Supersport Kyalami Prove Libere 2: Laverty si conferma

Miglior tempo davanti alle Honda Ten Kate

15 maggio 2010 - 6:36

Dopo aver comandato la giornata di venerdì, Eugene Laverty si ripete anche nell’ultima sessione conclusiva di prove libere della Supersport a Kyalami. Con la stessa Honda del team Parkalgar con cui finora ha conseguito tre vittorie nelle cinque gare disputate il pilota di Ballymena ha fermato i cronometri sull’1’41″111, giusto davanti alla coppia Honda Ten Kate.

Kenan Sofuoglu, secondo, è staccato di 8/10 con una scivolata all’attivo, mentre Michele Pirro buon terzo accusa uno svantaggio di 1″1. Laverty prova pertanto ad andare… in fuga per le pomeridiane qualifiche ufficiali e la gara di domani, dove può anche uscire quale nuovo leader di campionato. Joan Lascorz, ed un pò tutte le Kawasaki (vedi Foret, 15° con grandi problemi di grip), sono infatti in difficoltà: lo spagnolo è solo 10°, Fujiwara un pò meglio con il settimo tempo.

Vanno bene invece le Triumph con il quattro volte iridato Endurance Matthieu Lagrive in quarta posizione (scivolato) davanti a Chaz Davies, mentre la sorpresa Gino Rea (Campione in carica Europeo Superstock 600) 6° a precedere anche il compagno di squadra al team Intermoto Czech Massimo Roccoli, nono.

Diciassettesimo con un contatto ravvicinato con l’asfalto Andrea Boscoscuro con la prima delle due Honda Kuja Racing, seguito da Danilo Dell’Omo, 19° a chiudere la classifica. Non ha girato Ronan Quarmby, 19enne sud africano che ieri ha capeggiato per mezz’ora la prima sessione di libere salvo cadere rovinosamente nelle qualifiche.

Supersport World Championship 2010
Kyalami, Classifica Prove Libere 2

01- Eugene Laverty – Parkalgar Honda – Honda CBR 600RR – 1’41.111
02- Kenan Sofuoglu – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 600RR – + 0.805
03- Michele Pirro – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 600RR – + 1.109
04- Matthieu Lagrive – ParkinGO Triumph BE1 – Triumph Daytona 675 – + 1.194
05- Chaz Davies – ParkinGO Triumph BE1 – Triumph Daytona 675 – + 1.467
06- Gino Rea – Intermoto Czech – Honda CBR 600RR – + 1.483
07- Katsuaki Fujiwara – JPN Kawasaki Provec Motocard.com – Kawasaki ZX-6R – + 1.553
08- Robbin Harms – Harms Benjan Racing – Honda CBR 600RR – + 1.582
09- Massimo Roccoli – Intermoto Czech – Honda CBR 600RR – + 1.605
10- Joan Lascorz – Kawasaki Provec Motocard.com – Kawasaki ZX-6R – + 1.631
11- David Salom – ParkinGO BE1 Triumph – Triumph Daytona 675 – + 1.700
12- Lance Isaacs – BikeFin SafeSky Honda – Honda CBR 600RR – + 1.791
13- Jason DiSalvo – ParkinGO BE1 Triumph – Triumph Daytona 675 – + 1.806
14- Miguel Praia – Parkalgar Honda – Honda CBR 600RR – + 2.105
15- Fabien Foret – Team Lorenzini by Leoni – Kawasaki ZX-6R – + 2.590
16- Alexander Lundh – Cresto Guide Racing Team – Honda CBR 600RR – + 2.867
17- Andrea Boscoscuro – Kuja Racing – Honda CBR 600RR – + 3.090
18- Bastien Chesaux – Harms Benjan Racing – Honda CBR 600RR – + 3.522
19- Danilo Dell’Omo – Kuja Racing – Honda CBR 600RR – + 3.988

Alessio Piana

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp aragon

MotoGP/Superbike, ad Aragón tutti gli eventi a porte chiuse

Superbike, Ana Carrasco

Ana Carrasco, il ritorno della guerriera: “Se cadi sette volte, rialzati otto”

Superbike, Tom Sykes

Superbike, Tom Sykes impaziente “BMW deve dirmi adesso se andiamo avanti”