Davide Brivio: “Senza quella strategia, chissà se Rins…”

Davide Brivio ripensa alla strategia scelta in Qatar. In particolare è convinto che Rins avrebbe potuto vincere se non avesse rallentato per preservare le gomme.

29 marzo 2019 - 17:14

Siamo ormai nel pieno del Gran Premio in Argentina, ma c’è spazio anche per parlare della prima tappa stagionale. Davide Brivio del Team Suzuki Ecstar ha ripensato alla strategia attuata per i suoi piloti, in particolare per Alex Rins. Lo spagnolo ha dovuto abbassare il suo ritmo per preservare le gomme, ma il Team Manager della casa giapponese è convinto che, senza questa strategia, il suo alfiere avrebbe anche potuto vincere.

“Siamo felici, anche se è mancato il podio” ha dichiarato ai microfoni di Simon Crafar in pit lane. “Con Alex volevamo continuare quanto fatto nelle ultime gare del 2018. Allora aveva sempre lottato per le prime posizioni, conquistando qualche volta il podio.” Pensa poi che la tappa in Qatar avrebbe potuto finire in maniera molto diversa: “Se non avessimo optato per la strategia di rallentare il ritmo, forse Alex avrebbe potuto cercare di scappare. Ma in ogni caso eravamo nelle prime posizioni, è positivo.”

Brivio è poi rimasto piacevolmente sorpreso anche dal rookie Joan Mir: “Non mi aspettavo questa partenza. Gli avevamo raccomandato di rimanere in gruppo, in modo da imparare da altri piloti. Non mi aspettavo però che fosse proprio quel gruppo. Volevamo vedere di cos’era capace e abbiamo optato per la gomma morbida, in modo che mantenesse costantemente un buon ritmo. Pensandoci adesso, avrebbe potuto partire con la media e fare ancora meglio, ma è stato comunque un ottimo inizio.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MotoGP: Danilo Petrucci lavora sull’ergonomia, ma la sella ‘scotta’

Valentino Rossi e il segreto del ‘Risorgimento Yamaha’

MotoGP, Fabio Quartararo festeggia 20 anni come miglior rookie