MotoGP, Catalunya: Suzuki a tre punte, con Rins e Mir c’è Guintoli

Suzuki determinata ad essere protagonista anche in Catalunya. Fiduciosi sia Alex Rins che Joan Mir, prima wild card stagionale per Sylvain Guintoli.

12 giugno 2019 - 17:38

Dopo la tappa al Mugello, Suzuki si sposta al Montmeló, appuntamento di casa sia per Alex Rins che per Joan Mir. Il “re delle rimonte” vuole dimenticare la gara dell’anno scorso, chiusa anzitempo per un problema meccanico, e continuare ad ottenere risultati positivi. Il rookie invece cerca ancora maggiore confidenza per continuare il suo processo di apprendimento nella categoria regina. In azione ci sarà anche Sylvain Guintoli, collaudatore della casa di Hamamatsu: per lui, come nel 2018, si tratta della prima wild card stagionale.

Ancora nessun piazzamento a punti nella categoria regina per Alex Rins su questa pista. Oltre al ritiro dell’anno scorso, la stagione precedente non ha preso parte alla tappa catalana per infortunio. Vanta tre piazzamenti sul podio invece nelle categorie minori, due in Moto2 ed uno in Moto3, sempre secondi posti. “Sono davvero curioso di affrontare questa tappa” ha dichiarato. “Si tratta di un circuito simile al Mugello, con parti che si adattano alla GSX-RR. In Italia abbiamo dimostrato che siamo in grado di preparare un buon set up per questi circuiti, siamo fiduciosi. I nostri progressi sono costanti e abbiamo le idee chiare sul nostro lavoro, sono contento di arrivare alla mia tappa di casa.”

Un solo podio, per di più una vittoria, per Joan Mir al Montmeló, ottenuta in Moto3 nel 2017. L’anno scorso in Moto2 ha chiuso con un ritiro, quest’anno si appresta ad esordire come pilota della categoria regina. Dopo quattro zeri consecutivi, il 12° posto al Mugello gli ha ridato fiducia. “Spero che questo risultato sia l’inizio di una scia positiva per me” ha detto il rookie di Palma di Maiorca. “Il nostro obiettivo iniziale era fare soprattutto esperienza e migliorare un passo alla volta per avvicinarsi ai più veloci. Ho ancora molto da imparare e sto cercando costantemente di fare del mio meglio. Il tracciato del Montmeló ha un bel layout e spero di ottenere un bel risultato davanti ai tifosi spagnoli.”

Come detto, c’è anche Sylvain Guintoli in azione sul tracciato catalano. Si tratta della prima wild card stagionale per il tester francese, chiamato a fornire ulteriori indicazioni per il continuo lavoro sulla moto, aiutando così Rins e Mir. “Lo sviluppo sta procedendo bene col Suzuki Test Team” ha dichiarato. “In questo fine settimana poi avrò il piacere di correre in MotoGP come wild card. È passato un po’ di tempo dalla mia ultima gara [Motegi 2018, ndr] e non vedo l’ora di unirmi ad Alex e Joan in griglia. Forza Suzuki!”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP: Edema osseo al ginocchio per Aleix Espargaró

MotoGP, Marc Márquez: “Non mi piace vincere così”

Penalità per Bradley Smith, Gabriel Rodrigo e Can Öncü