Marc Marquez: “Non mi aspettavo la mano da Valentino Rossi”

Marc Marquez e Valentino Rossi si sono stretti la mano un anno dopo le scintille in Argentina. Il Cabroncito: "Nessun problema a dargli la mano".

2 aprile 2019 - 7:28

Marc Marquez ha stravinto, precedendo Valentino Rossi di dieci  secondi. Due gare diverse, due destini che tornano ad incrociarsi dopo i fatti di Rio Hondo dell’anno precedente. Sotto gli occhi di Carmelo Ezpeleta, e di tutto il mondo, i due storici rivali si sono stretti la mano, con grande sorpresa del Cabroncito, che l’anno scorso si è visto rifiutare lo stesso gesto a Misano. Una bella scena di sport al termine di un Gran Premio in cui lo spagnolo ha mostrato di essere di un altro pianeta.

Il pilota Honda ha parlato del gesto “inatteso” in un’intervista telefonica con ‘El Larguero’. “Non ho mai avuto problemi con lui, infatti, gli ho teso la mano a Misano, idem un anno fa qui quando è successo quello che è successo. Ho pensato che fosse un mio errore e sono stato penalizzato per questo. Si è congratulato con me e, senza alcun problema, gli ho dato la mano. Accetto le sue congratulazioni ed è chiaro che accetto il suo saluto“. Del resto Marc Marquez sa di giocarsi una fetta di celebrità quando ha a che fare con Valentino Rossi…

Prima di salire sul podio per ricevere il trofeo e il tradizionale bagno di spumante, si è sentito toccare sulla spalla dal pesarese. Subito le loro mani si sono strette in un fugace saluto: “Non me lo aspettavo, ma ho accettato il suo saluto perché non ho nulla contro di lui. Per ritirare il saluto a qualcuno deve avermi fatto qualcosa di molto grave. E, per ora, con Valentino va tutto molto bene, è tutto in ordine – ha concluso Marc Marquez -. Chiaro che c’è rivalità, ma rimane in pista“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jack Miller: “Anno sabbatico? Preferisco correre gratis”

MotoGP: Aleix Espargaró proverà a correre ad Assen

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Honda moto perfetta per Marquez”