 punti, ma senza l’incidente di Assen, provocato da Lorenzo Baldassarri, sarebbero molto di più. Il fratello minore del Campione MotoGP vuole centrare la doppietta familiare come avvenuto già nel 2014, ma l’eventuale trionfo avrà un retrogusto beffardo. Per il 2020 porte chiuse nella categoria regina, all’orizzonte un’altra stagione nella classe di mezzo.

ALEX MARQUEZ INSEGUITO DA LUTHI

Vietato abbassare la guardia, Alex Márquez ricorda bene le difficoltà riscontrate nella seconda parte di Mondiale 2018. “Voglio continuare a migliorare, con la stessa intensità. Ci sono molte gare ravvicinate e il tour asiatico. È facile perdere punti ed è lì che ho fallito l’anno scorso“, ha spiegato il 23enne di Cervera. Purtroppo la pausa estiva ha interrotto la sua scia positiva, ora bisogna tornare a martellare già dal prossimo impegno a Brno. Otto i punti di vantaggio, dieci le gare restanti, alle spalle un inseguitore di esperienza. “Devi correre gara per gara per non lasciarti pressare e penso che rilassarsi adesso sarebbe un grosso errore. Lüthi è una ‘vecchia volpe’ e quando hai un rivale come lui devi essere molto concentrato e, soprattutto, molto calmo, approfittando delle gare che possiamo vincere“.

PORTE CHIUSE IN MOTOGP

Alex Márquez potrebbe essere il primo vincitore dell’era Triumph, con il rischio di doversi ripetere il prossimo anno. Le porte della MotoGP sono quasi completamente sbarrate per il prossimo anno. Resta un posto vacante sulla Ducati del team Avintia, un’opzione che i fratelli Márquez tendono ad escludere. O arriva una proposta interessante o non se ne fa nulla. Il rinnovo imminente di Jack Miller con Pramac Racing ha spezzato i sogni del leader di classifica. “Con molta probabilità farò un altro anno in Moto2. Ma finora non ho firmato ancora nulla, quindi non posso dirlo al centro per cento. Ma non è qualcosa che mi delude, anzi – ha concluso Alex Márquez -. Penso che la Moto2, con il nuovo motore e questa nuova elettronica, possa insegnare tanto“.

Commenti chiusi in questo articolo.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Marc Marquez e Valentino Rossi

MotoGP, Dovizioso: “Valentino ha più talento di Marquez”

Cal Crutchlow

Crutchlow: “Concordo con Lorenzo, ma voglio continuare con Honda”

motogp michelin

MotoGP, Motegi: Michelin, sfida su un tracciato ‘stop&go’