Due vittorie in due gare, che inizio per Lorenzo Baldassarri!

Primi due GP del 2019 chiusi con due grandi vittorie per Lorenzo Baldassarri, con due diverse strategie che però hanno pagato. Si può puntare al tris ad Austin?

2 aprile 2019 - 9:19

Non poteva iniziare meglio il 2019 di Lorenzo Baldassarri. Due successi in due gare: in Qatar resistendo agli attacchi finali di Lüthi dopo la fuga, in Argentina di astuzia, attendendo dietro ai rivali e attaccando solo sul finale di gara. Due vittorie e punteggio pieno dopo due Gran Premi: una partenza “alla Morbidelli”, che due anni fa iniziò la sua stagione da campione vincendo ben tre gare consecutive. Ad Austin potremo aspettarci ancora un Baldassarri favorito?

Ma parliamo intanto di questa seconda gara. La posizione in griglia non era il massimo, visto che scattava dall’ottava casella, anche se comunque come miglior italiano. La convinzione di poter lottare per le zone alte però c’era: al via ‘Balda’ è riuscito a guadagnare alcune posizioni, agganciandosi al gruppo di testa in fuga, composto da Schrötter, Marquez e Gardner. A lungo sono stati loro in particolare i protagonisti di un’intensa battaglia per la zona podio, finché negli ultimi giri ‘Baldattack’ non decide che è il momento di prendere il comando.

Si piazza così in prima posizione e riesce a guadagnare quel margine utile per tagliare il traguardo senza difficoltà, per la la gioia sua e della sua squadra. “Abbiamo utilizzato una strategia diversa rispetto al Qatar, ma ce l’abbiamo fatta!” ha dichiarato a caldo un sorridente Baldassarri. “Allora mi sono trovato da solo, stavolta è stata una battaglia e anzi dovevo fare attenzione a Binder in rimonta. Alla fine ho attaccato e sono riuscito a mantenere sempre un buon ritmo.”

“Davvero un grande inizio per noi!” ha continuato. “Sono contento, ma non sorpreso, visto che abbiamo lavorato per questo obiettivo fin da venerdì. Importante però aver ottenuto questo risultato, ora ce lo godiamo, ma senza perdere la concentrazione. Non abbiamo tanto tempo per festeggiare stavolta” ha scherzato. La prossima gara ad Austin è tra due settimane. “Il tracciato è completamente diverso, uno dei più difficili. Siamo preparatati, ma dobbiamo affrontarlo mantenendo i piedi per terra.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MotoGP, Oscar Haro: “Lorenzo bloccato dall’elettronica”

Moto3, Andrea Migno: “Podio importante, mancava da tempo”

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Non sono sorpreso da Valentino”